lunedì, 20 maggio 2013
Io non chiedo scusa
Nelle categorie: Politica e altre indignazioni — Scritto dal Ratto alle 9:25 pm

I renziani milanesi hanno promosso l'idea di una petizione tra gli elettori democratici per chiedere scusa a Prodi. A me sembra un'iniziativa — scusate la franchezza — tra l'infantile e l'idiota.
Gli unici che dovrebbero scusarsi, se mai, sono i centouno che hanno impallinato Prodi in occasione dell'elezione del Presidente della Repubblica. Ma loro, acquattati nel loro anonimato mafioso (querelatemi, cosi' almeno scopriamo chi siete), se ne guardano bene, ovviamente. Anche perche' non e' che hanno votato contro Prodi per sbaglio.
Io non chiedo scusa — se mai potrei pretendere io delle scuse dal partito che ha tradito il mio voto. E poi "chiedere scusa" non e' una categoria politica: va bene se ho rubato le caramelle, o se ho urtato qualcuno per sbaglio sull'autobus. Ma non ha senso chiedere scusa per aver affondato, insieme a Prodi, l'idea stessa che stava dietro al PD: questa e' una scelta politica — ed e' una scelta perfino legittima, per quanto sciagurata. Se ne porta una responsabilita' *politica* davanti al paese e agli elettori. Quindi non avrebbe senso nemmeno se a scusarsi fossero i centouno.

(se mai, il problema etico e non solo politico e' la totale opacita' del processo che ha portato al sabotaggio di Prodi e della linea del PD: perche' rende impossibile l'assegnazione di responsabilita' chiare a soggetti precisi. Io credo che l'assenza del vincolo di mandato sia una delle tante cose sagge della nostra Costituzione; ma credo anche che sia dovere dei rappresentanti mettere gli elettori in grado di giudicare il loro operato. Si chiama accountability — ed e' uno dei principi base delle democrazie occidentali. L'anonimato dei centouno in questo senso non e' soltanto omerta', e' un vulnus al fondamento stesso della rappresentanza)

2 Commenti a “Io non chiedo scusa”

  1. Giuliana ha scritto il 21 maggio 2013 alle 10:01 am

    Concordo con ogni singola parola di questo post e mi chiedo, sempre più affranta, chi potrei votare se le elezioni fossero domani…

  2. manuela innocenti ha scritto il 22 maggio 2013 alle 8:12 am

    Carissimo Angelo, nel tuo post hai usato una parola chiave che riassume tutto quello che si può dire in merito: omertà.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto