27.07.08

Comidademama per bambini. Cinque libri da portare in Italia dagli USA.

Appena arrivata da Seattle preparo bagagli per il nostro imminente ritorno in Italia.
Le valigie si accumulano e i libri sono tanti da portare. Quelli di Marta sono di più, visto che ora è in grado di leggere da sola in inglese ho deciso di fare un po' di scorta. Chronicles of Narnia da leggere insieme, la serie di romanzi The Magic Tree House di Mary Pope Osborne, popolarissimi tra i ragazzini della sua età qui in USA, che può leggere da sola senza problemi.
Ed ecco gli ultimi libri che sto acquistando sperando che stiano nel nostro bagaglio, i primi due sono già in casa ed eventualmente gli altri arriveranno via amazon.


desperaux.jpg cricket.jpg lightship.jpg

sasek_this_is_new_york.jpg gigturnip.jpg

Tale of Desperaux, di Kate DiCamillo è un libro che qualche anno fa ha riscosso successo e premi. Diventerà il cartone animato di Natale 2008 negli USA, con doppiatori famosi ed effetti speciali, come da tradizione. Io non ho simpatia per i topini, ma questo libro mi incuriosisce, le illustrazioni sono belle quindi l'ho subito acquistato.

The Cricket in Times Square
, di George Selden. Mai sentito un grillo frinire in Times Square, ma a quanto pare l'autore sì e nel 1960 ecco comparire questa storia. "One night I was coming home on the subway, and I did hear a cricket chirp in the Times Square subway station. The story formed in my mind within minutes. An author is very thankful for minutes like those, although they happen all too infrequently" Un grillo di campagna arriva nella stazione metropolitana di Times Square, downtown Manhattan.Un'altra storia di animali, con l'immancabile topolino di mezzo, ambientato in uno dei luoghi preferiti da Marta.

Lightship, di Brian Floca. Lightship è una nave che sostituisce i classici fari laddove non c'è possibilità di installarne uno. Inventata dagli antichi romani, questa nave esiste ancora e viene esplorata e raccontata con brevi testi e tavole ad acquerello spettacolari. Avere una sezione longitudinale della barca ben dettagliata mi ha fatto scrivere all'autore-illustratore per fargli i complimenti. Alla sezione contatti del suo sito si ritrae spiaccicato sotto un'enorme lattina di SPAM .E scrive: "Please include Mail from brianfloca.com" in the subject heading of your e-mail. This will help me recognize that you are not selling penny stocks or prescription pharmaceuticals. Thanks!" Ho ricevuto una risposta in italiano, per le prime righe, dato che Brian è di origine italiana, ed è felice di sapere che il suo libro raggiungerà il paese dei suoi nonni.

This is New York di Miroslav Sasek.Ho regalato così tante volte questo libro che mi sembra di averlo in libreria anche se non è vero. Libro di una ricca collana degli anni '60 che contempla Parigi, Gerusalemme, Londra, Venezia, Roma e tante altre città. Mi hanno conquistato le watertank disegnate sulla cima dei grattacieli e i colori usati.

Uno dei libri della casa editrice Barefootbooks. mi ero ripromessa di fare un post apposta, ma il tempo è tiranno. Barefootbooks nasce dal lavoro di due donne, una inglese e una americana, due donne in carriera nei ruggenti anni Novanta. Hanno capitale e idee chiare. Ottenere sempre alta qualità di testo e di illustrazioni. I loro libri guadagnano premi e menzioni, ma la casa editrice va a rotoli. In un'intervista che ho raccolto dalla rassegna stampa la partner americana racconta di essere andata in viaggio con la famiglia per festeggiare non ricordo se un 40mo compleanno o un 10mo anniversario di matrimonio. Fatto sta che la famiglia rischia di morire in aereo, ma fortunatamente nessuno si fa male.
"Al ritorno di questo viaggio ricevo due lettere. Una della compagnia aerea che dice che non è colpa loro e che non avrebbero risarcito nulla e l'altra del mio agente che mi avvertiva della bancarotta della casa editrice". Le due partner non perdono la speranza e rincominciano da capo. A Cambridge si trova il negozio della parte americana della compagnia, stupendo, con aree di lettura per i bambini e per drammatizzazioni. Il posto preferito di Marta è un trono sproporzionato nascosto in una tenda dai colori saturi. Io apprezzo molto il fatto che siano esposte e in vendita le tavole originali degli illustratori. Alcuni, bravissimi, sono italiani. Di fianco alle opere una scheda racconta un po' di più della vita e delle idee degli illustratori. Mi piace il modo usato per valorizzare il loro lavoro. Nicoletta Ceccoli, Giovanni Manna, Caroline Mockford con il suo gatto Cleo, personaggio fisso nelle sue tavole. E' molto interessante vedere una tavola dal vero e rivederla stampata in un altro formato.

Ecco, prima che Marta snobbi definitivamente i libri con tavole colorate in favore unicamente dei romanzi brevi, questi sono i titoli che in parte ho già acquistato.
Se avessi più spazio farei incetta anche di libri di Bruno Munari, editi dalla Corraini, casa editrice italiana, che costano meno qui in USA, ma non posso proprio, siamo veramente carichi come non mai. I libri per bambini di Bruno Munari li ho trovati a Tokyo, a New York e qui a Boston in negozi e gallerie di design di alta qualità, in Italia molto raramente.
Torno ai miei bagagli.

Posted by ElenaC at 27.07.08 22:38