venerdì, 25 gennaio 2008
Considerazioni sconclusionate sulla crisi di governo
Nelle categorie: Politica e altre indignazioni, Umori e malumori — Scritto dal Ratto alle 1:36 pm

Io non so se Prodi abbia fatto bene ad andare fino in fondo in una battaglia persa come quella della fiducia al Senato. Non so se abbia fatto bene per l'Italia, o per la sua parte politica. Ma so che non posso non provare una simpatia profonda, umana e istituzionale (non necessariamente politica), per la coerenza e per la trasparenza di questo percorso. Si dice da anni, da quando ho memoria della politica, che le crisi di governo extraparlamentari sono un'aberrazione — che la Costituzione non le prevede, e cosi' via. Ma ogni volta che si arriva alla caduta di un governo si cerca di evitare il passaggio parlamentare. Personalmente sono contento che questa volta non sia andata cosi' — che ognuno si sia dovuto prendere una responsabilita' visibile e chiara del voto che ha espresso — e del modo in cui ha utilizzato la delega ricevuta dagli elettori. Dove non c'e' vincolo di mandato, come (io credo giustamente) recita la nostra Costituzione, il contrappeso dev'essere la trasparenza che permette all'elettore di giudicare il suo eletto.
Si parla molto di riformare la Costituzione, di ritoccare le nostre istituzioni. Credo che sia indispensabile: ma prima di poterlo fare, bisognerebbe cominciare a rispettarle, le istituzioni. Ecco, per dirla in due parole, io ho l'impressione che ci sia un disperato bisogno di intransigenza e di radicalismo istituzionale, oggi in Italia — ed e' una merce politica che nessuno e' disposto a mettere sul mercato. Ci ha provato Prodi, almeno a intermittenza. Ce ne siamo sbarazzati.

Una nota privata: quando l'avventura prodiana e' cominciata, mia figlia maggiore aveva pochi mesi. Ora e' in terza media. Per uno come me, che ha mangiato pane e politica per praticamente tutta la vita, la sensazione di queste ore e' un intreccio inestricabile e piuttosto doloroso di personale e politico, di ricordi famigliari e di vicende pubbliche — la sensazione che un pezzo di vita — mia e di questo Paese — sia arrivata a una non invidiabile fine. Lo so, e' un sentimento arruffato e probabilmente impossibile da comunicare decentemente, ma tant'e': in fondo questo e' un blog, mica l'articolo di fondo del Corrierone.

A margine del margine: questa volta se lo dovranno cercare — e sudare — il mio voto. Tutti quanti. La fiducia a priori e' finita. E anche la paura di Berlusconi: tanto vince comunque — e quindi posso permettermi almeno di non votare turandomi il naso.

5 Commenti a “Considerazioni sconclusionate sulla crisi di governo”

  1. giannitos ha scritto il 25 gennaio 2008 alle 1:58 pm

    Mi pare che oggi non si possa fare altro che considerazioni sconclusionate, dato che non si vede una conclusione possibile alla crisi profonda della politica e della società italiana.
    E davvero io rimpiango la cosiddetta prima repubblica, dove c'erano tante cose che non andavano, ma c'era maggiore serietà e senso dello stato, oltre che personalità di maggiore spessore umano e politico.

  2. Giorgio ha scritto il 28 gennaio 2008 alle 9:32 am

    ma dai, anche tu una figlia del '95? :-)

    oh, sappi che ti capisco (non solo per la figlia).

  3. Angelo ha scritto il 28 gennaio 2008 alle 9:58 am

    Del '94. Nata l'ultimo giorno del governo Ciampi e cresciuta tra le campagne elettorali…

  4. Flavia ha scritto il 28 gennaio 2008 alle 12:18 pm

    Concordo con te, tanto turarsi il naso quando sei nella m…a fino alla punta dei capelli non serve, al massimo serve a soffocare più lentamente!

  5. ludovica ha scritto il 1 febbraio 2008 alle 10:12 pm

    ti capisco ma ormai siamo caduti in basso quindi cerchiamo di andare avanti .

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto