mercoledì, 4 febbraio 2004
Nelle categorie: Politica e altre indignazioni, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 3:45 pm

Ricevo da Arianna Sarti, condivido e mi permetto di rendere pubblica questa mail:

Ieri sera, ad una assemblea di genitori ed insegnanti del “Comitato per la difesa per la scuola pubblica” serpeggiava la notizia, ma ci siamo lasciati pensando che non fosse possibile. Premetto che rispetto alla partecipazione alle varie manifestazioni non tutti avevano assunto le stesse posizioni, ma si tratta appunto della libertà dei singoli di prendere decisioni autonome rispetto all’educazione dei propri figli, e poi di confrontarsi e essere anche in disaccordo gli uni con gli altri, a fronte, però, di un diritto garantito a tutti i cittadini.
Invece è vero: la presidente della commissione per l’infanzia, parlamentare di Forza Italia, ha presentato un disegno di legge per vietare la partecipazione “alle riunioni in luogo pubblico è vietata la partecipazione non occasionale di minori di anni 11”. Non commento. [...]
COSTITUZIONE ITALIANA

Art. 17.

I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi

Art. 21.

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DEL BAMBINO

Articolo 12
1. Gli Stati parti garantiscono al fanciullo capace di discernimento il diritto di esprimere liberamente la sua opinione su ogni questione che lo interessa, le opinioni del fanciullo essendo debitamente prese in considerazione tenendo conto della sua età e del suo grado di maturità.

Articolo 13
1. Il fanciullo ha diritto alla libertà di espressione. Questo diritto comprende la libertà di ricercare, di ricevere e di divulgare informazioni e idee di ogni specie, indipendentemente dalle frontiere, sotto forma orale, scritta, stampata o artistica, o con ogni altro mezzo a scelta del fanciullo.
2. L’esercizio di questo diritto può essere regolamentato unicamente dalle limitazioni stabilite dalla legge e che sono necessarie:
a) al rispetto dei diritti o della reputazione altrui; oppure
b) alla salvaguardia della sicurezza nazionale, dell’ordine pubblico, della salute o della moralità pubbliche.

Articolo 14
1. Gli Stati parti rispettano il diritto del fanciullo alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione.
2. Gli Stati parti rispettano il diritto e il dovere dei genitori oppure, se del caso, dei tutori legali, di guidare il fanciullo nell’esercizio del summenzionato diritto in maniera che corrisponda allo sviluppo delle sue capacità.
3. La libertà di manifestare la propria religione o convinzioni può essere soggetta unicamente alle limitazioni prescritte dalla legge, necessarie ai fini del mantenimento della sicurezza pubblica, dell’ordine pubblico, della sanità e della moralità pubbliche, oppure delle libertà e diritti fondamentali dell’uomo.

Articolo 15
1. Gli Stati parti riconoscono i diritti del fanciullo alla libertà di associazione e alla libertà di riunirsi pacificamente.
2. L’esercizio di tali diritti può essere oggetto unicamente delle limitazioni stabilite dalla legge, necessarie in una società democratica nell’interesse della sicurezza nazionale, della sicurezza o dell’ordine pubblico, oppure per tutelare la sanità o la moralità pubbliche, o i diritti e le libertà altrui.

Poscritto del Ratto: Sinceramente, qualche perplessita' a organizzare manifestazioni con bambini io ce l'ho, proprio per il rispetto dovuto alla libera espressione dei bambini stessi. Guai a irreggimentarli e a prestare loro battaglie dei loro genitori. Ma e' anche vero che i nostri bambini stanno in questo mondo, si fanno le loro idee e possono capire se sono contenti o no di qualcosa, specie quando li tocca emotivamente o concretamente: che sia la guerra, che sia il fatto che la loro vita a scuola viene cambiata dalla riforma. Dovremmo ascoltarli, dovremmo dare loro la possibilita' di parlare — e di aderire o no (ma per scelta loro, non di papa' e mamma) a una qualunque forma di espressione collettiva. C'e' un discrimine sottile, tra la loro liberta' e il plagio — ma certo non e' con una proposta di legge ridicola come questa che si aiutano le famiglie a rispettare quel discrimine. Per fortuna, questa iniziativa finira' come deve, nell'immondezzaio: nemmeno questo parlamento, nemmeno questa maggioranza la potranno mai approvare.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto