venerdì, 30 gennaio 2004
Piangere i morti, dire la verita' ai vivi
Nelle categorie: Ebraismo, Israele e dintorni, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 11:49 pm

Sandro Viola in un articolo (non riprodotto online) su Repubblica di oggi argomenta in maniera assai convincente sul nodo tra antisemitismo, critiche al governo di Israele, condizioni di vita dei Palestinesi e terrorismo. [...] Cito:

… nessuna persona bennata vuole passare per antisemita, mentre proprio a questo mirano le reazioni della pubblicistica pro-israeliana: a far ricadere su chi critica la politica del governo Sharon le responsabilita' dell'antisemitismo… queste posizioni pro-israeliane … inglobano nell'antisemitismo, giustamente, l'antisionismo… Sin qui niente da obbiettare: perche' chi non riconosce allo stato degli ebrei una piena legittimita' (oltre al diritto di vivere in sicurezza), o e' un antisemita o e' un cretino. Le obiezioni emergono, invece, quando nell'antisemitismo vengono inglobate anche le critiche piu' specifiche e circostanziate alla visione e alle scelte dei governi di Israele… Se l'Europa soffre di un male vergognoso come la risorgenza dell'antisemitismo, questo comporta che bisognera' mettere la sordina alle condizioni in cui vivono i palestinesi dopo trentasette anni d'occupazione…? La ripugnanza, , il timore d'essere bollati come antisemmiti ci dovra' far tacere su tutto questo?
No, non bisognerebbe tacere. Lo stallo sanguinoso in cui si trova oggi la contesa sulla Palestina ha due responsabili: il tumore fondamentalista che sta facendo marcire strati sempre piu' vasti del popolo palestinese, e l'opposizione delle destre israeliane a qualsiasi seria, accettabile idea d'uno Stato dei Palestinesi.

Concordo pienamente. Aggiungo soltanto che criticare Israele per l'occupazione, per il muro e per le violenze e' necessario, ma e' particolarmente doloroso oggi, pensando alle vittime dell'ultimo attentato a Gerusalemme. Lo e' ancora di piu' per chi, come chi scrive, verso Israele nutre un affetto profondo e sente ogni ferita inferta alla sua vita come un lutto proprio:

Qualora mi dimentichi di te, Gerusalemme,
la mia destra si dimentichi di me.
Mi si attacchi la lingua al palato,
se mi dimentico di te, Gerusalemme,
se non pongo Gerusalemme sopra ogni mia gioia.

E' un crinale stretto, quello che passa tra la difesa sacrosanta, anche militare, del diritto di Israele a vivere in pace e in sicurezza, e l'acquiescenza alle violenze ingiustificabili dell'occupazione, che non fannno che allontanare quella pace e quella sicurezza. A quello stretto e difficile cammino bisogna richiamare continuamente Israele, se se ne e' amici.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto