venerdì, 21 dicembre 2007
La legge di Murphy della neuropsichiatria infantile
Nelle categorie: It — Scritto da waldorf alle 10:02 am

Siamo tornati ieri l'altro sera dal lungo soggiorno di Enrico presso la struttura dove gli hanno fatto la cosiddetta diagnosi funzionale e tuttora mi porto addosso un favoloso mal di testa da stress, che se la ride degli aulin con cui tento di sconfiggerlo. Devo dire che questa esperienza, nonostante le elevate competenze di chi si è occupato di Enrico in questi giorni, e' stata alla fine abbastanza deludente, anche se certamente la rielaborero' ancora nei prossimi tempi. Il fatto e' che speravo che, oltre alle grandi e indubbie difficoltà di Enrico, venissero focalizzati anche i suoi punti forti, quelli essenziali per la terapia. Invece la relazione finale mi sembra uno sconfortante catalogo di quello che non va nel mio bambino, e che vedo tutti i giorni standogli vicino, anche se per ignoranza magari non lo esprimerei con gli orrendi e specifici termini della neuropsichiatria infantile. Forse dovrebbero avvertirti cinque anni prima che avrai un figlio autistico, così studi…
Ad ogni modo cio' che invece in Enrico mi sembra bello e promettente non e' stato troppo visto (anche perche' lui non lo fa troppo vedere ai dottori) o rovesciato in un difetto. Ormai mi sono convinta che la legge di Murphy trovi applicazioni specifiche anche in neuropsichiatria infantile, con una formulazione del tipo: tutto quello che fa vostro figlio e' patologico e se non vi sembra patologico siete voi a essere bacati; se poi comincia a fare cose opposte a quelle di prima, sono comunque patologiche. Cosi', ad esempio, se ci sembra positiva la grande affettivita' di Enrico con noi, ci hanno spiegato che lo trattiamo da bambino troppo piccolo con modalita' "regressivanti" (argh!) in cui ci lasciamo indurre da lui. Quindi basta coccole, e' un bambino di ben tre anni, cavolo! Ancora: Enrico si staccava da noi la mattina senza troppi patemi. Vi sembra positivo? Mica tanto, perche' poi si sottolinea che erano piu' adeguati gli atteggiamenti festosi con cui ci accoglieva quando finalmente ce lo restituivano… e cosi' via.
Magari ora la mia reazione e' esagerata perche' sono stanca — e forse mi aspettavo troppo dagli specialisti del settore, che alla fine putroppo non ne sanno poi cosi' tanto, data la natura parecchio misteriosa dell'autismo. Pero' sono veramente convinta che esista un atteggiamento Murphy nei neuropsichiatri infantili, che spesso logora e maltratta le importanti risorse di ottimismo dei genitori, che poi sono quelli che hanno il ruolo piu' importante. Anche perche' uno degli sport preferiti e' attaccare il modo con cui fai il genitore, nella convinzione che il trattamento a docce fredde sia l'ideale per spronarti. Cosi' sei sempre troppo freddo o troppo sdolcinato, troppo permissivo o con troppe pretese, troppo abbandonico o troppo appiccicoso e possibilmente tutte queste cose insieme… e intanto tu ti senti uno schifo e devi cercare di tirarti su dagli stivali tipo barone di Munchausen per ricominciare giorno per giorno a occuparti di tuo figlio senza cadere in depressione, perche' altrimenti potresti finire in cura da altri dottori…
Sara' che non si possa proprio fare diversamente, non ne sono poi cosi' convinta. Spero solo di smaltire presto i postumi di questa sbornia di neuropsichiatria infantile.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto