Se uno come Tortosa dice di aver votato PD alle ultime elezioni, chi nel PD crede ancora di stare a sinistra forse dovrebbe farsi qualche domanda.



I colpi contro il giudice Fernando Ciampi raccontano anche un'altra storia. Una storia di solitudine qual è quella che circonda la magistratura ormai da tempo e che sta scavando un baratro tra i cittadini e la giustizia. Solitudine istituzionale, professionale e umana, frutto della lenta ma progressiva delegittimazione a opera di una politica che, per questa via, pensa di affermare la propria primazia e di recuperare la credibilità perduta (non solo nelle aule giudiziarie), senza rendersi conto delle ricadute devastanti sulla tenuta democratica del Paese.

(Donatella Stasio sul Sole 24Ore: da leggere integralmente, perche' sono tra le pochissime parole pensate e pesate scritte sulla vicenda della strage al Palazzo di Giustizia di Milano)



E no, anche Putin no, eh!



"Comment avons-nous pu laisser nos élèves devenir des assassins?"

via Le Monde.



Backstopping: Supporting the Autistic Person in Your Life | Musings of an Aspie.

E' un'arte difficile, a cui qui ci applichiamo giorno e notte. Con risultati alterni — ma con risultati. E con molta piu' difficolta' avendo a che fare con persone che non possono parlare.



Grillo oggi scrive: "Un Paese che ha eletto come speranza un volgare mentitore assurto a leader da povero buffone di provincia".
De te fabula narratur



Non-speaking Autistic Activist Responds to Suzanne Wright of Autism Speaks | Autism Women's Network.

La polemica su Autism Speaks non ci interessa. Ma quel che scrive Amy Sequenzia sull'essere autistici, si'.



Come sarebbe bello se un questore o un prefetto, magari quello di Torino, per non dire un ministro di questo povero nostro Stato, per dimostrare un po’ di rispetto proprio per quello Stato che rappresentano, di fronte a una Waterloo come quella di queste ore, offrisse le sue dimissioni, anche se ritenesse di non essere il solo responsabile. Ma non allarmatevi, non lo farà.

via La Stampa – Se lo Stato rinuncia al suo ruolo.



We Are Like Your Child

We are like your child. Your child is like us. And we may have difficulties, we are disabled–but there is no denying that we are also awesome.



Day Sixty-Seven.

Oliver, che non parla e ha imparato a scrivere. E la sua mamma che non molla mai.



Credo che nessuno possa ragionevolmente sospettarmi di voler salvare il posteriore a Berlusconi.
Pero' trovo che l'insistenza sul voto palese da parte di M5S e PD sia un esempio di incivilta' istituzionale — oltre che di resa alla cialtronaggine politica, per cui nel segreto dell'urna tutto diventa possibile.



Che Odifreddi fosse un idiota lo sospettavo da tempo, ma questa ne e' la conferma sperimentale.



Andrea Segre: "Si ma allora, come si fa? Possiamo mica prenderli tutti qui, no?".
Mi piacerebbe che qualcuno ci spiegasse, se del caso, perche' non si puo' fare.



The claim is that Autistic children are controlling, but we micromanage every aspect of their lives; diet, therapy schedule, schooling, behaviors, even the words out of their mouths. We want our children to learn, but we force our pace. We want our children to be flexible, but we have them locked into one track. We want our children to be independent, but we will not give them the keys to drive their own life. Maybe we should hit the breaks. Maybe we should stop.

(Raising Rebel Souls: Rebel Words Autistic Children Should Know)



Giuseppe De Giorgi capo di stato maggiore della Marina militare "Flotta a rischio estinzione".

Si dirà che abbiamo altri problemi. E' certamente vero — ma non investire nella difesa nazionale significa condannare l'Italia (e l'Europa, che sta sulla stessa china) ad essere subalterna a potenze ed interessi stranieri. Di *questo* discutiamo quando parliamo degli F 35 o — come in questo caso meno noto e piu' grave — della scomparsa della Marina Militare.



In progress | [ciwati].

Quest'uomo si e' guadagnato il mio voto.



Why dolphins make us nervous (Robert Krulwich via Lessig)
(e' piu' facile riconoscere un essere pensante radicalmente diverso da noi in un delfino che in un autistico?)



Un po’ di uguaglianza | [ciwati].

(da queste parti sono anni che si dice…)

P. S. Nel weekend spero di elaborare un po' su questi dati.



Sapevatelo, Spotify e' addictive



Walter Tocci: Dubbi sulla revisione costituzionale.

Parole tanto condivisibili quanto drammaticamente inascoltate – e inattuali.



Chiara, 10 anni: costretta a una gita scolastica «da sola» per risparmiare – Corriere Roma.

Ecco, io – piu' ancora che la notizia – trovo agghiaccianti i commenti di chi dice che in fondo bisogna adattarsi, trovare compromessi, mandarla giu' per non creare imbarazzi, ecc. Fossero figli vostri, non la pensereste cosi'.



www.ciwati.it

Sono stato diffidente a lungo. Oggi mi sembra una delle pochissime persone su/con cui ragionare per una ripresa delle ragioni vere del progetto del Partito Democratico. Certo che senza w mi piacerebbe di piu'.

(siamo tornati — e la lettura dei giornali e' perfino piu' indigesta del solito)



Se vuoi fare l’anima bella stai a casa e critichi chi vuoi dal tuo divano. Se porti schiere di eletti in Parlamento devi giocare il gioco dei bimbi grandi.

(In attesa di trovare il fiato di dire qualcosa in proprio, mi affido alle parole di Marco: Vincere con i voti degli altri. | Se me lo dicevi prima)



La Stampa – Vorrei inventare una vita felice per mio figlio autistico.

Just do it.

Spesso basta non partire dal punto di vista che una vita felice sia quella che noi troveremmo tale.



"For we, the people, understand that our country cannot succeed when a shrinking few do very well and a growing many barely make it. We believe that America’s prosperity must rest upon the broad shoulders of a rising middle class. We know that America thrives when every person can find independence and pride in their work; when the wages of honest labor liberate families from the brink of hardship. We are true to our creed when a little girl born into the bleakest poverty knows that she has the same chance to succeed as anybody else, because she is an American, she is free, and she is equal, not just in the eyes of God but also in our own".
Barack Obama, Inauguration speech, 21 gennaio 2013

Quale candidato alle nostre elezioni potrebbe dire questo senza essere considerato un pericoloso sovversivo?



La Stampa – Google, una sentenza che lascerà delusi.

Luciano Floridi sul processo Google-ViviDown. Condivido ogni parola.



“Today Timmy was having a first class melt down in Barnes and Nobles and he rarely melts down like this. He was throwing his boots, rolling on the floor, screaming and sobbing. Everyone was staring as I tried to pick him up and [his brother Xander] scrambled to pick up his boots. I was worried people were looking at him and wondering if he would be a killer when he grows up because people on the news keep saying this Adam Lanza might have some spectrum diagnosis … My son is the kindest soul you could ever meet. Yesterday, a stranger looked at Timmy and said he could see in my son’s eyes and smile that he was a kind soul; I am thankful that he saw that.”
Priscilla Gilman, Don't Blame Autism for Newtown – NYTimes



Statistical illiteracy may lead to parents panicking about Autism. | Simply Statistics.

Ecco in che genere di studi va una fetta significativa dei fondi per la ricerca sull'autismo. Rileggetevi Ari Neeman qui sotto.



Audizione sull'autismo alla Camera dei Rappresentanti USA: la visione dell'Autistic Self-Advocacy Network.



Ruby soffre di autismo? Ma fateci il piacere!!!.

(via Obliqua-mente)

Quel che mi chiedo io e' come e' possibile che una struttura pubblica paghi uno stipendio a una psicologa evidentemente del tutto incompetente come quella che ha testimoniato sull'"autismo" di Ruby in tribunale a Milano.



Don’t mourn for us” by Jim Sinclair
Forever reblog, come si direbbe su Tumblr.

(via Speculum Maius)




(via Giulilla75)
P. S. Anche se, a pensarci bene, la differenza mi pare prima di hardware che di sistema operativo.



Keynes blog.

Arrivo buon ultimo. Ma e' una lettura preziosa. Perfino quando non e' condivisibile.



Person-first language implies that autism can be separated from the person, which simply isn't true, according to Jim Sinclair, an adult with autism who cofounded the Autism Network International. In a widely circulated essay, Sinclair wrote that autism is such an essential feature of his being that to describe himself as a person with autism would be akin to calling a parent a "person with offspring" or calling a man a "person with maleness" (www.cafemom.com/journals/read/436505). Attempting to separate autism from personhood also "suggests that autism is something bad — so bad that it isn't even consistent with being a person."

(via CMAJ: Person-first language: Noble intent but to what effect?)



Is Everyone on the Autism Spectrum? — New York Magazine.

Fastidioso, superficiale, approssimativo, folkloristico.



Questioni primarie.

Floria si e' decisa per Vendola, con qualche ottima ragione. Ma qui si dubita ancora perfino se andare a votare.



I have often found myself in the somewhat amusing position of having to educate the professionals about my own case.PDD-NOS is atypical autism, or just plain autism if you dont want to be fancy about it. You're an individual–you share certain traits with the Spectrum, but your autism is expressed in a way that is not quite like anybody elses. Thats true of most of us, but perhaps somewhat more so for people with PDD-NOS. I like that about the diagnosis: It reduces, at least somewhat, the chances that assumptions will be made based on my label.

(via Reports from a Resident Alien – What is PDD-NOS?)

(lo so, questa e' veramente solo per insiders…)



La Stampa – Tagliate le gomme dell’auto al sindaco di Sant’Antonino di Susa.

Mi chiedo se quelli che scrivono TAV = MAFIA sui pendii delle montagne valsusine non hanno niente da dire su questi metodi di intimidazione mafiosa.



OMG, vedo solo ora les Chouquettes di ComidaDeMama.



Guerilla Historian.

A metà tra urbex e reportage storico, il lavoro di Dan Glass sul declino industriale americano e' interessantissimo.



Ricomincia da Te | Su la Testa.

Interessante — ma perche' a sinistra non si riesce ad evitare certo massimalismo nemmeno per sbaglio?



Generazioni (perdute e fallite) | contaminazioni.

Bello. Se trovo la voglia e il fiato (e sconfiggo la pigrizia domenicale la settimana prossima) provo a dire la mia.



Con la mia ex compagna, Kim Bordeneve, la mamma di James, siamo molto impegnati nel sostenere la ricerca per l’Angelman, per arrivare a una migliore diagnostica e a cure più efficaci. Il fatto è che si tratta una sindrome rara. Ecco, non come l’autismo, che è un fenomeno più vasto e che ha calamitato grande interesse da parte della comunità scientifica. L’Angelman riguarda un piccolo mondo, per fortuna, naturalmente.

Cosi' Colin Farrell sul Corrierone. Devo dire che non mi ero mai accorto che ci fosse una grande attenzione sull'autismo — e che si siano fatti grandi progressi nella diagnosi e nell'intervento… E' un caso di cencio che invidia la fortuna di straccio.



D’Alema: “Monti può far parte di un centrosinistra europeo” (da Articolo Tre).
D'Alema probabilmente e' anche convinto che le auto in Gran Bretagna circolino a destra.



La meritocrazia – Centro per la Riforma dello Stato.
Ovvieta' forse. Ma di questi tempi sono ovvieta' da non dimenticare.



Dinosauri | contaminazioni.

Tristemente condivido.



Fioroni: "No a coppie gay o mi candido" – Repubblica.it.
Si candidi, cosi' almeno ho un motivo per votare alle primarie. Contro di lui.



E io che stavo per installarmi Instagram sull'Androide nuovo…



La scacchiera di Adam Smith (Barbara Spinelli, insolitamente condivisibile, su Repubblica)



When execution gets cheaper, so should planning (via Seth's Blog)



I genitori speciali vanno maneggiati con cura, perché con altrettanta cura nascondono le loro ferite e le fasciano strette perché in piedi devono pur stare. E così può capitare che un banale urto come quello tra passanti frettolosi che inseguono i propri pensieri su un marciapiede, sia fonte di un dolore spropositato rispetto alle intenzioni di chi l’ha provocato.

via Speculum Maius.



Nei commenti del blog di Alfonso Fuggetta una discussione interessante sull'art. 18.




Shadows in the city – Philippe Cottier – geniale!



Il Doodle di oggi e' bellissimo:



Anche la lettera dei sindacati europei propone alternative ragionevoli alla tagliola intergovernativa franco-tedesca. Varrebbe almeno la pena di discuterne.



L'articolo di Prodi e Amato sul 24 Ore dello scorso 6 dicembre costituisce di fatto il contromanifesto rispetto alla lettera di Merkozy. Merita la lettura — e meritebbe la mobilitazione, se l'Europa davvero interessasse almeno un po' noi Italiani.



Quello che non c’è. L'ha detto dopo di me — ma siccome sta millemila lettori piu' in su di me, sono io che cito lui…



La redistribuzione attraverso i servizi pubblici è diminuita. Come in molti paesi OCSE, in Italia sanità, istruzione e servizi pubblici destinati alla salute contribuiscono a ridurre di circa un quinto la disuguaglianza di reddito. Gli stessi contribuivano a una riduzione della disuguaglianza pari a circa un quarto nel 2000. La spesa sociale in Italia è basata prevalentemente su trasferimenti pubblici, come per esempio i sussidi di disoccupazione, piuttosto che su servizi.
[...]
La quota crescente di reddito per la popolazione con le retribuzioni più elevate suggerisce che la sua capacità contributiva è aumentata. In tale contesto, le autorità potrebbero riesaminare il ruolo redistributivo della fiscalità onde assicurare che i soggetti più abbienti contribuiscano in giusta misura al pagamento degli oneri impositivi.
(dalla scheda sull'Italia del rapporto OCSE "Divided we stand" sulla disuguaglianza sociale)



Ocse: in Italia sale il divario sociale – In Italia la diseguaglianza tra i redditi più elevati e quelli più bassi cresce, e resta ben al di sopra della media dei Paesi occidentali. Lo rivela l'Ocse, in un rapporto su crisi e divario sociale. Nel nostro Paese, scrive l'organizzazione, lo stipendio medio del 10% più ricco è oltre 10 volte superiore a quello del 10% più povero (49.300 euro contro 4.877). Inoltre, la quota di reddito nazionale complessivo detenuta dall'1% più ricco è passata dal 7 al 10% negli ultimi 20 anni.
(da Repubblica, 10:53)



(sto lavorando 'round the clock — prima o poi torno)




(via Dasnake)



E' oggettivo che facciamo ridere. A me pero' vien da piangere.



Cara lettrice, caro lettore,in queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. La pagina che volevi leggere esiste ed è solo nascosta, ma c'è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarla davvero.

(Wikipedia:Comunicato 4 ottobre 2011 – Wikipedia)



Andrea Beggi ha — come sempre — ragione da vendere.



Perché, se ancora non ce siamo accorti, è proprio di questo che stiamo parlando: di legge della giungla, in cui il più forte sopravvive, o di civiltà evoluta, in cui a tutti, anche ai più spaventati, viene data una possibilità. E quando (con disgustosa espressione) parliamo di «classi pollaio», stiamo, in sostanza, decidendo da quale di queste due parti vogliamo stare.

(da Sempre un po' a disagio: leggetelo tutto, il post, perche' e' bellissimo. E in bocca al lupo a Roberto!)



Nearly 30 percent of Finland’s children receive some kind of special help during their first nine years of school. The school [of Kirkkojarvi] served 240 first through ninth graders last year; and in contrast with Finland’s reputation for ethnic homogeneity, more than half of its 150 elementary-level students are immigrants—from Somalia, Iraq, Russia, Bangladesh, Estonia and Ethiopia, among other nations. [...] The national goal for the past five years has been to mainstream all children. [...] Kirkkojarvi’s teachers have learned to deal with their unusually large number of immigrant students. The city of Espoo helps them out with an extra 82,000 euros a year in “positive discrimination” funds to pay for things like special resource teachers, counselors and six special needs classes.
Why Are Finland's Schools Successful? | Smithsonian Magazine.
Ho voglia di piangere.





… resterà la soluzione finale: far pagare i debiti degli italiani ai tedeschi, dando in garanzia alla Merkel un’ipoteca sulla scelta del prossimo inquilino di Palazzo Chigi. (Gramellini oggi sulla Stampa)

Che non sarebbe nemmeno tanto male, come soluzione. L'Italia non e' in condizione di autogovernarsi — e non sarebbe mica una cattiva idea dare in outsourcing il nostro governo ai tedeschi o agli svedesi.



Perfino il Front National — che non e' notoriamente un partito attento al politically correct — ha sospeso un proprio esponente perche' ha fatto dichiarazioni di sostegno ad Anders Breivik. Ci aspettiamo che la Lega faccia altrettanto con Borghezio.



A mia pare che quelli del centrosinistra debbono canciare sonata e dire peresempio: "u govenno bellusconi deve andare a farisi u 41bbis". Accussì allora ci capemu tutti senza confondimenti.

via I pizzini.



Sulla vicenda di Spidertruman la penso *esattamente* come Floria.



PICO pubblica un ottimo articolo sulle buone ragioni per non abolire le Province.



Sul blog di Alfonso Fuggetta si discute (un'altra volta!) di abolizione delle province.



Mi e' arrivato ieri il rapporto di Fondazione Agnelli, TreEllle e Caritas sui disabili nella scuola. Sto studiando, poi vi diro' che cosa me ne pare.



Borghezio: «Io malmenato a St. Moritz».
Ogni tanto una bella notizia





Not all differences are disabilities; but all disabilities are differences.
Having a disability does change your life–sometimes only a little; sometimes profoundly. Autism is a disability that affects your brain, and that means it affects your personality and identity to a greater degree than many disabilities do.
To me, autism is foundational to who I am. Without it, there'd be nothing but a neurotypical stranger. So I treasure my autism like any other aspect of myself.
Disability is not automatically a negative thing, however self-evidently bad the world seems to think it is. They seem to assume that a disabled person is just like a non-disabled one, only with some impairment; but that's not so. A blind person is not the same thing as a blindfolded seeing person; similarly, the experience of autism for an autistic person is not the same thing as the experience of autism would be for someone used to being NT. To an NT, being autistic seems scary and foreign; but for me, it is my everyday, normal life. If an NT assumes that it must be scary and foreign to me because that's what it seems like to them, then they come to the incorrect conclusion that my life is way worse than theirs. It's not. It's just my life–different but not inferior.
(da Reports from a Resident Alien)



Se non temessi di essere querelato per diffamazione dai contenuti del pannolino di XX, mi verrebbe voglia di dire che la Moratti e' una merda.



Di tutte le schifezze che ho visto o sentito negli ultimi mesi, l'applauso della Confindustria all'AD della Thyssen mi e' parsa forse la piu' schifosa.
Perfino Calderoli ha piu' decenza di loro.



Se vi sembra poco. Lo Scorfano sul perche' insegnare letteratura.
Bellissimo — ma prima o poi trovero' la forza di spiegare perche' non leggo piu' riesco piu' a leggere letteratura.



Ognuno riconosce i suoi: l'orgoglio
Non era fuga, l'umiltà non era
Vile, il tenue bagliore strofinato
Laggiù non era quello di un fiammifero.

(via Contaminazioni)



Io sto andando a votare per Fassino.
Perche' non e' entusiasmante, e' un po' triste perfino, ma e' una persona seria. Insomma e' uno che somiglia a Torino.
E perche' quell'altro ha dietro i peggiori capibanda del PD piemontese. Roba che basta vederli per voler votare chiunque altro.



But this is where awareness campaigns come in. Rather than using them to explain to people how horrible it is to have a child with autism, why don't we use them to explain to people what autism is like, how we live and how we have fun, how we solve problems, how we interact? Why not show people that autism is not a tragedy simply by giving them a realistic picture of what autism is like–the good, the bad, the everyday people who, like any human being, have problems but yet have the potential for a happy, worthwhile life?

via Reports from a Resident Alien – Culture of Prejudice.



Facciamo che non dimentichiamo. (da Piccole cose di un Calzino)
Non ho scritto nulla sul giorno della memoria. Ma qui non si dimentica. Mai.



Dentro questa griglia (l'accordo di Mirafiori, NdR) ci sono le vite di alcune migliaia di uomini e di donne. Ci sono centinaia e centinaia di famiglie, con la loro organizzazione spaziale e temporale, con la loro rete di relazioni, con le loro concrete esistenze. Ci sono, appunto, delle «persone»: è il loro «tempo di vita», divenuto una sostanza spalmabile a piacere dall'impresa sulle proprie catene di montaggio

(da il manifesto del 12 gennaio)



"In nessun paese europeo l’industria dell’auto ha tentato di eliminare un sindacato critico della strategia aziendale dalla possibilità di negoziare le condizioni di lavoro e di rappresentare i lavoratori. L’accordo Fiat di Mirafiori riduce le libertà e gli spazi di democrazia, aprendo uno scontro che riporterebbe indietro l'economia e il paese."

(da “Produrre e lavorare meglio, con democrazia. Solidarietà alla Fiom” – Lettera di 46 economisti pubblcata su MicroMega)



Ogi pomeriggio alle 17.30 in Piazza Garibaldi ci sara' una fiaccolata indetta dalla FIOM e da MicroMega contro l'accordo di Mirafiori.
Gli impegni di It non ci permettono di essere presenti, ma avremmo voluto.



Berlusconi telefona a Mubarak: "Con tutto quel che ho fatto per difendere tua nipote…"



Intervista a Camusso su Repubblica. Mi sembrano le parole piu' sagge che io abbia letto recentemente.



"Sebbene la magistratura italiana sia tradizionalmente considerata orientata a sinistra, l'ex premier ed ex ministro degli Esteri Massimo D'Alema ha detto lo scorso hanno all'ambasciatore (Usa, ndr) che la è la più grande minaccia allo Stato italiano". Lo scrive l'ambasciatore americano a Roma, Ronald Spogli, in un cable del 2008 targato Wikileaks e pubblicato da El Pais.
(via Repubblica)

(no, non commento: si commenta da se')




Ce n'e' dappertutto tranne che qui in Piemonte. Oggi a Prato Nevoso It ha sciato sulla neve artificiale…
(foto da "La Stampa")



Dopo la colazione con un croissant di sfoglia di Roletti — stento a credere che oggi sia lunedi'.



Questa roba mi schifa al di la' di quel che riesco a dire.
Da conati di vomito.
Letteralmente.



La Russa si paragona al D'Annunzio del volo su Vienna.
A me e' sempre sembrato un po' stupido e ridicolo anche l'originale — figuriamoci la copia senza talento.
O mi inganno io — ed e' una geniale rivisitazione tra il situazionismo e la parodia?



Autistico? Niente mensa scolastica.
(via autismoincazziamoci.org)



Trentatré trentini in francese.
Che strano — a me riescono meglio che in italiano.



A quasi nessuno dei lettori di The Rat Race il nome di Ermanno Conti dice qualcosa. Pero' era una persona per bene, un politico di quelli attenti davvero al bene pubblico, un uomo limpido. In epoca di rottamatori, era uno di quei vecchi che avremmo voluto eterni.



Peccato che tanti italiani saliti in montagna o internati in Germania dopo l'8 settembre non siano più qui a commentare questo gemellaggio ardito (in ogni senso): vi avrebbero spiegato la differenza fra «Bella ciao» e «Giovinezza» meglio di me, anche se con toni meno ilari.

(Gramellini, Giovinezza ciao – LASTAMPA.it, da leggere per intero)



Il libro collettivo in memoria di Paolo Zocchi — come previsto — e' finalmente disponibile online e puo' essere scaricato gratuitamente (sotto licenza Creative Commons) da qui.
Tra tante cose piu' interessanti, c'e' un mio articolo sull'importanza della rete per la comunicazione (e la liberazione) delle persone autistiche, che trovate pure qui.



Sta partendo Lettera43. Sembra interessante.



Don't feed the troll.



Che Francesco Merlo sia una penna insopportabile e spesso insulsa e' — almeno per me — risaputo.
Ma che, nella sua confusione e nel suo pressappochismo, potesse arrivare a citare il povero Ungaretti sbagliando la lettera e fraintendendo il senso — sinceramente non l'avrei creduto.



Fa troppo caldo perfino per avere un blog



Ma che bisogno c'era di scavar fuori per un'intervista Marcello Pera, uno degli uomini piu' inutili e meno rimpianti della storia universale?



"E' autistica, niente cassa disabili".
Notizie di discriminazioni come questa si moltiplicano tutti i giorni.
Il clima feroce di questo paese sta cominciando a far sentire i suoi effetti.



Sono troppo schifato per commentare.
Vorrei soltanto che i responsabili pagassero caro — ma veramente caro.



If no(w) Europe: da leggere e da discutere.



Forse abbiamo un motivo per volere un iPad.
Finora non ne avevamo sentito proprio nessun bisogno, ma a quanto pare funziona molto bene come supporto alla comunicazione e all'apprendimento dei bambini autistici.



.mau. "mi ha fatto riderissimo".



Son proprio contento di non essermi mai fatto attirare dentro il Faccialibro.



Neuron – Normal Movement Selectivity in Autism.
In questo articolo si sostiene che non c'e' connessione tra neuroni specchio ed autismo.
Qualcuno e' in grado di dirci il livello di affidabilita' della rivista e del gruppo di ricerca?



Lo leggo in ritardo, ma questo articolo di Stefano Jesurum sul rapporto tra Diaspora italiana e Israele mi pare bellissimo.
(da Keshet)



Autism Hub ha sospeso le attivita'.
Qui si spera che riapra presto, perche' e' uno strumento prezioso di comunita'.



Leggetelo. E basta.



Una mia foto partecipa al concorso della Stampa "Un anno alla finestra"




Per qualche imperscrutabile ragione, da qualche giorno il video preferito di It su YouTube e' il trailer di "Finding Nemo" in dialetto bernese.



Posso dirlo, che Panebianco mi sta irresistibilmente sulle palle – a prescindere?
Ma irresistibilmente. Tipo, piu' di Schifani.



"It seems like a sit-com. I mean, it’s quite funny, at least until you realize that it’s really happening."
(il commento di un giornalista danese sugli avvenimenti della politica italiana – via Strepitupido)



Mi tocca concordare con Rectoverso.



Facciamo un sogno: che il governo chieda scusa pubblicamente ai cittadini; che l'opposizione risponda con un significativo silenzio; che la Camera tutta riconosca autocriticamente che la vita politica italiana da troppo tempo non è all'altezza delle aspettative dei cittadini; che tutte le parti politiche promettano di comportarsi lealmente e consensualmente. Purtroppo è solo un sogno.
(Gian Enrico Rusconi, su La Stampa di oggi)



"Particolarmente penosa è la situazione del ceto intellettuale che [...] non è in grado di andare oltre le diagnosi più impietose. E quando lo fa, le sue suonano come prediche edificanti."
(Gian Enrico Rusconi, "La classe dirigente e' scomparsa" su La Stampa di oggi: condivisibile ma, come si suol dire, medice cura te ipsum)



Probabilmente arrivo buon ultimo, ma questa specie di Math for Dummies a me piace un sacco.



La Binetti se ne va dal PD. Fusse che fusse la volta bona?




(via Paese Seia)
Mah, io qualcosina da ridire anche su di Lui ce l'avrei.
(certo, i fan club sono peggio)



To focus on a cure when there is no cure is a very good way of saying, "We don't want autistic people in our community; we don't want to have to deal with the hassle; we don't want to have to deal with people who are different. We just want them cured so that they will be like us."
(da Chaotic Idealism: tutto il post e' da leggere)



Io sono PC. Sono scadente e maldestro, ma del resto anche l'universo lo è. È pieno di oggetti imperfetti che si rompono. Molta gente ha bisogno di vedere il Sacro Graal, o il Gadget Perfetto ogni sei mesi, ma io no. Anche se mi regalaste il Graal, mi cadrebbe di mano, lo scheggerei, maledirei i numi. Sono fatto così, ma il punto è che siete fatti così anche voi. Regalatevi pure il nuovo oggettino, ma ricordate: l'universo è graffi, cadute, crash di sistema, bug, surriscaldamenti, entropia, e polvere soprattutto, tantissima polvere. Particelle dei gadget dei nostri antenati.
(Leonardo)
[Si', lo so, oggi sto tumblrizzando il blog]



Le coppie gay? Non esisteranno per il prossimo censimento (via RdM, che invita a firmare questo)



Lo studio che sostiene la relazione tra vaccini ed autismo e' stato ufficialmente ritirato da The Lancet, in quanto "E' ormai chiaro che diversi punti del lavoro del 1998 di Wakefield … sono scorretti".
(da Il Sole 24Ore)



I've lost the Game.



Che schifo di mondo.
Update. Anche in Italia: che schifo di mondo.



Stranezze. E' arrivato *oggi* un trackback da Dotcoma. Del 2007.
E poi ci lamentiamo delle Poste Italiane.



Ci voleva quest'articolo della Stampa per sapere che se dormi abitualmente meno di sei ore vai in debito di sonno?
Per altro, qui non si dormono sei ore per notte da non mi ricordo piu' quando. Forse e' per questo che ho il cervello in pappa.



Non lo conosce quasi nessuno, ma a me le sue foto piacciono tantissimo.



Ubi caritas…
(a me le feste mi rendono acido, ma questi qui aiutano…)



Buone Feste, brava gente
(leggete e ditemi se avete ancora voglia di far festa)



Un po' di foto fatte a Venezia sono qui.



L'ineffabile Sindaco di Varallo (vedi qui e qui) ha colpito ancora. (da Repubblica)



E' tanto che ho smesso di praticare la letteratura — anche come semplice lettore — quindi ho scarsa voce in capitolo.
Ma a me questo post di Floria pare sacrosanto.



Mantellini: ovvio, condivisibile e deprimente (il post, mica lui).



L'Unione Europea ha aperto una consultazione online sulla definizione di una nuova strategia comunitaria (2010-2020) dedicata alle necessità delle persone disabili.
Si puo' compilare il questionario online qui.



"Non è una questione di astratta etica dell’uguaglianza (che pure avrebbe il suo peso) ma di concretissima necessità di dare a tutti i cittadini una casa comune. Sennò c’è sempre una parte che si sente invitata a casa d’altri. Altri gentilissimi, per l’amor del cielo, altri che ti dicono “resta qui tutto il tempo che vuoi” e ti danno una stanzetta da arredare a tuo piacimento e un ripiano del frigo dove conservare il tuo cibo, e non ti infastidiscono se, mentre loro preparano in salotto l’albero di natale comprato con i soldi della cassa comune, tu stai nella tua cameretta, ma sempre altri.
E invece qui in Italia, noi italiani non cattolici, siamo a casa nostra."
(Luzmic, in questo commento a questo post di Manteblog)



Se questo fosse un paese civile — o anche soltanto un paese con un minimo di decenza — questo signore sarebbe stato licenziato in tronco.



Ogni tanto si legge una pagina che merita di esser tenuta come una bussola — e come un richiamo a quel che dobbiamo essere.
Claudio Magris ieri a Francoforte.



La Rat-Family e' a Berlino.
Ha visto da lontano la manifestazione di Roma (che bella), e sta cercando di risparmiarsi quella di qui.



Anche voi siete sommersi di visite con referrer patrizia daddario (sic)?



Ma i preti pedofili sono molto peggio.
(chi di generalizzazioni ferisce…)



L'shana tova
(Rosh Hashana inizia questa sera)

P. S. Per cena: risotto con anatra e uva sultanina; albese con melograno e arancia; mele e miele.



Questo post di Leonardo fa pensare.
Non so se sono d'accordo, ma fa pensare.



Sono allibita di fronte al mio Paese che sprofonda nella totale indifferenza (incoscienza? calcolo?…) di chi dovrebbe fare qualcosa per evitarlo. (benvenuta nel club…)
(da Senza perdere la tenerezza)



Evidentemente in me i geni femminili sono belli robusti, perche' la mia aracnofobia e' proverbiale.
A pensarci bene, non sono nemmeno predisposto a essere un buon cacciatore.



Originally, pre-birth, I hoped that my children would be happy, healthy and normal. Just that. No more ambitious than that. It’s quite a tall order in today’s world. We have ‘happy.’ We have ‘healthy.’ ‘Normal’ is only a question of definition.
(da Whitterer on Autism)



Immigrata e madre di un bambino autistico: aggredita e picchiata perche' suo figlio ha tirato un sasso.
"Torna al tuo paese, porta via quel bastardo di tuo figlio e mettilo in manicomio".
E' successo qui a Torino — e noi ci chiediamo in che razza di posto viviamo.

(no, per certa gente nessuna carita' — io spero che agli aggressori di quella mamma capitino cose brutte — ma brutte veramente)



Una mamma di un bambino autistico racconta "l'incubo" di crescere suo figlio. Una persona autistica adulta le risponde sull'incubo di essere figli non accettati. Meritano una lettura entrambe, su Motherlode, il parenting blog di Lisa Belkin del NYT.
Ci torneremo sopra.



Non sarei certissimo che il colore sia importante.
Però sto cercando di capire qual è la causa e quale l'effetto nel rapporto causa/effetto tra il possedere un'Audi ed essere uno str***o (la correlazione non è perfetta ma altissima).

(.mau. nei commenti a questo post di Leonardo)

(Noi lo pensiamo da anni che i proprietari di Audi sono piu' o meno tutti str***i — e a dire il vero, se fossimo sicuri che l'Audi e' la causa e non l'effetto, quasi quasi faremmo l'investimento di comprarne una)



Io credo che avrebbe fatto meglio a candidarsi.
Pero' a questo punto se davvero vuol fare la mozione degli astenuti io sono con lui.



Questo va visto (e — stando in Italia — invidiato, purtroppo)



Qui si porta il lutto per Viareggio.



Un po' alla volta qui si stanno cominciando a trasferire i vecchi post
(per i commenti ci vuole piu' tempo)



Una bellissima idea, secondo me.
(via La Stampa di carta, pag. 39 dell'edizione di oggi 25 giugno 2009)



La vicenda e' stata orribile — e ancora oggi ci colpisce come un fatto personale — ma a quanto pare c'e' un giudice a Berlino Torino



Un po' alla volta qui si mette ordine nel blogroll e nei link. Abbiate pazienza.



Sto faticosamente scrivendo un pippone sul discorso di Netanyahu. Nel frattempo rimando a questo articolo di Yossi Alpher.
(da Bitterlemons)



Se questo articolo di Giannini dice la verita', allora non hanno capito niente.



Fossi a Roma l'11 giugno, io qui ci andrei.



Alle dieci domande di Gramellini, temo che la gran parte degli Italiani risponderebbe con nove si' e un no.



Oggi a New York apre la prima sezione del parco della High Line.
Qui c'e' il sito, qui il blog — e qui il photogroup su Flickr. Meritano un giro.



Viejo verde. Una chicca da Lia.



Ecco, io la penso proprio come Alfonso.



MK diventa grande e Autista, il blog di suo padre, chiude. Ci manchera'.



Per solidarieta', questo blog andra' a mangiare qui.
Pagando il conto intero, ovviamente.



Su Whitterer on Autism una bellissima storia sull'empatia dei bambini autistici. "Rats to the theory of mind".



Sulla vicenda del testamento biologico non trovo nemmeno piu' le parole.



Ilvo Diamanti ritorna sugli "ex-voto".
Non condivido tutto quel che dice — ma ora non ho tempo per argomentare.



Qui si sottoscrive ogni parola di questa lettera.



No, di quella cosa li' non parlo.
Non riesco a convincermi che ci sia qualcosa da dire.



No, di quella cosa li' non parlo.
Non riesco a convincermi che ci sia qualcosa da dire.



Due Stati, due popoli? Illusione, secondo Barbara Spinelli sulla Stampa di ieri.



Anche io lo voglio, il menu della Simo



E adesso, fermatevi.



Carlo Federico Grosso, sulla Stampa di oggi, spiega con semplicita' tre motivi per cui il disegno di legge su Eluana Englaro e' inaccettabile.



Qui si condivide in pieno la scalfarata domenicale.
E ci si aspetta dal PD un comportamento parlamentare coerente con la gravita' della situazione. Cioe' una battaglia all'ultimo sangue sul ddl che arriva al Senato domani. Ostruzionismo compreso, fino all'estremo.



Alessandra su Manteblog – da leggere e sottoscrivere.



I pensierini di Leonardo meritano lettura e discussione.
Ci ragiono un po' e — compatibilmente con il tempo, le forze e It — magari dico la mia.



Gad Lerner sul negazionismo cattolico e sul dialogo interreligioso (da Repubblica)
E un altro po' di spazzatura negazionista cattolica. Davvero, a quanto pare, il vescovo Williamson non e' un alieno. E forse la Chiesa cattolica ha davvero bisogno di "disinfettare" se stessa, prima di pretendere di esercitare qualunque autorita' morale.



Il mio piu' vecchio e piu' caro amico ha aperto un blog.
E il suo primo post mi pare un esempio di lucidita' — raro di questi tempi.
Benevenuto Axel.



Le thumbnails delle nostre foto su 23 per qualche strano motivo non funzionano.
Sono percio' disabilitate fino a che non trovo il tempo di sistemarle.



Mi da' troppo la nausea leggere le dichiarazioni di Benedetto XVI sul suo predecessore Pio XII.
Quindi non le commento — ma la prossima volta che qualcuno mi parlera' del magistero morale della Chiesa credo che prendero' chiodi e martello.



Ora pero' aspettiamo che Obama venga a gonfiarci la bicicletta.



Sul giallo relativo all'assunzione dei disabili nella nuova Alitalia interviente Flavia Amabile su La Stampa.
Ma continua a non esserci chiarezza.
Mi correggo: c'e' un comunicato stampa di CAI che smentisce in maniera piuttosto categorica le affermazioni dei sindacati di base.
Dunque ERA una bufala. Per fortuna. E fino a prova contraria.



Lo leggo in colpevole ritardo, ma questo post di Ribat al Mujahid mi pare condivisibile in toto.
(Giusto per riprendere un po' di ragionamenti sulla prospettiva religiosa)



Sull'importanza del tempo pieno Bankitalia ha scoperto l'acqua calda
(da Repubblica).



Qui si trovano illuminanti i pensieri da sala prof. di Lia.
E si aspetta con ansia anche che venga avanti il cislino.
A proposito di prof. che dicono cose pienamente condivisibili sulla "riforma" della scuola: Floria ha scritto al ministro. Ma il ministro sa leggere?



Autista scrive un bellissimo post sui progressi linguistici di suo figlio — e sul fatto che noi genitori non dobbiamo mai pensare che i nostri bambini "non potranno mai…"



Per tutti quelli che vorrebbero curare l'autismo:
So if a person with asthma, a person with epilepsy, a person with diabetes, etc. were cured of their conditions, they would probably be a lot happier and essentially be the same person with the same personality and the same friends and all that.
If I didn’t have autism anymore….I don’t know who I would be. That is a scary thought, really. I don’t know if I would like the same things, read the same books, even be married to my husband, have the same relationships with my family. What would I be doing without autism? I could be leading a completely different life.

(da Infinite Diversities)



Il Papa: Pio XII difese gli ebrei (La Stampa)
In Toscana si aggiungerebbe "E Gesu' Cristo e' morto dal sonno"



Black Cat ha ricevutoThe phone call da Carrefour



Cloridrato di sviluppina con la solita fulminante cattiveria



A quanto pare in Francia sono messi peggio di noi sul piano dell'integrazione scolastica degli alunni disabili.
(via le Monde)



OK, ora so che cosa voglio fare da grande.
OK, now I know what I want to do when I grow up.
(via Repubblica)



“Well, they do scare me, and I have a right to not be scared.” Actually, no, you don’t have a right to not be scared. You do have a right to be safe, although that right isn’t a guarantee. Sometimes there is a difference between true safety and the perception of safety [...]
NTs Are Weird: The Right to not be Scared
(parla di disabili, ma quel che dice sulla "percezione di [in]sicurezza" si puo' trasferire pari pari alle questioni di cui discutiamo tanto in Italia)



Un piccolo coup de coeur: Paris sous la pluie



Questo bel post di Metilparaben merita la lettura — anche da chi non ha figli-fratelli-parenti-amici disabili.
Imparare a non far da soli pero' — credeteci — mica e' facile. E credo che a It nemmeno piacerebbe, a dirla tutta.
(via RdM)



Per favore, qualcuno ci dica che questa notizia e' una bufala.
(non era una bufala, ma il Comune di Genova ci ha messo una pezza)
(da Repubblica e Il Secolo XIX)



Vale la pena di confrontare queste due notizie.



Ho trovato assai interessante quel che Safran Foer dice sulla diaspora e sull'identita' ebraica in questa intervista alla Stampa



Pietro del Vocablogario ci fa l'onore di fare una sosta su The Rat Race.



Di questi tempi — e con l'aria che tira a Torino, questa mostra e' una gran bella idea.



Ho sempre pensato tutto il male possibile di Ceronetti.
Ma questo articolo sulla Stampa del 17 marzo, in cui sostiene che lo stato palestinese non puo' (e probabilmente non deve) vedere la luce, e' anche peggio di quel che potevo aspettarmi.



Repubblica se ne accorge ora. Harlem.org e' nei miei bookmarks da anni.



I Lego compiono cinquant'anni oggi (via Slashdot)



Ho scoperto Ribat al mujahid grazie a Lia — ed e' stato un colpo di fulmine.



Jean-Claude Monod sulla laicita' (in Francia). In Italia si sarebbero gia' stracciati le vesti… (da Le Monde)



E anche oggi un morto sul lavoro. A Bolzano. Io la penso esattamente come Sauro di Piccolo Blues (via Pensieri Spettinati).



I wouldn't steal e' la risposta intelligente all'odioso spot contro il download dei film che vi somministrano ogni volta che andate al cinema o guardate un dvd.
(via undo)



Qui non si vorrebbe, ma si condivide il tono e lo sconforto di Ilvo Diamanti su Repubblica di oggi



A me l'articolo di Concita De Gregorio su Repubblica di oggi pare una brutta insalata di luoghi comuni. Senza un minimo di analisi vera.



Sulla Stampa di oggi due articoli che condivido pienamente: quello di Barenghi (L'ammaina bandiera dell'Ulivo) e quello di Tornabuoni (Trent'anni di cinismo sull'aborto). Che la buona vecchia cara Busiarda stia diventando un pericoloso foglio sovversivo?



Trenta milioni di euro per il software libero nella PA: ho firmato anche io una lettera per chiedere come vengono spesi.



(via Haramlik)



Questo post a proposito della moratoria sull'aborto mi pare pieno di buon senso. Ma forse il buon senso non e' di moda tra i teo-qualcosa italiani.



La mia storia personale e' in parte diversa dalla sua, ma oggi come oggi mi sento piu' o meno come Bloggoanchio.



Da leggere e mandare a memoria: da Reports from a Resident Alien.



Secondo me questa dovrebbe essere una lettura obbligatoria per chiunque abbia a che fare con una persona autistica.



Autista ha scritto un post bellissimo sulle etichette che si appiccicano addosso ai bambini diversi dalla media



L'autocitazione e' cosa poco elegante. Ma in occasione della festa di Sukkot quel che avevo da dire (e il mio augurio) e' scritto qua.



Bob Dylan e' sicuramente il mio candidato.



Siamo appena tornati dall'ospedale, noi stremati molto piu' di lui. Il tempo di entrare in rete e leggiamo questa lettera: non e' un buon rientro, nemmeno per noi che il sostegno quest'anno non l'avremmo comunque.



Qualcuno con maggiore cultura medico-scientifica di noi ci puo' dire quanto e' solido questo articolo comparso oggi su Tuttoscienze de La Stampa?



Gaspar Torriero, da par suo, stronca l'espressione "user generated content"



Per ora solo i link al sito e al blog di Joel Smith. Poi provero' a capire che cosa ne penso e a dirvelo. A prima vista mi paiono preziosi.



Metilparaben illustra cifre alla mano come viene impiegato l'8 per mille dalla Chiesa Cattolica.
Questo blog il suo 8 per mille lo da' a qualcun altro. E invita tutti a fare lo stesso.



Floria dice le cose che spiegano come mai ho smesso di fare l'insegnante.



Da gentile, per quanto vicino all'ebraismo, non ho titolo per firmare questa dichiarazione. Ma sono felice che qualcuno l'abbia scritta — e mi ci riconosco.



Curzio Maltese ha fatto imbestialire Floria. E ha ragione Floria. Da vendere.



Barack Obama ha chiesto che i dibattiti della campagna presidenziale americana siano rilasciati sotto licenza Creative Commons.
(via Slashdot)



La discussione con Morris sull'uso del termine terrorismo continua a casa sua, qui.



09 F9 11 02 9D 74 E3 5B D8 41 56 C5 63 56 88 C0
(no, non sono i numeri di Lost)



Da Floria il (quasi) lieto fine della storia della censura ai prof che discutono di DICO



Questi signori propongono libri di testo per la scuola in formato elettronico e con licenza CC



A Palazzo Bricherasio a Torino c'e' una mostra di Romano Levi



Paragonare il terrorismo islamico alla Shoah e' una forma di negazionismo secondo Bradley Burston su Ha'aretz



Censurati i docenti che parlano in rete di DICO e di laicita': ce lo racconta Contaminazioni.



Lo vedo in ritardo, ma non posso che applaudire a questo post di Leonardo



Condivido appieno quel che dice Marco su Oddifredi e dintorni. Poi ne riparliamo.



Secondo Shalom Achshav il 32% delle terre su cui sono costruiti gli insediamenti israeliani del West Bank appartiene a privati cittadini palestinesi.
So che la notizia non dice molto a chi non osserva da vicino le vicende dell'occupazione: ma la proprieta' pubblica delle terre su cui sono costruiti gli insediamenti e' uno degli argomenti piu' ricorrenti che Israele usa a difesa della legittimita' dei settlements.



Che bello! Contaminazioni ha riaperto i battenti!



Anche la Stampa si e' accorta di Pandora.



E' tornato Musicovery e io non lo sapevo!



Quando lo Stato perde la ragione e l'umanita'. Non chissadove: proprio qui, a casa nostra.



Due amici pisani tentano un esperimento raro: un blog "di impegno civile molto locale".



Colpevolmente, scopro solo oggi I pizzini di Bernardo P. Da non perdere.



La Provincia di Chieti rispolvera lo slogan "Il lavoro rende liberi". Pare che il Presidente l'abbia letto da qualche parte.



Poco tempo e poca voglia per scrivere in questi giorni. Ma segnalo questo editoriale di Ha'aretz che dice proprio quello che penso.



Shmuel Rosner ha messo insieme una interessante "war guide to winners and losers"



Seguendo il suggerimento di Intempestiva, questo blog aderisce alla campagna di Amnesty contro la censura in internet.



Jean François Daguzan su Le Monde dice cose che condivido sulla strategia militare israeliana in Libano



Tahar Ben Jelloun e Amos Gitai sulla guerra in Libano (da Le Monde, ovviamente)



Un post importante sul tema dell'acqua nel conflitto israelo-libanese. Petrolio e' un blog davvero interessante.



Sottoscrivo in pieno questo articolo del vecchio Jimmy Carter sugli eventi in Medio Oriente.



Una interessante lettura economica del conflitto tra Israele e Libano su Il rumore dei miei venti.



Un'analisi interessante sugli effetti (nulli o quasi) dell'azione israeliana rispetto ad Hezbollah.



Un panorama curioso di come la blogosfera israeliana reagisce alla guerra in questo articolo di Ha'aretz.



Rodota' su rete e democrazia. Magistrale, come al solito. Credo che oggi a Venezia, a questo bel convegno, dira' piu' o meno queste cose.



Un altro amico che apre il suo blog. Buona navigazione. E chiudi le finestre che piove.



Su www.lacostituzione.it il testo comparato della Costituzione *vera* e di quella che Calderoli & co. vorrebbero appiopparci.
Se avete ancora dubbi, correte a leggere e a votare NO.



Una posizione ebraica molto condivisibile su Benedetto XVI ed Auschwitz (da Ha'aretz).



Delizioso (non nel senso di del.icio.us).



Oggettivamente, questo articolo di Biagi sull'Espresso e' uno schifo.



Me l'ero perso, e lo scopro grazie a Rachele: Ebrei for dummies.



Su CorpoAnima&Frattaglie una competizione tutta Bogia-nen tra Novi e Alba.



Da quando ha smesso di chiamarsi NDV, l'avevo persa di vista.
Sono ricapitato per caso su (c)assetto variabile e l'ho trovato irresistibile.



Da Uyulala ricevo la segnalazione di questo articolo sul Papa ad Auschwitz. Mi pare assai condivisibile.



Sulla Festa della Repubblica non posso che ripetermi.



Herzog, da par suo (e perfino di piu')



Ho appena buttato via 476 commenti-spam. Spero di non aver cestinato qualche commento vero li' in mezzo: se e' cosi', chiedo scusa e rimandatemelo.

(per il resto, non siamo morti — solo terribilmente sotto pressione)



Da oggi tra le mie letture c'e' daRkSidE blog, che ho scoperto solo ora, ma con cui sento una notevole affinita'.



Alla SIAE hanno bisogno di uno strizzacervelli bravo (come dice Mantellini)



Un'intervista alla figlia del grande Bartolo Mascarello.



Qui si incrociano le dita, ma a quanto pare i coglioni se lo sono levato dai coglioni



Akiva Eldar su Ha'aretz dice cose molto convincenti sulle trattative per il nuovo governo in Israele e sulle politiche che Kadima e la sua coalizione stanno mettendo in cantiere.



Ci sono (finalmente!) dei nuovi sonetti!



Miserabile fallimento, lo scoprono ora. Se leggete Mantellini, c'e' da morire dalle risa.



Trovo di una bruttezza ripugnante questo articolo di Lorenzo Mondo sulla Stampa. Poi argomentero', ma intanto volevo dirlo.



Devo dire che la radio di Marco su Pandora mi piace quasi piu' della mia.



Credo che "Militanti" possa essere una trasmissione interessante. Io provo a guardarla.



Da oggi nel footer anche i feed RSS alle foto pubblicate su 23 e ai preferiti di The Rat Ra…dio su Pandora.



Sante parole quelle di Marco Zatterin su La Stampa di oggi:
"Invece che stringere le maglie dei controlli e minacciare con la galera chi scarica canzoni da Internet, le autorità potrebbero liberalizzare a tutto tondo il downloading dalla grande rete."



Comunicazione di servizio.
Ho appena cancellato 241 commenti-spam.
Se in mezzo c'e' finito anche qualche commento vero, chiedo scusa — rimandatemelo e lo pubblico.




Firmate anche voi l'appello "tunisi mon amour" per una Carta dei diritti della Rete.



A me MyBlogLog e' piaciuto parecchio, come idea e come spirito.



Altri due noti antisemiti dicono la loro su Sharon



Insky ha un occhio favoloso — e le sue foto di NY meritano la visita.



Da un sacco di tempo rimando un post sulla situazione in Israele.
Per ora leggetevi Akiva Eldar e Gideon Levy che dicono quel che penso anche io su Sharon.



Un po' in ritardo segnalo il meraviglioso ragu' di Haramlik.
L'unica cosa buona del Natale.



Grazie a Fabbrone ho scoperto Pandora, che e' un software geniale. E allora, ecco The Rat Ra… dio



E' sabato mattina, c'e' un sole sfolgorante e io sto ascoltando questa



… e cosi' si conferma che Rutelli ha fatto l'ennesima cazzata.



Il guaio e' che Alessio ha fin troppa ragione.



Secondo RaiNews in onda domani mattina 8 novembre, gli USA hanno usato il fosforo nei bombardamenti contro Fallujah.



Petizione per chiedere a Microsoft di supportare OpenDocument
(via attivissimo.blog)



Evidentemente arrivare prima di Repubblica e' proprio facile…



Flock, il browser "specializzato" per blogger
(Via smeerchblog)



Tutte le foto della testata e della sidebar sono ospitate su 23: questo e' un blog deflifckrizzato.



… e Le Malvestite mi sembra partito moooolto bene.



Da padre di una preadolescente, questo post l'ho apprezzato.


Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto