venerdì, 20 agosto 2004
Ho commesso un errore (grave)
Nelle categorie: Free Knowledge, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 7:36 pm

Qualche giorno fa ho scritto a Loredana Morandi. Le ho scritto cercando con lei un confronto su una questione che — come i lettori di The Rat Race e gli amici sanno — mi sta a cuore, cioe' quella delle licenze Creative Commons e della libera circolazione del sapere. Era una lettera in parte polemica, certo; ma credo che fosse piu' che civile tanto nei toni che nei contenuti — e sicuramente non era in nessun modo minatoria.
Le ho scritto "privatamente" (cioe' all'indirizzo che pubblica sul suo sito web per la corrispondenza, usando l'indirizzo che pubblico sul mio sito web per la corrispondenza) perche' speravo di non creare un altro polverone, ma magari di discutere nel merito, senza bisogno di pubblico. Come si fa tra persone civili.

La signora Morandi mi ha risposto pubblicamente su Giustiziaquotidiana.net, senza nemmeno far capire quale fosse l'argomento della mia lettera e senza replicare nel merito; lascio ai lettori di giudicare se con un atteggiamento corretto. Per amore di chiarezza, tuttavia, credo sia utile rendere pubblico il testo della mia lettera:

Gentile signora Morandi,

leggo con una certa sorpresa (http://www.giustiziaquotidiana.net/dblog/autori.asp#perche)
che Lei utilizza un software Open Source distribuito sotto licenza Creative
Commons per la pubblicazione di "Giustizia Quotidiana" (http://www.giustiziaquotidiana.net).
Ricordo che non piu' tardi di qualche settimana fa Lei ha preso posizioni
di assoluta contrarieta' a questo tipo di licenze, sostenendo tra l'altro
che coprono una sorta di tentato furto di proprieta' intellettuale; mi permetto
di citare, fra i molti, questo passo da Lei pubblicato (http://giustiziaoggi.blog.excite.it/permalink/159626.htm):

— quote —

LICENZE CREATIVE COMMONS

IN ITALIA

[]

NO GRAZIE !

Non finchè sono queste persone a volersi far paladini di quello che sarebbe
in mano loro: il furto intellettuale alla gioventù italiana più doloroso
della storia.

Credete a me: pur di farvi tacere vi ruberanno le password e gli interi
siti.

Come hanno fatto a me nel corso dell'organizzazione di una manifestazione
nazionale su 4 piazze italiane.

Disonesti se non delinquenti.

Io ho dovuto denunciare tutti questi signori per avermi molestata al telefono,
per avermi minacciata, per aver molestato e interrogato i miei figli e per
aver proferito anche minacce per l'incolumità fisica.

Buttate via le licenze creative commons!

Non sprecate la vostra intelligenza

(in fondo quel verde merdina, non stà bene neppure sui vostri siti)

Articolo in corso di pubblicazione ovunque nel web :-)

— end quote —

Se la Sua opinione e' cambiata e Lei ha compreso che le licenze CC sono
uno strumento che favorisce la libera circolazione del sapere, sono il primo
ad esserne felice. Mi permetto di suggerire, tuttavia, che una pubblica
rettifica rispetto alle posizioni che ha tanto duramente sostenuto in passato
sarebbe questione di correttezza.
Se invece il Suo giudizio continua ad essere negativo, coerenza vorrebbe
che Lei non utilizzasse strumenti diffusi sotto un tipo di licenza che disapprova.
Esistono ottimi software per la pubblicazione di contenuti in rete distribuiti
sotto licenze di tipo proprietario; qualunque buon webmaster potra' segnalargliene
uno.

Cordialmente

Angelo M. Buongiovanni

E' chiaro che ho sbagliato tutto, sperando che si potesse aprire una discussione sensata. E ho finito per rinfocolare qualcosa che forse poteva morire li'. Mi dispiace: per me, per la signora Morandi e per tutti gli annoiati personaggi e lettori di questa vicenda.
Per The Rat Race la questione non ha altro seguito: quindi mi scuserete se non abilito i commenti a questo post. Se proprio avete qualcosa da dire, c'e' la "mail gratuita di Excite".

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto