Kindle, meglio tardi che mai.

By | March 11, 2013

Gira per casa da mesi, ma non l’avevo tanto considerato fino a quando, poco più di un mese fa, mi sono trovata a dover passare una giornata fuori casa, a voler finire il libro che avevo iniziato e a considerare che questo libro non solo pesava, ma era anche non poco ingombrante.
Ho quindi chiesto al proprietario del Kindle di casa e, grazie al servizio Medialibrary On Line della biblioteca (che tradotto non è altro che la biblioteca degli ebook), nel giro di poco ho messo in borsa il libro che stavo leggendo, in versione leggera, piccola e portatile.

Da bibliotecaria non è facile adattarsi a leggere, in prima persona, un libro che non è di carta. E per lo più qui parlerò solo del libro elettronico dal punto di vista del lettore, ben altre sono le implicazioni che porta dal punto di vista dell’autore, dell’editore e anche nel bibliotecario. Chiamiamola deformazione professionale o anche solo un po’ diffidenza: fino ad ora potendo avere senza troppa fatica i libri di carta da leggere, scegliendoli in biblioteca, il libro elettronico non mi aveva incuriosito più di tanto.

Se ne parla da molto tempo, anche e soprattutto nelle biblioteche, ma personalmente, il mio rapporto con i libri di carta era tanto felice da non farmi sentire la necessità di provare gli ebook. Per lo più si aggiunga che vado a lavorare in bicicletta (non ho quindi il classico tempo morto dell’autobus o della metropolitana), ho degli orari che non mi fanno stare in giro per riempire ore buche qui e là e che quindi il 90% della mia lettura si svolge a casa, sul divano, senza nessun problema di fretta o scomodità. Non sono di certo queste le premesse che ti portano a cercare altro. E così era stato fino a poco fa.

Con queste premesse ancora più strano, ma ne sono contenta!, l’innamoramento che oggi è scattato per gli ebook. Si è trattato di rompere il ghiaccio, con quel primo libro elettronico, per cominciare ad apprezzare la leggerezza e la comodità del Kindle, la lettura rilassata che non stanca l’occhio del suo schermo e, sarà un’impressione, anche più veloce. Per il primo periodo ho come saltellato, anche per lo stesso titolo, dalla carta al Kindle e viceversa, quasi a non voler sostituire l’uno con l’altro. Dipendeva se il Kindle era occupato, oppure se banalmente il libro era più vicino, lì di fronte a me. Ma adesso sto leggendo anche dei libri che ho solo sul Kindle, non in carta davanti a me e mi piace, li leggo senza vederne una lettera stampata e funziona! Certo, c’è il grosso problema delle illustrazioni e delle copertine, che a me piacciono e che nella versione in bianco e nero del Kindle si perdono, ma certamente non è un problema fondamentale, basta non usarlo per quei libri colorati e illustrati che continuerò a leggere sulla carta.

Si tratta di una nuova scoperta, che per il momento non mi ha cambiato la vita, ma che si è aggiunta permettendomi di leggere di più, aspettare di meno un libro già in prestito in biblioteca e leggere più libri contemporaneamente, in modo semplice e pratico. Non sostituirà la carta, almeno non per me, ma si è aggiunto e funziona!


8 Comments

ciami on March 14, 2013 at 11:05 am.

Adoro i libri di carta ma ho sempre desiderato moltissimo un ebook reader. Ora riesco a leggere andando in giro (a piedi eh!), molto più comodamente a letto, porto vari libri con un peso minimo in vacanza ma soprattutto: sferruzzo leggendo! diciamo che leggo un po’ su reader e un po’ su carta. Non rinuncerei nè all’uno nè all’altra.

Sono anche io un’utente di Medialibrary On Line. E’ un servizio che adoro!

Reply

Sonia on March 15, 2013 at 11:47 am.

Sferruzzare leggendo, uh sarebbe il mio sogno! Se anche solo ci provo faccio dei buchi da record!

Reply

elena on March 15, 2013 at 10:30 am.

Mi fa piacere sapere che anche tu hai questa sorta attrazione/repulsione verso il kindle..in quanto amante dei libri “di carta” sono sempre stata un pò alla lontana da questa tecnologia ma, visto la moltitudine di libri che leggo, ne sono estremamente affascinata e prima o poi sò che cederò…eheh…e non sapevo della Medialibrary on Line (buono a sapersi! grazie dell’info!)…ovviamente “salvando” l’immensità di libri illustrati per bambini che compro più per me che per mia figlia…:-) Baci

Reply

Sonia on March 15, 2013 at 11:46 am.

Eh si proprio di attrazione/repulsione a volte si tratta. Ma la comodità della leggerezza e del pochissimo spazio occupato in borsa sono due punti molto molto a favore!

Reply

Elena on March 28, 2013 at 8:46 am.

Ciao Sonia,
Sono di nuovo qui per chiederti un favore…in tema kindle. Sto cercando di orientarmi nella selva oscura degli e-reader perchè volevo acquistarne uno, ma cercando un modello molto semplice e soprattutto economico e pensavo al kindle di amazon da 79 euro. Leggendo però tra le FAQ della medialibraryonline ho letto a un certo punto che molti ebook italiani non sono compatibili con il kindle. Sei qualcosa di più tu? non ci capisco nulla in questo campo…PS: Se vuoi puoi rispondermi sulla mia e-mail…Grazie mille Elena

Reply

Sonia on March 28, 2013 at 5:02 pm.

Ti mando una mail certo!
Comunque anche noi abbiamo optato per il Kindle base e ci troviamo benissimo!

Reply

Andrea on October 13, 2013 at 1:45 pm.

Ciao,
è da molto tempo che sto valutando anch’io l’acquisto di un ebook reader. Mi piacerebbe prendere un Kindle.
Siccome mi reco spesso in biblioteca a prendere in prestito i libri, mi piacerebbe poter usare questo servizio anche nel mondo digitale, iniziando ad usufruire del prestito di ebook offerto da Media Library On Line (ho l’account da tempo, ma non l’ho mai usato). Il problema è che ho letto nelle FAQ di quel sito che il Kindle non è compatibile, quindi ora ho paura di non riuscire a leggere i libri della biblioteca! Se fosse vero, probabilmente opterei per il Kobo, mio malgrado, perché non mi va di avere un ebook reader e dover comunque continuare a leggere la metà dei libri in formato cartaceo…
Nell’articolo tu dici che usi Media Library On Line col Kindle… come si può fare? Si riesce con tutti i libri o solo con alcuni?
Grazie.

Reply

Sonia on October 13, 2013 at 8:41 pm.

Andrea ciao
Certo il kindle ha la scocciatura del formato, ma con un software free come Calibre io riesco a trasformare il formato e a leggerle poi i libri sul kindle senza problema.
Il kobo è certamente più immediato nel momento dello spostamento del file, ma bisogna installare un software per far dialogare il kobo col pc quindi qualcosa da fare c’è comunque sempre.

Sappi che quindi qualsiasi dei due lettori sceglierai potrai comunque leggere felice i tuoi libri, e vedrai che comodità!!
Fammi sapere cosa hai scelto!

Reply

Leave Your Comment

Your email will not be published or shared. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>