ComidaDeMama

December 2nd, 2014

#natalealverde Il backstage del Calendario dell’Avvento




Ieri abbiamo aperto la prima casella del calendario dell’Avvento.
Calendario speciale perché per la prima volta in vita mia non è acquistato, ma fatto a mano da me e Marta.

Festeggiamo così l’uscita nelle librerie di “Dolci calendari dell’Avvento”, l’ultima fatica dei tre intrepidi autori de La Cucina di Calycanthus.
E partecipo alla bellissima iniziativa Natale al verde, che potete seguire anche su Pinterest.

Faccio come mia nonna quando valutava un lavoro di ricamo. Ancor prima di guardare il davanti, osservava con occhio critico com’era il retro del lavoro.
“Il retro deve essere bello quanto il davanti”.
Con i miei primi tentativi di punto&croce, c’era da inarcare più di un sopracciglio: una teoria di nodi, incroci, pasticci, opere e omissioni. Un quadro cubista che lei non apprezzava.



Avrete notato infatti che non ho aperto un blog di ricamo :)

Se volete vedere il Calendario dell’Avvento finito, lo trovate nel post precedente.

Queste sono foto da cantiere in opera, per spiegarvi come ho fatto.
Ho fatto una piccola raccolta di pochi ramoscelli di pino e abete. E poi tra tutte ho scelto la varietà più sbagliata, che punge un sacco e perde gli aghi a ogni movimento, e l’ho utilizzata per decorare i tre cerchi metallici dell’alzatina in ferro che ho usato come supporto.
Ho usato un vecchio spago dell’Ikea con dei bei colori caldi che si abbinavano alla carta da pacco con cui ho confezionato le ventiquattro bustine.

Aghi di pino (o abete? Simonetta ho bisogno di un corso da te!) a parte, sono molto soddisfatta.
Sono felice di partecipare anche quest’anno a Natale al Verde. Ci vediamo con una nuova idea il prossimo martedì!

Questo post partecipa all’iniziativa promossa da Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò
Natale al VERDE!

In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!
partecipano con me:

Aboutgarden *Art and craft *Cakegardenproject
*Centopercentomamma *Comida De Mama *Con le ballerine verdi *Dana garden design *Giardinaggioirregolare *Giato Salò *Home Shabby Home * Hortusinconclusus *Il Castello di Zucchero *La malle de maman *L’ortodiMichelle *Non solo stoffa* Orti in progress *Ortodeicolori *Passeggiandoingiardino
*Piccolecose *Pici e castagne *4piedi&8.5pollici * Quattro toni di verde * Salvia e rosmarino *Shabby Chic Interiors *Shabbysoul *Ultimissime dal forno *Un giardino in diretta *25mqdiverde *Verdeinsiemeweb *

December 10th, 2013

Natale al VERDE! – Candele galleggianti in verde solidale

Tralci di vischio e rametti di abete decoreranno il tavolo di giovedì sera, imbandito a festa per l’ultima lezione di Cooking in English dedicata al Winter Cookie Swap.

Domenica scorsa, nel fermento della fiera di Santa Lucia qui a Trento, mi sono fermata a prendere una bracciata di verde offerta dalla Scuola Provinciale Cani da Ricerca e Catastrofe Onlus – Trento per raccogliere fondi.
Letteralmente, una bracciata: è il tralcio di vischio più grosso che io abbia mai scelto!

Nel mio board di Pinterest dedicato al Natale avevo tenuto in serbo una bellissima idea per un portacandele: vasetti in vetro decorati con tralci di verde e riempiti di acqua. Perfetti per far galleggiare elegantemente alcune candeline da tè.

Poi, in mancanza di rami di rosmarino, ho deciso di unire il cartellino segnaposto con qualche piccolo ramo di abete usando un bel cordino colorato. Una cosa semplice, ma fatta con cura.
Ho preso un vassoio, ho riposto tutti gli strumenti necessari e mi sono messa al lavoro.

Ho tirato fuori la stilografica dalla punta che scrive benissimo e ho fatto una prima prova di segnaposto.

Avevo scordato quanta aria di festa può dare un bel tralcio di vischio sul tavolo, anche se ingombro di libri e di appunti per la lezione di cucina!

Pian piano il progetto prende forma: ho usato un vasetto Weck e una coppa da trifle di IKEA per i primi esperimenti.
In questi giorni di sole i riflessi dell’acqua hanno reso interessanti questi oggetti anche nella versione diurna.


E voi, come decorerete il vostro tavolo della festa?

Questo post partecipa all’iniziativa promossa da Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò Natale al VERDE!


In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!
partecipano con me:

Aboutgarden
Ali di polvere
Art and Craft
A Thai pianist
Centopercentomamma
Comida De Mama
Con le ballerine verdi
Dana garden design
Filitrameecolori
Fiordeco
Giato Salò
Home Shabby Home
Il Castello di Zucchero
L’ortodiMichelle
Lavanda e Rosmarino
Le passioni di Antonella
Non solo stoffa
Orti in progress
Pane amore e creatività
Passeggiando in giardino
Passione decò
Piccolecose
Profumo di lavanda
Quattro toni di verde
Save the date
Salt & Pepper to Taste
Sento i pollici che prudono
Ultimissime dal forno
Un giardino in diretta
Viaggiare come mangiare

Trovi tutte le immagini dell’iniziativa nella board di Pinterest dedicata a Natale al VERDE.

December 3rd, 2013

Natale al VERDE! – Biscotti sablée al matcha

La finissima polvere di tè verde, oggi a casa ComidaDeMama, è finita dentro i biscotti.

La ricetta, con gli ingredienti e le istruzioni, la trovate in fondo al post. Qui di seguito vorrei rendere omaggio al colore verde che è il tema conduttore di questa felice iniziativa dal nome Natale al VERDE!. Così vi racconto un po’ questi biscotti.

Ho aperto una confezione deluxe di matcha per raccontare degli incontri di cucina giapponese a Trento, che organizzo come volontaria con l’associazione Yomoyamabanashi.

Sulla rete, poi, sono comparsi i buonissimi biscuits au thé earl grey pour le photographe .
Erano secoli che volevo provare a usare il matcha per fare i biscotti. E ora avevo aperto una scatola fresca di matcha. E avevo pure una ricetta base da cui partire, grazie a Marie e Maite. Come non fare qualche esperimento in vista del ComidaDeMama Winter Cookie Swap?

Il matcha ha incontrato la farina (e un pizzico di sale, che non si vede ma si sente ed è buono)

Le fruste del mio modesto e valido stand mixer hanno montato burro e zucchero, incorporando poi pian piano la mistura di matcha e farina (e il pizzico di sale).

La mia spatola di Duikelman ha raccolto il frutto del lavoro lasciato ai bordi della ciotola. Il colore è verde, irresistibile.

Ho diviso l’impasto in tre parti e ho formato tre salami stretti e lunghi. Ogni salame l’ho avvolto stretto stretto nella carta da forno, i lembi ben stretti da un cordino. Impossibile non appoggiarne almeno uno su una delle mie stuoie giapponesi in bambù.

Un buon passaggio in frigorifero ci vuole, almeno per un paio d’ore.
Ho eliminato la carta da forno e ho affettato i salami di burro, farina, zucchero e matcha.
Ma prima di tagliare, per ottenere un bellissimo effetto finale, ho ricoperto ogni salame di zucchero bianco normale.

Mentre il forno si scaldava e raggiungeva i 180°C, ho continuato a fare fotografie, anche del backstage. Backstage degno della ghettofotografia della bravissima Sara Lando: una teglia come pannello riflettente, un mortaio e un gioco di Matteo per tenere su il tutto. lì dietro c’è anche una latta da 5 litri di buon olio pugliese che controbilancia la struttura, ma non si vede.

Biscotti sablée al matcha
adattato dalla ricetta biscuits au thé earl grey pour le photographe
Ingredienti per circa 70 biscotti

260 g farina 00 per biscotti
18 g polvere matcha
un pizzico piccolissimo di sale
250 g burro freddo, ma non duro come marmo, tagliato a cubetti
100 g di zucchero a velo
per guarnire prima di cuocere in forno: zucchero bianco semolato

Setacciare insieme un paio di volte la farina e il matcha. unire il pizzico di sale e mescolare.
in una ciotola a parte, con delle fruste elettriche montare lo zucchero e il burro.
Incorporare un cucchiaio dopo l’altro la farina e il matcha.
Dividere il composto in tre parti e formare tre salami dal diametro di 3,5 cm. Arrotolare ogni salame con carta forno e chiudere bene le due estremità, come se fosse una caramella.
Lasciare riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Rimuovere la carta forno e ricoprire i salami con lo zucchero bianco semolato.
Tagliare a fette spesse 1 cm e disporre i dischi ottenuti, ben distanziati gli uni dagli altri, in una teglia da forno rivestita di carta da forno.
Cuocere in forno già caldo, a fuoco moderato, per 5 minuti e verificare la cottura. Eventualmente prolungare la cottura di qualche minuto. proseguire fino a esaurimento impasto.
Lasciare completamente raffreddare prima di muovere i biscotti.

Questo post partecipa all’iniziativa promossa da Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò Natale al VERDE!

In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!
partecipano con me:

Aboutgarden
Art and Craft
A Thai pianist
Centopercentomamma
Comida De Mama
Con le ballerine verdi
Dana garden design
Filitrameecolori
Fiordeco
Giato Salò
Home Shabby Home
Il Castello di Zucchero
L’ortodiMichelle
Lavanda e Rosmarino
Le passioni di Antonella
Non solo stoffa
Orti in progress
Pane amore e creatività
Passeggiando in giardino
Passione decò
Piccolecose
Shabby Soul
Un giardino in diretta

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes