mercoledì, 24 novembre 2004
Parole al vento
Nelle categorie: Politica e altre indignazioni, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 12:55 am

Quindi non so nemmeno perche' le scrivo. Forse solo perche' ne ho le palle particolarmente piene di questo paese — e non riesco a fare a meno di pensare a come sarebbe bello vivere in un posto normale — in cui le cose che scrivo qui sono banale buon sneso, che a nessuno viene in mente di dover dire, perche' sarebbe come affannarsi a spiegare che il sale e' salato e lo zucchero e' dolce.

Castelli si dice contrario alla grazia che il Presidente della Repubblica vuole concedere a Bompressi. Non entro nel merito. Mi limito a fare considerazioni di carattere istituzionale.
Credo che il potere di grazia sia una prerogativa sovrana del Presidente della Repubblica; e' in Costituzione come residuo del potere del re. Quindi male ha fatto Ciampi in passato ad avallare l'idea perniciosa che la controfirma del Guardasigilli sia altro da un atto puramente formale. E bene fa ora a lavorare per riprendere la piena titolarita' di quel potere. Ma queste sono cose che ho gia' scritto altrove. Quel che mi interessa oggi e' lo scenario.
Possibilita' 1. Il Presidente della Repubblica si mette la coda tra le gambe e rinuncia a concedere la grazia. Ci perde la faccia personalmente — e soprattutto indebolisce la carica che ricopre, rendendo evidente una sudditanza della Presidenza al Governo — certo non in linea con la Costituzione. In qualunque paese decente questo non e' uno scenario realistico.
Possibilita' 2. Il Presidente concede la grazia. Castelli si mette la coda tra le gambe e controfirma. Ci perde la faccia personalmente — e in qualunque paese decente si dimetterebbe.
Possibilita' 3. Il Presidente concede la grazia. Castelli rifiuta di controfirmare. In un qualunque paese decente, invece di andare diritti a un conflitto tra poteri dello stato, il Presidente del Consiglio otterrebbe le dimissioni del suo ministro e lo sostituirebbe con un altro piu' rispettoso degli equilibri costituzionali.
Possibilita' 4. Il Presidente concede la grazia. Castelli rifiuta di controfirmare. Il Presidente del Consiglio non vuole grane con gli alleati della Lega e quindi fa il pesce in barile. La cosa finisce diritta alla Corte Costituzionale, che traccheggera' per un po', il piu' a lungo possibile, sperando che qualcuno le levi le castagne dal fuoco. Poi si trovera' costretta a decidere e dara' torto a Castelli, perche' non puo' fare altro. In un qualunque paese decente Castelli si dimetterebbe — o sarebbe dimissionato dal suo stesso capo.
Per farla corta: se dopo questa storia Castelli non perde il posto di ministro della giustizia e' la prova che viviamo in un paese indecente. Non che abbia molti dubbi.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto