lunedì, 15 agosto 2005
La tolleranza e la circolazione stradale (rallentare, ma perche'?)
Nelle categorie: Quel che resta — Scritto da waldorf alle 12:20 am

Secondo post avanzato.

Sono un'automobilista dal lontano 1989. Consapevole della mia non eccelsa abilita' alla guida mi sforzo comunque di rispettare l'art. 140 del Codice della Strada, rubricato come princiio informatore della circolazione (il cui comma 1 prevede che "gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale") e di non essere di impaccio o di pericolo alla circolazione altrui. Negli ultimi anni pero', almeno mi sembra, il grado di pazienza e tolleranza, secondo me indispensabili alla guida, mi pare drasticamente peggiorato negli altri, al punto da farmi credere che non sia proprio colpa mia se mi strombazzano o mi insultano. A parte le solite prepotenze immotivate a cui va spesso soggetto il guidatore di un mezzo abbastanza lento come una Panda specie in autostrada, del tipo lampeggiamento da 100 metri di distanza mentre occupi anche per poco la corsia di sorpasso per superare un autotreno ancora piu' lento di te o i sorpassi a destra magari con rientro acrobatico proprio davanti al tuo muso, c'e' qualcosa che mi da' ancora piu' fastidio e mi rende sgradevole guidare. Se qualcuno appunto mi strombazza o mi manda a…, penso per prima cosa di aver sbagliato io. Poi mi rendo conto o che non ho sbagliato o che si trattava di una mancanza che rientrava nella sfera della possibile-quasi-micro-violazione del codice della strada.
Perche' puo' capitare di essere incerti nel cercare una strada, di essere sul margine destro della corsia, di cercare parcheggio e di andare piano per vedere un posto. Capita a tutti, credo, solo che i piu' quando succede agli altri pensano che questo dia loro il diritto di ingiuriarli (il che potrebbe rilevare ai fini penali) o addirittura minacciarli perche' questo fa perdere loro tre secondi di un prezioso tempo che sono ben lieti di sprecare affollandosi in autostrada e mettendosi in coda per precipitarsi dove vanno tutti. Magari poi cercano di fare i furbi anche li' con lo slalom tra le corsie.
A volte addirittura il vaff.. magari con tanto di dito medio e' preventivo, nel senso che arriva prima ancora che chi ti manda sia costretto a rallentare o spostarsi, basta soltanto la previsione che il comportamento che l'altro teneva due secondi fa avrebbe potuto causare un rallentamento o uno spostamento; nel frattempo il meschino si e' corretto ma ci sta bene lo stesso un bel vaff.., non si sa mai.
Insomma, nel codice della strada non c'e' scritto esplicitamente che per mandare qualcuno in … deve averti causato un disagio significativo, ma forse ogni tanto ci si potrebbe anche pensare da soli, perche' non e' che con la macchina, magari bella e potente, ti hanno venduto anche la strada (ovviamente il numero dei chilometri acquistati e' in proporzione al costo della macchina). E si potrebbe addirittura evitare di mandare gli altri in…, almeno a voce alta o appunto con il dito medio. Continuo a pensare, come ho detto un'altra volta, che ci voglia cortesia a questo mondo e la cortesia prevede anche la tolleranza, che ci aiuta tutti a vivere meglio e con meno stress.
Del resto, per tornare invece ai comportamenti non troppo corretti altrui, sulle nostra autostrade non vige tanto il C.d.S., quanto un codice di comportamenti all'altezza del vecchio far west. Nel codice della strada c'e' scritto, ad esempio, che non si deve sorpassare a destra e che sulle autostrade di norma c'e' un limite di velocita' di 130 km/h, con buona pace del ministro Lunardi, che probabilmente lo trova fastidioso. Non c'e' quindi alcun diritto di spazientirsi se qualcuno ti impedisce di andare a una velocita' maggiore a in media pare che questo sia considerato diritto acquisito. Nessuno pensa di dover rallentare se qualcuno che ha l'ardire di stare sulla corsia di sorpasso davanti a lui, non sta andando a 160 km/h, come i piu' credono che si debba fare da casello a casello. Neanche le distanze di sicurezza sono troppo popolari, e se il malcapitato proprio non si smuove allora lo si tallona alla distanza di dieci centimetri dalla macchina finche' non si leva di torno. E se non cede neanche cosi' allora c'e' sempre il sorpasso a destra. E' proprio necessario? A me proprio non sembra, ma forse e' solo una questione di possibilita'. Magari se mi compro almeno, che so, una Golf td comincio a farlo anch'io…. per il momento mi limito a segnarmi ogni volta che entro in autostrada.

Giusto ieri ho avuto modo di vedere un magnifico esempio di maleducazione stradale semicriminale: un suv BMW targato Milano ha fatto di tutto per superare quando stava per uscire dall'autostrada con il risultato che ha tagliato la strada ad una moto per poter cambiare corsia all'ultimo momento; credo che il motociclista se la sia vista brutta e posso giustificare il dito medio che ha sfoggiato al pirata stradale.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto