lunedì, 15 luglio 2013
Anniversario
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni — Scritto dal Ratto alle 6:35 pm

Oggi ricorre il settantacinquesimo anniversario della pubblicazione del "Manifesto della Razza" che fu il precursore "scientifico" delle infami leggi razziali fasciste.
Nel guardare al tempo trascorso, potremmo sottolineare con orgoglio che oggi la nostra concittadina di origini congolesi Cecile Kyenge e' un Ministro della Repubblica.
Oppure potremmo constatare con perdurante vergogna che il nostro concittadino razzista Roberto Calderoli e' Vicepresidente del Senato.
Francamente e' difficile dire se il bicchiere e' mezzo pieno o mezzo vuoto.


mercoledì, 29 giugno 2011
Lapsus freudiano?
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni — Scritto da waldorf alle 7:17 pm

Il ministro Galan ha appena dichiarato al TG3 che l'attuale nostro governo ha mantenuto la sua promessa elettorale e che è l'unico che in Europa non ha messo le tasche nelle mani dei cittadini durante il suo mandato (se volete controllare lo ha dichiarato a 2'16" dall'inizio del video).


venerdì, 10 giugno 2011
Coerenza
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni, Umori e malumori — Scritto dal Ratto alle 12:17 pm

La mancata estradizione di Battisti dal Brasile mi pare una cosa grave. Perche' credo che le sentenze della magistratura vadano rispettate e che una persona condannata per quattro omicidi debba scontare la sua pena. E perche' sono fermamente convinto che la magistratura italiana non abbia emesso sentenze politiche, ne' in questo ne' in altri casi.
Ne sono convinto anche quando penso — e non e' il caso di Battisti — che la magistratura abbia commesso degli errori di valutazione. In Italia non ci sono processi politici. Punto.

Trovo pero' difficile che il nostro governo possa credibilmente sostenere una linea di questo genere per reclamare l'estradizione di Battisti, visto che il nostro Presidente del Consiglio va dichiarando a destra e a manca, in Italia e all'estero, in sedi ufficiali e con interlocutori istituzionali, che la magistratura italiana e' politicizzata e che c'e' una sorta di dittatura eversiva dei pubblici ministeri. Se poi Lula ci crede e stabilisce che Battisti e' vittima di una persecuzione politico-giudiziaria, con che faccia il nostro governo puo' dargli torto?


sabato, 17 aprile 2010
Occhio, Carlin Petrini!
Nelle categorie: Paradossi, Quel che resta — Scritto dal Ratto alle 8:08 pm

by benhomie, on Flickr

Questa campagna della Timberland da' un sapore del tutto nuovo — e un po' inquietante — all'espressione "slow food".


"Particolarmente penosa è la situazione del ceto intellettuale che [...] non è in grado di andare oltre le diagnosi più impietose. E quando lo fa, le sue suonano come prediche edificanti."
(Gian Enrico Rusconi, "La classe dirigente e' scomparsa" su La Stampa di oggi: condivisibile ma, come si suol dire, medice cura te ipsum)



lunedì, 5 ottobre 2009
Einheit, Zwei, Drei!
Nelle categorie: Cinema e TV, Curiosando e andando in giro, Paradossi — Scritto dal Ratto alle 6:48 am

Per chi come noi trova meraviglioso One, Two, Three! di Billy Wilder, c'e' una irresistibile ironia nel fatto che lo sponsor dei grandi festeggiamenti per il ventennale della caduta del Muro, che si sono tenuti sabato alla Porta di Brandeburgo, fosse la Coca-Cola.


giovedì, 24 settembre 2009
Elite a chi?
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni — Scritto da waldorf alle 5:01 pm

Trovo davvero curioso, senza neanche voler fare polemica, che il nostro ministro Brunetta si erga a paladino (per quanto gli è possibile) contro le "élites di m…" e i "fannulloni", trattandosi di persona che da una vita si divide tra le due élites in cui — secondo l'opinione comune (alimentata anche da molti esponenti del PDL) — si annidano fannulloni e arroganti sfruttatori, vale a dire politici e professori universitari.
Del resto (e qui sono polemica, lo ammetto) il suo capo si sponsorizza come uomo del popolo (vittima delle élites…) essendo tanto ricco quanto a un "quisque de populo" è perfino difficile da concepire. Forse è che a me sfugge il significato delle parole, ma ho proprio l'impressione che gli italiani si divertano a farsi sfottere.


sabato, 9 maggio 2009
Se esiste
Nelle categorie: Paradossi, Quel che resta — Scritto dal Ratto alle 12:41 am

Maroni si vanta di aver respinto in Libia oltre 200 migranti. Io prego che D-o gli chieda conto di ogni sofferenza, di ogni morte che questa decisione puo' causare.


mercoledì, 12 novembre 2008
Etnografia torinese
Nelle categorie: Ebraismo, Israele e dintorni, Laicita'/Religione, Nel paese dei Bogia-Nen, Paradossi — Scritto dal Ratto alle 5:29 pm

Scritta su un muro di Porta Palazzo. Lascio l'interpretazione a un po' di amici piu' esperti di me nei meccanismi dell'Islam italiano. Nel mio piccolo mi pare un curioso spaccato geo-politico-etnografico di questa citta'.


domenica, 13 luglio 2008
Questa la capiscono solo i Piemontesi di provincia
Nelle categorie: Nel paese dei Bogia-Nen, Paradossi — Scritto dal Ratto alle 9:32 pm

E' noto che per i Torinesi di citta' il Piemonte arriva al massimo a Bardonecchia da un lato e a Chieri dall'altra. Ma che la Busiarda si inventi una provincia di Alba — e che ci metta dentro Borghetto Borbera — mi pare un po' tantino perfino per loro:

In provincia di Alba, offre animazione e discoteche anche il Bolle Blu di Borghetto Borbera, con l’inimitabile laser show. E’ aperto fino a metà settembre, tutti i giorni dalle 9,30 alle 19.


domenica, 13 aprile 2008
Riforma elettorale
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni, Umori e malumori — Scritto dal Ratto alle 1:00 pm

Riflettendo sull'idea di dare il voto meno dannoso possibile, mi e' venuta in mente un'idea per una bella riforma elettorale: permettere al cittadino di esprimere (in alternativa) un voto positivo oppure un voto negativo (non tutti e due, che se no diventa un gioco troppo banale: voto per il mio partito e "svoto" per il suo peggior avversario). Il voto positivo funziona normalmente. Quello negativo sottrae un voto alla somma dei positivi ottenuti da quel partito. Se tutti i partiti ottengono risultati negativi (cioe' ricevono piu' voti negativi che voti positivi) le elezioni sono nulle e si ricomincia — l'ideale sarebbe che in questo caso i candidati del turno precedente *non* potessero essere ricandidati.
Non so se un sistema simile produrrebbe un buon risultato. Certo non sarebbe ne' piu' aleatorio, ne' piu' distorsivo della volonta' popolare del Porcellum attualmente in vigore — ne' di qualunque sistema che verosimilmente ci appiopperanno nei prossimi anni — e almeno darebbe ai cittadini la possibilita' di dare espressione anche al disgusto che gran parte delle forze politiche oggi si e' guadagnata. E magari finirebbe per premiare non dico i migliori, ma quelli che hanno disgustato di meno — forse i meno dannosi.

Ok, ok, sto scherzando — e' solo acidita' di stomaco da giornata elettorale. Per quanto…


lunedì, 11 febbraio 2008
E poi se la prendono coi bamboccioni*!
Nelle categorie: Nel paese dei Bogia-Nen, Paradossi — Scritto dal Ratto alle 10:32 pm

**

Lui, a quanto pare, dopo tutti questi anni, sta ancora a casa con la mamma.

* Vedi qui.
** Sul portale della parrocchiale di Belforte, nell'Ovadese


martedì, 12 settembre 2006
Il sole anche di notte
Nelle categorie: Paradossi — Scritto dal Ratto alle 7:58 pm

Nella notte tra sabato e domenica mi sono fatto i seicento km di macchina che separano Ciampino dal paese dei Bogia-Nen — e ho potuto approfittare della compagnia di un bel chiaro di luna — e della radio. Una perla del meteo di Radio Rai delle due del mattino (cito a memoria, ma e' piu' o meno alla lettera):
Situazione: su tutto il paese persistono condizioni di tempo buono o variabile. Il sole splende su gran parte delle regioni settentrionali e centrali…


giovedì, 30 giugno 2005
L'harem di Veltroni
Nelle categorie: Paradossi — Scritto dal Ratto alle 10:17 am

Cosi' Alessandra Longo, a pag. 25 di Repubblica di carta di oggi, nell'articolo sugli ottant'anni di Napolitano (il corsivo e' mio):

Ecco lo stato maggiore dei DS, Fassino, D'Alema, il sindaco Veltroni, scortato dalle mogli: Anna Serafini in tunica di seta etno, Linda Giuva in azzurro polvere, Flavia Prisco in nero.

Si', lo so che il soggetto e' "lo stato maggiore dei DS": ma un po' di attenzione a come si scrive, questi giornalisti potrebbero pure averla…
Ah, altra considerazione: chi se ne frega di chi c'era e com'era vestito alla festa degli 80 anni di Napolitano?


lunedì, 13 giugno 2005
La porti un sassolino a Pontida
Nelle categorie: Paradossi, Quel che resta — Scritto dal Ratto alle 10:44 am

Segnalo per opportuno approfondimento culturale un articolo uscito su La Padania on line, che sviscera il tema della vicinanza ideale tra Santiago di Compostela e Pontida, quali luoghi di riferimento della civilta' occidentale, lasciando ai lettori ogni possibile valutazione. Ci chiediamo solo quando inizieranno i pellegrinaggi a piedi e quando potremo assistere alla formazione del cammino di Pontida…


mercoledì, 8 giugno 2005
Anche Google ce l'ha col Berlusca
Nelle categorie: Paradossi — Scritto dal Ratto alle 4:11 pm

Se cercate "Milan" su Google e cliccate su "mi sento fortunato", trovate questa pagina.

(Via Blogmatic Café).

Off topic: oggi Google festeggia Frank Lloyd Wright cosi':


martedì, 10 maggio 2005
Un si' importante
Nelle categorie: Paradossi, Politica e altre indignazioni — Scritto dal Ratto alle 3:35 pm

Fecondazione eterologa? Maria disse si'.

Grazie a Resto del mondo, che sta rapidamente diventando uno dei miei blog preferiti e di cui sottoscrivo entusiasticamente il post, scopro la copertina di Diario del mese. Condivido e pubblico.


giovedì, 17 marzo 2005
Padre Pio sotto arresto
Nelle categorie: Paradossi — Scritto da waldorf alle 7:23 pm

A Cercola, comune del napoletano, la popolazione è insorta contro i vigili che hanno sigillato il cantiere della statua di due metri di Padre Pio realizzata con i contributi dei paesani. Il Sindaco, di fronte alle accuse dei suoi elettori, sembra smentire i vigili, dichiarando che i permessi ci sono. La stramba vicenda del Padre Pio supposto abusivo messo sotto sequestro di cui parla il sito di Repubblica mi sembra quanto mai emblematica della realta' italiana, in bilico tra una religiosita' a volte folkloristica e con sottofondo di superstizione di fronte alla quale le norme dello Stato vengono in secondo piano, con la ciliegina finale dello scontro tra comune e i vigili (dipendenti del comune) che credevo dovessero stare dalla stessa parte, nella difesa della legalita' nell'edilizia come in altre materie e quindi esprimere una sola "opinione" sulla legittimita' di una costruzione.
Ma a quanto pare non e' cosi' che le cose funzionano da queste parti.


venerdì, 26 marzo 2004
Paradossi
Nelle categorie: Curiosando e andando in giro, Paradossi, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 12:54 pm

Qualche settimana fa, a Pian della Regina, proprio sotto il Monviso, faceva bella mostra di se' una bandiera della Marina:

Qualche giorno dopo, praticamente sulla spiaggia di Sori, un bel borgo di pescatori non lontano da Genova, a pochi passi dalle barche, ho trovato questa lapide:

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto