ComidaDeMama

Archive for the ‘Londra’ Category

March 20th, 2010 by Elena

ComidaDeMama da Waitrose, il supermarket di H.M. Queen Elizabeth II


Chi ha vissuto a Londra, anche solo per pochi mesi, conosce Waitrose. Catena di supermercati fondata all’inizio del 1900, Waitrose ha ottenuto la Royal Warrant of Appointment di H.M. Queen Elizabeth II, ovvero può dire di essere uno dei fornitori di cibo della Regina.
Regina o non regina, volevo prendere un paio di spezie e del tè per portarlo a casa.
La bellezza del packaging mi ha fatto fare qualche acquisto in più. E qui di seguito ve li mostro.

a_waitrose09.jpg

Ebbene sì. Comidademama per tre giorni è stata a Londra. Tre giorni di lavoro, con pochissimo tempo libero a disposizione.
Avrei voluto fotografarvi le meraviglie di Ottolenghi. E di Borough Market
, il Japan Centre e chissà quante altre cose ancora. Sarà per la prossima volta.
Con estremo piacere ho incontrato RdM e zefram, che vivono a Londra da anni. Mi hanno portato fuori a cena scegliendo da tra loro rosa preferita di ristoranti nel centro di Londra. Tenetela a mente se passate da Londra. Per comodità ho messo tutto in questa mappa .
I fiori freschi per RdM li ho presi da Whole Foods Kensington, per nostalgia dei tempi in cui vivevo a Boston.

Cosa ho comperato?

1. Il coriandolo fresco

a_waitrose012.jpg

Ma come, Comida? Non ci hai spiegato che a Trento ci sono una decina di negozi asiatici in cui lo trovi?
Verissimo. Ma la grafica di questa confezione mi è piaciuta molto.
“Coriander crowns a curry”

2. Baharath.

a_waitrose07.jpg

Paprica, coriandolo, pepe nero, cumino, cannella, pepe di caienna, chiodi di garofano, noce moscata, cardamomo. Tutto in polvere. Un rosso cupo a dir poco seducente.
Una scatola di latta bella. Bastano, come ragioni?

3. Zathar (versione il con sommaco)

a_waitrose08.jpg

Lo zathar più profumato del mondo l’ho assaggiato dalle mani di una donna mediorentale che ha partecipato con me a un workshop di panificazione.
Dopo avere fatto vedere i rispettivi modi di fare il pane ha tirato fuori questo zathar splendido e ricco di… di… di… Dopo il terzo pizzico messo sulla punta della lingua ho esclamato “Sumac!” Ed era proprio sumac.
Devo ammettere che questo zathar in lattina si avvicina poco alla fragranza dell’altro, ma non è poi così male.

4. Mix di noci

a_waitrose06.jpg

In Olanda si trovano bancarelle al mercato e negozi specializzati nei mix di noci e frutta secca. Lì ho imparato a conoscere la macadamia, gli anacardi, le noci pecan e i cranberries essiccati. Marta ne ha mangiate grandi quantità, al posto delle caramelle.
Questo pacchetto racchiude un’infilata di delizie.
Pensate che faccia farà Marta quando le dirò che forse H.M. Queen Elizabeth II sta facendo merenda con un pacchetto simile a questo!

5. Qualche scatola di tè.

a_waitrose010.jpg

Ci sarebbe voluta Acilia per districarmi tra le file di scaffali stracolmi di tè.
Ho preso per Marco queste due confezioni dalla grafica bellissima, sperando che il tè sia altrettanto buono.

6. This is NOT a disposable bottle.

a_waitrose02.jpg

Una foto con la bottiglia da sola, no, non ce l’ho. Quindi se guardate quel cilindro trasparente con delle serigrafie verdi, ecco quella è una borraccia molto stylish che mi è piaciuta molto. E non si è rotta, come temevo, nel trasporto in aereo.

7. Le borse di Waitrose

a_waitrose013 copia.jpg
waitrose014.jpg

Le borse della spesa di Waitrose sono molto belle e sono sicura che, grazie al loro design, vadano sbattute nella spazzatura molto più tardi di altre meno belle.
Ho preso quelle a disposizione, per farvi vedere.
la più leggera, quella meno sostenibile, ha una grafica semplice e usa quel verdino acido in auge in questo decennio. Quella un po’ più robusta ha stampati alcuni disegni di prodotti tipici inglesi, bellissima. La ecoshopper in cordura è apparentemente poco capiente: sono abituata alle borse strette e lunghe.
Insomma, eccole qui per voi.

Spero che questo viaggio nella mia piccola borsa della spesa, fatta poco prima dell’imbarco a Londra vi sia piaciuta.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes