martedì, 7 giugno 2005
Il Monnezza e gli infradito
Nelle categorie: Quel che resta — Scritto da waldorf alle 11:15 pm

Premetto che non ho mai visto un film del Monnezza, e sono alquanto insensibile, magari per miei limiti culturali, al revival ed anzi alla vera e propria scoperta da parte di molti del cinema italiano, diciamo di genere, anni '70. Pero' ho trovato divertente constatare che a giudicare dai manifesti de Il trucido e lo sbirro (1976) il look del Monnezza è caratterizzato da un paio di orribili infradito, che secondo le intenzioni degli autori credo che fossero emblematici della sua trucidita' (il trucido del titolo e' lui, a quanto pare). Dato l'amore che ho per gli infradito (sono entusiasticamente a favore della campagna anti infradito cui aderisce questo blog) la cosa, devo dire, e' fonte di una qualche soddisfazione. Sono comunque cosciente che la mia e' una battaglia di retroguardia considerando che anche a New York gli infradito (lì chiamati flip-flop) trionfano ai piedi delle donne, incuranti tra l'altro dello sporco delle strade cittadine. E' una curiosa scena vedere ragazze eleganti con gli infradito e i piedi sudici. Ma tant'e', prima o poi la moda passera'. E' difficile per quanto mi riguarda che ne arrivi una molto peggiore.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto