mercoledì, 5 settembre 2007
L'autismo e gli estranei
Nelle categorie: It — Scritto da waldorf alle 12:59 am

Una cosa che trovo estremamente complicata della condizione di Enrico e' il rapporto con la gente. Il suo papa' mi direbbe che me ne preoccupo troppo, ma non ci posso fare niente, mi sento spesso in difficolta'.
Il fatto è che Enrico esteriormente, come credo quasi tutti i bambini autistici, non ha segni di "handicap", e' un bambino fisicamente sano, vivace (anche troppo) e di aspetto gradevole (onestamente). Il che comporta che le persone non si aspettino anormalita' particolari, ma rimangono perplesse vedendo che lui ignora il resto del mondo, che corre di continuo (quando non si abbarbica in collo a mamma e papa') o che soprattutto invece di parlare urla o comunque infila sillabe senza senso, che a volte ha forti crisi di rabbia ecc. ecc.
Come spiegare ad esempio ai vicini che conoscevano Enrico prima che cambiasse radicalmente questa primavera a causa della sua malattia che non fa piu' "ciao ciao" perche' e' autistico? Oppure alle vecchiette che per la strada gli chiedono "come ti chiami" che non puo' rispondere loro per lo stesso motivo? E come si puo' far capire che certe cose non le fa per maleducazione (magari anche, ma provate voi ad educarlo!!) quanto perche' ha dei problemi?
A volte vorrei veramente che tutti sapessero cos'e' l'autismo e lo sapessero riconoscere. Pero' fino a che non ho scoperto che Enrico era autistico, sarei stata la prima ad essere perplessa… e cosi' temo che una soluzione non ci sia, e dovro' abituarmi alla perplessita' altrui, sperando di poter evitare i danni peggiori.
E comunque non sono sicura che i bambini "normali" non siano imbarazzanti in determinate occasioni per i loro genitori. Solo che la spiegazione sta nel semplice fatto che sono bambini, il che francamente e' gia' abbastanza terribile…

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto