Domenica

By | December 4, 2012

Domenica il sindacato delle ex coinquiline ha organizzato una gita a Trento. Scherzo, il sindacato non c’è, credo, ma era comunque originale e strano pensare che due mie passate coinquiline di due case diverse, due città diverse e addirittura due stati diversi si ritrovassero qui vicino nello stesso fine settimana.

Ed è stato così che ho diviso la giornata in due. La mattina sono andata allo stadio del ghiaccio di Trento dove E. mia ex coinquilina di Parigi, colei che dormiva nel letto sopra il mio, aveva le sue ragazzine della squadra di pattinaggio sincronizzato in gara. Ma la chicca dell’incontro era che per la prima volta avrei visto L. il suo nanetto nuovo di zecca che avevo solo sentito al telefono gorgogliare in mia direzione e per cui avevo per il momento lavorato una maglia ai ferri. E questa volta mi sono invece presentata con un Ranocchiante, un elefante ricoperto di rane che, a giudicare dalla foto qui sotto, a L. è piaciuto molto. Devo dire che è stranissimo vedersi raramente, una volta all’anno e da un parte avere evidenti davanti i cambiamenti intercorsi nel tempo passato (quando c’è un bambino che prima non c’era a sottolinearteli è ancora più evidente!);  dall’altra è come se fossimo ancora in quel letto a castello una sopra e una sotto a chiacchierare nel buio.

In poco tempo abbiamo chiacchierato, riso, coccolato il nanetto e ci siamo aggiornate sul tempo passato e poi, di corsa alla seconda tappa del mio tour delle ex coinquiline. E qui andiamo indietro veramente nel tempo. M. abitava sotto di me a Parma più di dieci anni fa, eravamo come coinquiline tante erano le colazioni, le giornate e i momenti passati insieme. E sapere che nonostante siano passati così tanti anni si riesce a volersi vedere, anche se al volo, in un pomeriggio di dicembre è veramente molto bello. M. era per lavoro a Bolzano, aveva un’ora buca e ci siamo viste davanti alla stazione, ci siamo infilate in un bar e solo noi possiamo sapere quante cose si riescono a dire in un’ora. E poi, con quella contentezza addosso, quell’idea che in un’unica giornata si sono  riaccesi i ricordi e rinsaldato le amicizie mi ha fatto girare per un’altra ora da sola, a Bolzano con la testa un po’ in aria. Contenta, soddisfatta e felice che i pezzi del passato possono, con anche solo pochi minuti condivisi, tornare presente.

Ed è stato con quest’aria felice e spensierata che sono (casualmente! ah ah) finita da Aufburg e ne sono uscita con due splendenti nuovi gomitoli, pronti per un cappello.


6 Comments

Sandra on December 5, 2012 at 7:46 am.

bellissimo il ranochiante!!!!
che bella giornata:-D

Reply

Sonia on December 7, 2012 at 5:35 pm.

Hai visto? Mix di animali e via!

Reply

Baol on December 6, 2012 at 5:37 pm.

E’ proprio bello riuscire ad incontrare gli amici distanti…ma tanto lo sapete che qui la pensiamo così ;) )

Reply

Sonia on December 7, 2012 at 5:33 pm.

:) E se non lo dite voi!

Reply

Erica on December 11, 2012 at 2:25 pm.

Ecco l’amica del letto a castello parigino!!!
confermo, è tutto vero!
Grazie Sonia per le chiacchiere al volo e per le rane sull’elefante! :D
In attesa che L. impari a parlare abbiamo trovato un soprannome per il Ranocchiante… Cra Cra!

Un abbraccio
E+L

Reply

Sonia on December 11, 2012 at 4:38 pm.

Cra Cra è perfetto!
UN bacino a voi due e la prossima volta … coccole a tutto spiano!
Un abbraccio

Reply

Leave Your Comment

Your email will not be published or shared. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>