13.05.08

Comidademama per i bambini. Frittata di spinaci, erbe fresche e buccia di limone.


Frittata di spinaci, menta, Erba di San Pietro e buccia di limone


Ho pensato che di tanto in tanto potrei scrivervi cosa Marta gradisce mangiare ogni giorno.
Dato che molti di voi hanno figli, troverete forse qualche nuovo spunto per variare la vostra cena. Mi piacerebbe molto che qualche mamma-zia-nonna-baby sitter-nutrizionista (magari!)-papà, zii e nonni con velleità di cuoco food blogger volessero fare lo stesso per ampliare il repertorio della famiglia Schwarz.

"Chissà che leccornie mangerà tua figlia" Me lo dicono in tanti.
Marta come tutti i bambini ama i cibi molto semplici. Potrebbe vivere di patate bollite e peperoni crudi, basta che siano gialli e che siano tagliati a striscioline strette e lunghe. Ama la pasta in bianco, le carote pelate, i frullati di frutta con una buona aggiunta di noci a merenda. La focaccia e il pane fatto da te mamma che quello americano è così acido. I dolci. I pop corn! Le patate e le melanzane fritte, le polpette e le minestre. La tagliata di manzo non troppo al sangue, ma bella rosa. Il risotto. Riso basmati e yogurt. Le vellutate. Il latte con i cereali, tutti gli yogurt, in cima lo yogurt greco con la frutta fresca sopra.
Ho chiesto a Marco e Marta di stilare una lista si cosa che amano mangiare, divise in tre categorie: piatti ovvero ricette complete, ingredienti semplici e comfort food, e l'ho attaccata al frigorifero.
Amo cucinare ma sapete bene che una cosa è fare qualche cosa di divertente e sfizioso e un'altra è la routine di tutti i giorni.
A volte arrivo alla sera e mi dico: "E ora che preparo?"
Allora faccio sempre in modo di avere un po' degli ingredienti semplici o l'occorrente per la sezione piatti. Et voilà.
Io ho anche una lista delle cose che Marta ama mangiare e attingo da lì e scalo le ricette per la sua dimensione, nel caso le mangiasse solo lei o avessi ospiti a cena e il menu non andasse bene per lei.
Se si ha già pronto il quantitativo è un gioco da ragazzi. Spesso non ho bisogno di questo accorgimento perchè le sue ricette piacciono anche a noi.
A seconda dell'umore Marta ama assaggiare piatti nuovi.

Questo è uno dei modi in cui Marta ama di più gustare gli spinaci. Li compero surgelati, e li mescolo con erbe aromatiche e buccia di limone grattugiata finissima con il mio zester microplane |foto|, uova, pan grattato e un po' di formaggio grattugiato.
Marta de-te-sta i filini e le fibre che le si piantano nella gola e quindi la frittata è ridotta a purea. Ed è cotta al forno, così non è grassa. La buccia di limone, la menta e l'Erba di San Pietro |nella foto prima erba a sinistra| rendono la frittata molto fresca. Se non l'amate così, da consumare sul piatto potete tagliarla a dadini e integrarla in un'insalata. O accompagnarla a peperone rosso passato in padella con filetti di acciuga e aglio.
Essendo complementari il verde e il rosso si rafforzano a vicenda e rendono il piatto molto allegro e rendono anche me molto più allegra!
Il lunch box è di Marta è, manco a dirlo, rosa.

Frittata di spinaci, erbe fresche e buccia di limone

Ingredienti per 4 persone
500 g spinaci in foglia mondati
3 uova intere
10 foglioline fresche di menta
1 foglia di Erba di San Pietro (optional)
la buccia finemente grattugiata di un limone non trattato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di pan grattato

In una pentola capiente sbollentare per qualche minuto gli spinaci.
Trasferirli in una ciotola con l'aiuto di una schiumaiola e strizzarli con cura fino a togliere il massimo di liquido possibile.
Trasferire gli spinaci in un mixer o in un contenitore stretto e lungo se si ha un frullatore ad immersione. Aggiungere le uova, la menta, l'Erba di San Pietro, la buccia di limone, il parmigiano e il pan grattato.
Frullare in modo da ottenere una pasta omogenea.
Trasferire il tutto in una tortiera da 24-26 cm rivestita di carta da forno. Livellare l'impasto e cuocere in forno già caldo a 180° per 15 minuti.
Verificare il grado di cottura della frittata ed eventualmente prolungare la cottura di 5 minuti in 5 minuti.

Posted by ElenaC at 13.05.08 10:25