venerdì, 9 gennaio 2004
Cencio dice male di Straccio
Nelle categorie: Li' (e pure qui) c'e' la guerra, Politica e altre indignazioni, Vecchi post (Excite) — Scritto dal Ratto alle 12:12 am

Secondo l'International Herald Tribune, un rapporto del Dipartimento di Stato americano ha messo in luce le discriminazioni subite dai musulmani in Europa. Nel rapporto si sottolineano tra l'altro i divieti francesi di indossare l'hijab, le dichiarazioni anti-islamiche di Berlusconi e Bossi, il clima di sospetto e di ostilita' preconcetta scatenato dalle misure antiterrorismo, e cosi' via. Il Dipartimento di Stato aggiunge che questi temi sono oggetto di preoccupazione e di monitoraggio da parte americana, e che saranno materia di discussione con gli stati europei.
Alcune considerazioni sorgono spontanee: [...]
1. Il problema è reale. Essere musulmano in Europa significa essere parte di una minoranza vista con sospetto e paura, da marginalizzare o allontanare, o, nella migliore delle ipotesi, da sottoporre all'assimilazione forzata*.
2. Il clima del dopo 11 settembre, l'incertezza economica, la retorica di guerra, le tensioni sociali stanno imbarbarendo l'Europa, la stanno schiacciando volente o nolente sul modello comportamentale della cittadella assediata.
3. In queste condizioni i musulmani sono il bersaglio ideale, perche' sono immediatamente identificabili col nemico, perche' sono fortemente "diversi da noi", perche' sono tendenzialmente stranieri immigrati e poveri, perche' sono "troppi". Ma e' un clima che si riversa su ogni minoranza: la drammatica crescita dell'antisemitismo, che giustamente allarma tanti di noi, non e' un fenomeno diverso e indipendente, nelle motivazioni di fondo. Di fronte all'insicurezza generale, tutte le diversita' sono minacciose: e prendersela con gli ebrei è nei riflessi condizionati dell'Europa "cristiana" tanto quanto paventare l'invasione musulmana. Per questo sarebbe triste e riduttivo se il seminario europeo sull'antisemitismo non esprimesse una condanna di qualunque atteggiamento di discriminazione religiosa, a partire da quella contro i musulmani.
4. In ogni caso, gli ultimi che hanno diritto di criticare l'Europa sono proprio gli Americani: sono loro responsabili di una parte notevole del clima di insicurezza, sono loro che hanno scatenato il clima di guerra fra civilta' tra Occidente e Islam. Ed e' francamente intollerabile il tono santimonioso e scandalizzato da parte degli invasori dell'Iraq e dei carcerieri di Guantanamo.
*Faccio un esempio: la proibizione del velo. Premetto che trovo il velo un segno indigeribile di sottomissione della donna, e che mi turberebbe vederlo indossato in classe o da una pubblica dipendente. Ma è significativo che il dibattito sia nato proprio su un uso religioso islamico. Se la discussione avesse riguardato la kippa o i riccioli degli ebrei ortodossi, le accuse di antisemitismo sarebbero arrivate fino al cielo. Per non togliere il crocifisso da un'aula scolastica in Italia abbiamo suscitato un caso nazionale. Mi pare un evidente caso di mentalita' discriminatoria diffusa.

Perche' non e' possibile commentare questo post?
I casi sono due:
- o e' un post di puro e semplice servizio -- e allora non c'e' niente da commentare
- o e' un post che parla dei nostri figli e della loro disabilita' -- e in questo caso il fatto e' che -- ci capirete, e se non ci capite peggio per voi -- non e' un argomento su cui si possa tollerare a cuor leggero l'invasione di spammer, troll, venditori di rimedi miracolosi, sostenitori di teorie strampalate, crociati di questa o quell'altra crociata -- insomma tutta quella roba che gia' fa perdere la pazienza quando si parla dell'ultima str... del politico di turno, ma che quando si parla di un figlio fa proprio male.
Se poi avete qualcosa che volete *davvero* comunicarci, c'e' l'indirizzo di posta del blog. Grazie.

Why are comments disabled on this post?
- Either this is just a link or a service post -- so nothing to comment on;
- or it's a post about our disabled children -- in this case, please understand us, we are not able to stand the usual invasion of trolls, spammers, snake-oil sellers, conspiracy theory freaks, crusaders for-this-or-that -- and so on. You know, such people are a nuisance in general, but when the topic is your son, they really become a pain in the ...
If you really have/want to tell us something, please use the blog's mail address. Thanks.

Some rights reserved

I contenuti originali di questo blog sono coperti da una Licenza Creative Commons.

Creative Commons License

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Autori

Accedi
Registrati

Aggreghiamo su

Autism Blogs Directory

Gambero Rosso Social Space

A casa Montag

Autismo: risorse online

Blog: autistici e genitori

Blog: culture di rete

Blog: Ebrei e Arabi

Blog: informatori

Blog: inventori

Blog: narratori

Blog: punti di vista

Ebraismo, Medio Oriente

Free Knowledge

Il mondo per gli occhi

Le mie webradio

Politica

Tutto il resto