domenica, 1 gennaio 2006
Della definizione di stronzo
Nelle categorie: Quel che resta, Umori e malumori — Scritto da waldorf alle 7:50 pm

Gli stronzi fanno parte della nostra esistenza quotidiana. Sono dappertutto, in famiglia, sul lavoro, in politica (ambito in cui il numero di loro e' particolarmente alto), a scuola, sulle strade, al supermercato, ci circondano e ci fanno del male. C'e' probabilmente un po' di stronzaggine in ognuno di noi, ma e' cosa diversa dall'esserlo totalmente. Nonostante e forse a causa di questa onnipresenza, lo stronzo e' una categoria difficile da individuare; lo rende evidente questo buffo articolo di Stefano Bonaga, filosofo noto al pubblico soprattutto per i suoi rapporti con Alba Parietti, che, a mio parere, nonostante interessanti spunti, non riesce a cogliere l'essenza dello stronzo.
Come in tutte le cose della vita c'e' del resto un importante ruolo del relativismo, per cui forse non e' detto che un individuo sia sempre stronzo o che tutti lo giudichino tale. Mi chiedo quindi se si possa essere stronzi settorialmente, che so, soltanto in famiglia o soltanto sul lavoro (escludendo appunto i piccoli sprazzi che possono esserci in ciascuno di noi) o semplicemente non sembrare stronzi a qualcuno che ci conosce solo superficialmente mascherando la propria natura con la giovialita' (non c'e' contraddizione tra simpatia e stronzaggine, nota giustamente Bonaga, e forse anzi l'essere un "simpatico" e' gia' un pericoloso indizio di stronzaggine). Mi chiedo anche se ci sono dei comportamenti universalmente classificabili come da stronzi*.
Ad ogni modo una cosa e'sicura: tendenzialmente essere stronzi fa bene a chi lo e'. Difficilmente ad uno stronzo le cose vanno proprio male. Questo non serve a chiarirne l'essenza, ma mi sembra una circostanza empiricamente verificabile nella vita di tutti i giorni.

*Ad esempio, secondo voi, e' possibile che non sia da stronzi un episodio avvenuto a noi oggi: all'autogrill (Tortona sud per la precisione) dove avevamo cominciato a sistemare la nostra roba in un tavolo adatto al parcheggio del passeggino del pargolo, due signori ci hanno chiesto di spostarci perche' il tavolo serviva a loro in quanto era l'unico adatto a ospitare il loro gruppo di nove (ad Angelo hanno detto addirittura dieci). Noi un po' perplessi ci siamo spostati senza discutere, dato che l'autogrill era abbastanza sfollato. Alla fine del salmo pero' quelli erano solo in sei ed evidentemente volevano solo stare larghi. Vorrei essere capace di dire no in partenza a stronzi del genere, perche' a me tali paiono. Peccato che dire no mi risulti sempre tanto faticoso, perche' dire di no quando non ci sono problemi sarebbe proprio da stronzi…

4 Commenti a “Della definizione di stronzo”

  1. Eleo ha scritto il 3 gennaio 2006 alle 2:19 am

    Mah, sono dell'idea che un po' di stronzaggine c'è in tutti noi, la differenza sta nel saperla gestire. C'è chi la trattiene, chi la usa a piccole dosi quasi mitridatizzanti, e chi la spande indecentemente in giro. Ti confesso che i tizi dell'autogrill li avrei ripagati volentieri con la stessa moneta….
    Vabbè, buona notte e buon Anno!

    Ele

  2. ValkiriaCrow ha scritto il 22 luglio 2006 alle 12:32 pm

    Ciao… leggo solo oggi, ma l'argomento mi interessa molto e se possibile vorrei mettere un link nel mio blog su questo post proximamente, o forse anke rubarti qualke frase se me lo permetterai… una domanda… secondo te lo stronzo ha sentimenti? Può se scosso a dovere con parole dure, o con atti, cambiare e migliorare? Hai presente il fim "About a boy" con Hugh Grant…
    Grazie per il tuo contributo e la tua presenza!
    ciao…

  3. fatemelo dire: estemporanee riflessioni ha scritto il 22 settembre 2006 alle 12:09 pm

    della stronzaggine; dal web.

    http://2010eliminazionepoverta.blog.tiscali.it/ap1510005/ http://www.btre.it/Qualedonna.htm http://www.dilettando.com/?p=32 http://letsgetlost.splinder.com/post/5709245/Libert%C3%A0+alla+stronzaggine%2C+se+cos%C3%AC+deve+essere http://www.montag.it/the

  4. Marina ha scritto il 28 gennaio 2008 alle 1:17 pm

    salve… leggo questo articolo e mi viene spontaneamente da ridere! Troppo bello!
    Stronzi?E stronze?Ahahah ne ho incontrate troppe nella vita mia. Un ragazzo che ha cercato di darmi uno schiaffo… una ragazza che mi ha abbandonata in una casa che avevamo affittato insieme e mi ha lasciata sola lì CERCANDO di farmi pagare sola tutta la quota dell'affitto…
    Ahahah quante ne ho trovate!
    Ma sai che vi dico?Gli stronzi ci formano e ci insegnano la prossima volta a mandarli a fanculo potentemente.
    Io l'ho già fatto fatelo anche voi.
    Cmq interessantissimo questo articolo lo ammetto. Complimenti ^^

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto