mercoledì, 4 maggio 2005
Lost movie 10 – La chasse aux papillons
Nelle categorie: Chi li ha visti? La rubrica dei film dispersi, Cinema e TV — Scritto da waldorf alle 10:17 pm

La chasse aux papillons (titolo italiano Caccia alle farfalle) e' un film del 1992 di Otar Ioseliani, regista georgiano popolare tra gli appassionati, ma non credo un beniamino delle masse. La storia si puo' raccontare in qualche parola o richiede dei volumi, dipende dalle scelte. Sostanzialmente Ioseliani ritrae l'esistenza di un villaggio francese con i suoi vari personaggi rappresentativi, ma piu' in particolare racconta la storia di Marie Agnès e Solange, due anziane cugine che vivono nel castello (beh, per la concezione italiana di castello somiglia piuttosto ad una villa) di proprieta' della prima, dove tra l'altro le due ospitano una congrega di Hare Krishna. In assenza di un vero protagonista, si seguono per la maggior parte le avventure di Solange (Marie Agnès e' immobilizzata), che suona nella banda del paese, pesca con arco e frecce nello stagno del castello pesci che vengono dati in pasto agli ignari e vegetariani Hare Krishna, gioca alla petanque, litiga con il notaio per questioni di confine. Tra i personaggi i sono anche il parroco ubriacone, il figlio e la nuora di colore del notaio che discutono con conseguente lancio di uova che finiscono sui ritratti degli antenati di lui, un maraja indiano in visita al paese. Peraltro nel villaggio, attraversato da un pittoresco canale, c'e' sempre la nebbia, tutti vanno in bicicletta e nessuno appartentemente lavora.
Marie Agnès muore sognando il passato, e tutti i parenti si riuniscono per la lettura del testamento; sparisce l'argenteria nascosta da Solange nella cassetta dello scarico e fregata dalla nuora del notaio. Con grande disappunto collettivo, e' nominata erede una sorella che abita a Mosca, provvista di figlia chiaramente avida. Il castello viene venduto ad un gruppo di giapponesi che aspettavano allo scopo da tempo la morte della proprietaria, Solange lascia il paese, il maraja le da' un passaggio sul suo splendido treno privato, ma entrambi muoiono in un attentato. La vita continua con i giapponesi che prendono il posto delle anziane signore nel castello, mentre la nipote russa di Marie Agnès si dedica alla bella vita a Parigi.
Pare che il film sia un apologo sull'avidita', e che la caccia alle farfalle, che non c'entra niente con la "trama" sia il simbolo di un mondo perso, in cui c'era tempo per sognare, per dedicarsi ad attivita' piacevoli. Puo' darsi; ma soprattutto credo che sia bello lasciarsi andare ai tempi del cinema di Ioseliani, alle sue associazioni di immagini e concetti, alle bizzarre combinazioni tra i suoi personaggi, ai suoi dialoghi sommessi e quasi inesistenti, al sapore di vecchia Francia di cui è pieno questo film di un regista georgiano.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto