03.07.08

Comidademama per bambini. Uova sode a forma di stella.



Tutti in riga!

Le uova sode sagomate si trovano molto spesso nei bentō, la risposta giapponese alla schiscetta, piccole opere d'arte, a volte, racchiuse in contenitori molto belli, di bambu laccati, a volte in contenitori di plastica. Sono così belli, i bentō, che ho quasi perso uno shikansen a Kyoto per scegliere il mio per pranzo, tanta era la scelta.|foto bentō 1-2-3-4-5-bento boxes group on flickr|
Per fare le uova sode sagomate è necessario avere un egg mold, una sorta di stampo in cui mettere le uova sode, sgusciate e molto calde. |foto 1-2-3-4-5|
Come si fa? Con molded eggs tutorial è evidente quanto sia semplice trasformare un pover'uovo sodo in una stella o in altra forma, basta avere la formina adatta.
Allora ho pensato: "Non ho i veri egg mold, ma ho gli stampini da onigiri che la mia amica Tomoko mi ha portato dal Giappone! Stai a vedere che con quelli ce la faccio anche io!"
Mi sono un po' scoraggiata quando ho visto che le mie uova erano grandi, troppo grandi rispetto alle mie forme, cercherò delle uova più piccole la prossima volta perché, come si vede nelle altre fotografie, il risultato non è stato perfetto, ma è chiarissimo che il problema è risolvibile.

Ricapitolando il tutorial.
Si cuociono normalmente queste uova sode.
Le uova vanno pelate velocemente quando sono ancora calde facendo attenzione a non scottarsi. Io ho usato un asciugamani per proteggermi.
Trovare questa parte rischiosa squisitamente giapponese.
E' necessario avere queste formine, si trovano in negozi specializzati o sulla rete.
Bisogna schiacciare in questa formina l'uovo, anche se devo capire se è meglio mettere per prima la punta o il fondo.
Si lascia per qualche minuto, se non una decina, a prendere forma e delicatamente si rimuovono dal loro stampo.
Io poi ho deciso di tagliare a fettine la mia stella con il mio coltello di ceramica bagnato di acqua, usandolo come un piccolo seghetto.
Il risultato è quello che si può vedere nella fotografia. Senza contare gli occhioni sgranati di Marta.

"Che mamma stravagante. Pensa, lei le uova sode me le fa a forma di stella, lei."

Posted by ElenaC at 03.07.08 07:45