03.07.08

Cucina americana IX- Frutti di bosco surgelati.


berries.jpg>

"Quando vivevo a Roma diventavo matta a trovare i mirtilli surgelati, senza di quelli i blueberry muffins non vengono bene, i mirtilli diventano tutti molli." Chiacchierare con Megan, che a Roma ha vissuto per molti anni, mi ha fatto scoprire molte cose, una tra queste l'uso dei frutti di bosco surgelati.
Nei supermercati nel banco freezer la scelta di frutta surgelata mi aveva stupita fin dall'inizio. Mango, mirtilli, i piccoli mirtilli del Main, more, lamponi rossi e neri, fragole, cranberries, le black cherries, i mix di frutti di bosco, biologici o meno, tutti con dei prezzi assolutamente accettabili, al di sotto di 4$ a sacchetto.
da quel momento la mia torta allo yogurt quella chiamata dei sette vasetti che servo a colazione ha preso tutta un'altra faccia. Ci vuole un po' più di tempo per cuocere, almeno 10 minuti in più del normale ed è necessario ridurre le fragole ad un volume pari agli altri frutti per non avere disomogeneità nella cottura, ma a parte questo, ragazzi, che meraviglia!

In Italia non mi sembra di ricordare una grande scelta in questo senso. Vorrà dire che raccoglierò i lamponi, le more e i ribes dell'orto della mia famiglia e inizierò a surgelare.

Cucina americana
TUTTE LE RICETTE
Smoker grill, plank cooking. Cotture lente e affumicate.
Truly Scrumptious. Shortbread alle fragole e panna con composta di rabarbaro e lavanda.
Cobb salad
L. C. Klitteng, il Danish Culinary Studio e la pasticceria danese, dall'Isola di Laesoe alla Land of Opportunity.
Kosher salt, sale kosher.
Julia Child
Sullivan St Bakery, Comidademama nella casa del No Knead Bread
Comidademama e il Thanksgiving a Rhode Island
Cornbread mini muffins

Posted by ElenaC at 03.07.08 14:29