14.02.08

Mi illumino di meno 2008- Ricette a lume di candela da comidademama e ricette vegan dalla cuoca petulante.

Ed eccoci alla data fatidica, oggi giornata del risparmio energetico organizzata da Caterpillar, Mi Illumino di meno, edizione 2008.
Io vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato non solo con le ricette, ma mandando email, segnalazioni di articoli interessanti, messaggi di simpatia ed adesione, notizie sulle abitudini da prendere per risparmiare non mi aspettavo un'adesione così ricca e interessante, grazie di cuore.
Ho capito di essere una vera dilettante nel risparmiare energia e cercherò di migliorare sempre di più.

Vorrei anche salutare un blogger che leggo dal lontano 2003, Ste, che sorride nel vedere questo mio tentativo di autocoscienza ecologica applicata alla cucina. Credo sia l'unica persona che io conosca ad alimentare il suo computer e la sua casa con un impianto fotovoltaico messo su con le sue mani.
Il problema non è se riusciamo di mandare avanti internet con pannelli fotovoltaici o trovare un bioetanolo fatto dalla spazzatura di tutte le Napoli per poter continuare a spostarci da A a B. Il problema che sta alla base è il nostro sé, o meglio cosa crediamo che sia il nostro sé. Noi, insomma. La natura seriamente compromessa e 100 milioni di morti per guerra in un secolo solo: complimenti alla ratio nostro. Qui c’è qualcosa che non va, e non si tratta di trovare un sostituto al petrolio poi saremo tutti felici.
[...]

Un caro saluto, Ste.

Di seguito vedrete la lunga lista di chi ha aderito, e qui quella di Petula.
Potrebbe essere incompleta quindi vi prego di dirmi se manca qualcuno all'appello, i messaggi erano tanti e sparsi un po' per i post e sulla casella email, non è escluso che me ne sia scappato qualcuno.
Appena Petula posterà la sua ricetta, che a quanto pare sta fermentando, completeremo un pdf.
Abbiate un po' di pazienza, del resto è alle porte la giornata della lentezza ;)
Dato il fuso orario quando voi sarete svegli (7-8 della mattina?) per me sarà l'una o le due del mattino, i commenti sono moderati da un MovableType che non lascia passare nessun commento, nemmeno i miei, se prima non accordo l'idoneità. Quindi non vi offendete se fino a domani verso le 13 non avrete nessun segnale di vita da parte mia, se la mia insonnia vorrà lasciarmi starò dormendo.
Eccovi tutti qui, grazie ancora!

Dal Burkina Faso
Vera di Brick e Brock
Pollo alla salsa di arachide
Vera ha scelto una ricetta molto diffusa in Africa occidentale, a seconda dello Stato cambia nome: mafé (Senegal), moambe (Congo), owondo (Cameroun) ecc ...
Siccome in Africa, l'energia elettrica di per se è già poco abbondante e molto costosa diventa più "facile" farne un uso moderato. E di "black out" ce ne sono quasi tutti i giorni ! ... Rimangono però altri problemi ... come l'eccessiva dipendenza dei prodotti importati, che induce un aumento dell'inquinamento per via dei trasporti. Un fatto rivelatore di questi meccanismi : il riso locale (una delle basi della alimentazione africana) costa di più che il riso importato dalla Thailandia ! ...

Annina di Un diavolo per fornello
Pizza al tegame
Una ricetta consumata al "lume di fornello" che evita l'uso del forno elettrico.
La ricetta è frutto di anni di esperienza da studente universitario fuori sede del maritino... quando si è in quella condizione di "vita" non si fa che risparmiare... IN OGNI SENSO e così è nata la pizza cotta al tegame...

Monique di quantocepiacechiacchierà
Risotto al radicchio
Monique torna a casa dal dentista e decide di premiarsi (quanto male fa!) cucinando con calma un buon risotto al radicchio.
è stato carino, anche se ero sola, cenare con la sola luce delle candele.

Aiuolik di Trattoria MuVaRa
Fonduta di cioccolato con la frutta
Il piatto è stato preparato quasi interamente con il lume di una candela, tranne un paio di secondi di microonde che ha sciolto il cioccolato.
Il cioccolato effettivamente non è sardo, ma è stato comprato dallo zio Luca in Sardegna e trasportato da lui in treno, per cui, considerato che lui il treno l'avrebbe preso comunque, non abbiamo consumato energia per il trasporto, almeno fino a casa!
La frutta invece è sardissima ed è stata comprata direttamente dal produttore, per cui siamo in perfetta regola!

Monica di Brodo di giuggiole
Crema di carciofi e patate
Una crema gustosa e veloce da realizzare, profumata dalle foglie di alloro del giardino dei suoi genitori.
La mia ricetta è fatta con prodotti locali e la spesa l'ho fatta in bici, inoltre, rispetto ad altre verdure, più "sporche" di terra, carciofi e patate si lavano velocemente e con poca acqua,


Anna del Ricettario di Anna
Risparmia con costanza tutto l'anno.
Partecipiamo sempre volentieri a queste iniziative ma per noi l'iniziativa dura tutto l'anno. Stiamo sempre attenti a non sprecare acqua, gas e luce e ricicliamo il riciclabile. Ci teniamo al futuro dei nostri figli :D

Caravaggio di Zenzero
Tagliatelline ai petali di rosa e Dessert preferito da Elizabeth I Tudor
Due ricette profumate di rose e biancospino che non necessitano di forni e apparecchi elettrici.


Salsadisapa di Qualcosa di rosso di bello, di buono
Tortino di panzanella invernale
Oltre alla ricetta salsadisapa ha deciso di pubblicare mensilmente sulla sua colonna di destra i principali ingredienti di stagione, per facilitare una spesa più consapevole e sostenibile.
consumare i prodotti giusti nel periodo giusto è la scelta migliore per molti motivi:
1) si risparmia moltissimo
2) i sapori dei cibi sono decisamente migliori
3) si rispetta di più l'ambiente

Heidi e Peter si applicano tutto l'anno nel risparmiare energia.
ho lampade a basso consumo energetico in tutta la casa, non lascio nessun apparecchio elettrico in stand by, se devo lasciar scorrere l'acqua del rubinetto lo metto a meta' potenza e per fortuna ho una casa con giardino dove ho installato un contenitore per il compostaggio dove butto tutti gli scarti della cucina e del giardino che a tempo debito si trasformano in ottimo concime per le mie piantine.


Il gatto goloso
l'anno scorso ha "costretto" i suoi genitori a mangiare solo con la luce della cappa accesa ... ho spento tutti i led delle tv e acceso delle candele! È stato divertente!

Tatiana di Peccati di gola e di amicizia
Fascine al forno di ziti ripieni
Non ha lasciato sprecata l'ultima manciata di ziti.
Buonissimi... e con l'avanzo del purè altra ricettina prox da riciclo!

Lilli di La Casina in CollinaLe alicette
Una passeggiata a piedi per acquistare le alicette, piatto forte della famiglia di Lilli, che lo prepara come antipasto alla Vigilia di Natale.
Sono andata a piedi al mercato e ho comprato 1kg di alicette fresche dell'Adriatico. Non c'è stato bisogno di gas poiché in questa ricetta i pesci non vengono cotti .

Francesca di FrancescaV.com
Apre una rubrica chiamata La cucina consapevole. Credo che avesse in mente questa rubrica da tempo, ma mi sembra bello che sia stata aperta durante la campagna di sensibilizzazione di Mi Illumino di meno.
E pubblica il salame di cioccolato.


Enza di io da grande lancia anche lei un'iniziativa interessante.
vorrei contribuire anche io lanciando un'iniziativa...perchè noi foodblogger sparsi in lungo e in largo nello stivale e isole non proviamo a segnalare i nostri rivenditori? quelli per cui vale la pena far qualche chilometro in più, o quelli che hanno l'orto e vendono i loro prodotti senza passare per la catena di distribuzione.
E posta La cacio e pepe senza pepe
Al canto di "Roma reggime er moccolo stasera" Enza propone una gustosissima pasta cacio senza pepe.
E poi mi ricordo che ho appena raccolto i 5 limoni che il mio alberello mi ha regalato per quest'anno, che nella vasca delle erbe aromatiche le mie piantine stannno germogliando un'altra volta per il terzo anno consecutivo.
Il pepe proviene da lidi troppo lontani, non se ne parla nemmeno.

Silvana di UvAromatica
Ricetta non ricetta
Un piatto, ottimo come fine pasto o servito prima del dessert, dai colori delicatissimi che
ha richiesto circa un quarto d’ora di gas, una passeggiata fino all’orto di papà, un giro dal fornaio quello bravo, e la scelta di un formaggio di libera ispirazione al banco-spettacolo del casaro al mercato di stamattina.

Sonia di Un po' per scherzo un po' per caso
sostiene senza cucinare
Ricicliamo e risparmiamo!

Sandra di Un Tocco di Zenzero
Tacchino senza cottura, zucca e topinanbour
Una ricetta che prevede una particolare tecnica di cottura del tacchino.
Saper razionalizzare l’energia dovrebbe essere materia nelle scuole elementari.Rispettare l’ambiente dovrebbe essere educazione familiare fin dalla tenera età!

Tina di masayume dice
Noi ceniamo sempre a lume di candela (mi prendono in giro per questo!) e tutto ciò che aiuta a risparmiare e aver rispetto per l'ambiente è molto sentito a casa mia! Ti dirò anche che per noi è stato "emozionante " quando siamo andati per la prima volta nella stazione ecologica della mia città!
Evitiamo anche gli sprechi passivi... stacchiamo tutte le prese di corrente degli elettrodomestici e fonti di illuminazione non in funzione!

E prepara
Tagliolini al profumo di arancia
Non sono altro che tagliolini fatti in casa, a mano (con olio di gomito), con un condimento aromatizzato all'arancia.

Elisabetta di Pane e Miele
Pinza al cioccolatoUn dolcissimo modo per riciclare il pane raffermo.
La pinza è il dolce che accomuna tutto il Veneto. E' un dolce povero, il più povero che ci sia, a base di pane raffermo e avanzi (che poi, a guardare bene, quelli che le nostre nonne usavano non erano veri avanzi, ma piccole quantità di prodotti considerati preziosi, che venivano accantonati appositamente per questa torta).
Propone anche
Insalata di uova e tarassaco. Elisabetta raddoppia inforcando la bicicletta e raggiungendo un vecchio vigneto a 8 Km da casa sua. L'aspettano i primi tenerissimi cespi di tarassaco e di erba cipollina selvatica e un amico di famiglia ha il pollaio con le uova fresche.
In quel campo sembra di camminare sopra un enorme cuscino, formato da rametti e sterpaglia che in autunno non viene completamente tagliata, e da piante che crescono strisciando sul terreno. Sotto questa "pacciamatura spontanea" crescono piantine di tarassaco piccole e tenere, vere primizie di stagione, mentre sotto il vigneto ci sono già macchie di erba cipollina selvatica (tra qualche settimana le varietà di erbe spontanee commestibili saranno molte di più). Ho raccolto l'uno (il tarassaco) e l'altra (l'erba cipollina).

Mariluna di Via delle Rose
Polpette di pane e formaggiodalla bella Parigi arriva una ricetta preziosa, che recupera il pane raffermo in versione salata.
é una ricetta antica, quando pochi ingredienti erano a disposizione in casa, giusto il pane, formaggio e uova. L'ho avuta dalla mia cara amica Caterina, pugliese, che le preparava con il pane con la mollica del pane di Altamura ed il formaggio pecorino stagionato del suo paese. Se ne faceva una scorta al ritorno dalle vacanze pugliesi. Difficilmente, si possono abbandonare certi sapori, che richiamano la propria terra.

Sara di fiordiviola
Merenda e favola a lume di candela-Torta di kamut al limone e codette

Una merenda a basso consumo di energia per Sara e i suoi tre figli, con una bella fiaba letta a lume di candela.
Ore 17.00, merenda a lume di candela con favola di "zuppa di chiodo".
i pargoli grandi hanno apprezzato, tanto che dopo ci siamo trasferiti sul tappeto con coperte e cuscini per una seconda favola a lume di candela. e poi un altra. e infine un'altra ancora( letta e scelta da giacomo).
clementina, che a meta' della merenda si e' svegliata, mi guardava con gli occhioni spalancati mentre leggevo.

Anche ecomamma e Anice Verde pubblicizzano la manifestazione.

Astrid di Alle isole Svalbard
Un tentativo di torta -riuscito. Una deliziosa torta di nocciole cotta nel forno a legna della sua cucina in mattoni e ghisa.
fino ad oggi non avevo mai provato a fare dolci lievitati in questo forno, proprio per il calore non uniforme, ma penso che ne farò altri, almeno finché dura la stagione fredda e teniamo acceso il fuoco.

Virginia de Lo Spilucchino
Budino di arancia.
In casa nostra ci sono solo lampadine a risparmio energetico! Il tema mi è quindi piuttosto caro

Cipolla di GustosaMente
BICCHIERE CON NIDO DI TAGLIATELLA "LUMINOSO" e ALZATINA CON RAGGIERA DI PASTA
Un'idea creativa per due centrotavola fatti con alzate in vetro o piatti, pasta secca e candele.
Ho preparato due centrotavola velocissimi e davvero semplici da fare, ma di grande effetto!
È un'idea economica, da realizzare con quello che abbiamo bene o male tutti in casa. Anche perché poi la pasta la rimettiamo nel suo sacchettino e poi ce la "pappiamo".
Qui non si butta via niente!!!

Ady di Diario di una Passione
Polpette a lume di candela
gli ingredienti sono di facilissima reperibilità, la cottura è minima e poi come si vede dalla foto posso essere mangiate con delle forchettine a lume di candela!

Koala di Alinuska
Cheesecake alle ciliegie
Dalle fredde e innevate terre dell'Idaho ecco un anticipo della cena a lume di candela del 15 febbraio di cui sono promesse le fotografie. Ci contiamo!
Mi affretto a scrivere una bella ricetta da risparmio energetico, visto che non si deve cucinare per prepararla.In seguito mettero' foto della cenetta del 15 febbraio, rigorosamente a lume di candela e con cose che non richiedono nessun dispendio di gas o elettricita'.Vogliamo bene all'ambiente ogni tanto e cerchiamo di evitare gli sprechi. Io nel mio piccolo uso la lavatrice e la asciugatrice o la lavapiatti (quando la uso) solo di sera tardi.

Cuoca compulsiva di Come il Cacio sui Maccheroni
Aria dolce al basilico e limone
Direttamente da AliceTv dove La cuoca compulsiva lavora come autrice ecco una ricetta a Chilometri 0 creata apposta dallo chef Mario Bacherini (grazie!)
Questa ricetta però non è mia, e confesso che non ho potuto neppure testarla, però è stata creata appositamente per l'occasione da uno dei miei chef preferiti: Mario Bacherini, grande promessa dell'alta cucina italiana, chef di Casa Alice, e meravigliosa persona.
Il tema fornito era di realizzare una ricetta a Chilometro 0, e poiché vivo al centro di Roma, e non c'è ingrediente che non abbia fatto un bel pò di Chilometri prima di raggiungermi, ho dato a Mario i due soli ingredienti coltivati sul terrazzino di casa mia: basilico e limoni.

Kja de Il Pranzo di Babette
Ravioli aperti alle carote con pesto di nociLuminosa ricetta vegan al profumo di timo, perfetta anche per la raccolta di ricette di Petula.
Sforzandomi di pensare locale non potevo che attingere dal giardino; la nonna Irma ha piantato delle erbe aromatiche in alcune aiuole, nel ricordo malinconico della sua vita da contadina e con la previdenza che le deriva da quei trascorsi. E così foglioline di timo dai riflessi argentei hanno arricchito il piatto con una nota pungente e balsamica che fa risaltare la dolcezza della pasta alla carota e il candore del pesto di noci.

Cocò di Sale e Pepe Quanto Basta
Risotto pochi Km Un risotto profumatissimo con ingredienti reperiti in loco.
Avevo pensato ad un piatto crudo dove quindi l'energia elettrica o il gas non venissero utilizzate, poi ci ho ripensato e mi son detta che senso ha lasciare il piatto crudo se poi gli ingredienti mi arrivano da Treviso piuttosto che da Nuoro o dalla Grecia con quel che comporta di dispendio energetico il trasporto degli stessi. Allora il miglior risparmio energetico l'averei avuto utilizzando prodotti reperibili a due passi da casa mia

Raidne di Vegan Kitchen
Ci illumina con qualche idea interessante su come risparmiare energia.
L'acqua che usate per cuocere le verdure può essere riutilizzata per lessare la pasta o al posto del brodo per il riso anche perchè è ricca di sali minerali (la mia mamma la beve al mattino a digiuno - ok lei è un caso disperato :P)

Giovanna di Caramelle non ne voglio più
segnala un articolo scritto da Mark Bittman (sì! quello che ha lanciato nel mondo il No Knead Bread) sul consumo della carne e su come una grigliata di carne non si può considerare sostenibile ne' ora ne' mai.

Imma di Caffeine for Two
Ciambella ai profumi di sorrento.
gli ingredienti (agrumi, uova, olio) sono tutti prodotti nel giardino dei miei e non ho dovuto attraversare mare e monti per procurarmeli e farina e zucchero - se non sono gia' presenti nella dispensa - si possono andare a comprare a piedi al negozietto vicino alla chiesa del rione! La preparazione poi non richiede che una semplice forchetta e la cottura, potendo, si potrebbe fare nel forno a legna (per motivi di pioggia quel giorno non l'ho potuto fare, ma di solito lo inforniamo li')

Giovanna di caramelle non ne voglio più
Doppia Mousse di ricotta e asparagi e ricotta e scampi. Appena aprirete questo link vi accoglierà il più bel mazzo di asparagi selvatici che io abbia mai visto. Tanti, ce ne sono tantissimi, una festa per gli occhi.

Ero a casa e sento urlare fuori dalla mia porta: " SPA'RISCI, (attenzione all'accento, non è sparìsci), PATEDDI, OVA!" Mi precipito fuori e compro dall'omino con la cariola, un bellissimo mazzo di Asparagi selvatici. Zero consumo di energia, tranne quella muscolare utilizzata per lla raccolta e il trasporto. Gli asparagi non sono tra i frutti della terra che io preferisco, ma questi erano appena raccolti tra le pietre e i cespugli secchi delle nostre aride campagne. Mai irrigati, mai stati trasportati con un mezzo moderno! Comincio a pensare a come cucinarli consumando poca energia e tirando fuori una ricetta carina.

Kat e Remy di cuochi carta
Risotto alle mele e malvasia
Un buonissimo risotto ispirato ad una ricetta del maiale ubriaco dagli ingredienti assolutamente locali.
Le mele e le cipolle sono cresciute davanti all'uscio. Le alleva il nostro padrone di casa. Non hanno mai conosciuto la cella refrigerata. Basta il "frescolino" del pianerottolo del solaio. Anche quello gentilmente concesso dal padrone di casa.
La salvia fa parte del nostro modestissimo giardino dei semplici che è sopravvissuto all'inverno grazie ad una spessa coltre di foglie secche. Quelle degli alberi che hanno fornito le mele ;-)
Il riso è da sempre merce di scambio tra la Valle d'Aosta produttrice di burro e formaggi e il Vercellese.


Anna de La settimana gastronomica
Pane carasau pomodoro e mozzarella
Dal mio nutrito repertorio di ricette "DIFFICILISSIME, ma MOLTO gustose", ecco quella più adatta a partecipare alla lodevole iniziativa di Cirri e Solibello: sfido chiunque a trovare il benchè minimo spreco di energia (inclusa quella fisica) in questo...

Elisabetta di Friarelli e tigelle
Le non alici ritardatarie
Oltre a postare una ottima ricetta decide di usare lo schermo nero per incidere di meno ogni giorno sul consumo di energia.
Cercando prodotti che non abbiano fatto il giro del mondo per arrivare sulle nostre tavole, una volta scoperto che la mia fattoria preferita riapre ad aprile (sob!), ho cercato qualche ricetta che non prevedesse cotture, e mi son buttata sul classico: le alici marinate! Il pesce azzurro, dicono, è un po’ più energeticamente corretto rispetto a quello che arriva dal pacifico…


Azabel di Kitchen bloody kitchen
Gnocchi di zucca su crema di spinaciUna ricetta dai colori vivaci.
Per la precisione olio, aglio, zucca e spinacini vengono dalla mia contadina preferita e non hanno mai visto un frigo, la farina è Molino Rosso (vabbè, non è proprio dietro l'angolo ma sono pochi chilometri), il latte di soia è autoprodotto e il rosmarino viene dal mio giardino (porello, è una delle poche piante che sopravvive!).La ricetta è molto povera, nulla di che insomma, ma gira e rigira la zucca a me piace in ogni salsa!

Fiordisale
Nel buio degli anni luce- Pescato aromatizzato all'arancia
Ci regala una serie di consigli preziosi per risparmiare energia, un vivido ricordo di un tappeto di stelle e una ricetta.
Ecco se io dovessi scegliere una ed una sola delle cose che rimpiango del mio remoto, è quel tappeto color blu di prussia tempestato da pepite d’oro, che non ho mai più ritrovato in nessuno dei cieli che hanno attraversato la mia vita.

Elvira di Un filo di erba cipollina
Canederli allo speck in brodo
Memore delle sue passeggiate nella splendida Val di Fassa Elvira ricicla fino all'ultima briciola di pane cucinando canederli.
I canederli, una delle tante cose buone che le mie zie ed io, dopo aver tanto scarpinato, mangiavamo una volta arrivate al rifugio di turno, insieme alla polenta con i funghi e la salsiccia (il capriolo mai nella vita, non mangio Bambi, io!!!) e lo strudel di mele, ma anche quando avevamo "semplicemente" la colazione al sacco, era una festa tirar fuori quei panini bianchi con lo speck, che neanche a dirlo, lassù ha un sapore speciale....

Li avevo un po' dimenticati ma c'era del pane che languiva nella dispensa, e che non saremmo riusciti a mangiare prima che si rovinasse del tutto, e quindi pensa e ripensa, mi sono tornati in mente LORO, e come ho fatto a non ricordarmene prima non lo so!!

Blinis di castagne con ricotta di bufala
Prima di tutto mi tocca spiegare il perche' ed il per come queste frittatine (sono proprio dei blinis sui generis!!!) non abbiano contribuito (eccessivamente) al consumo energetico mondiale :)
Mi sono affidata, piu' che al risparmio sulla cottura (che c'e' stato, comunque, perche' necessitano veramente di pochi secondi di cottura per ogni lato), ad ingredienti provenienti dalle immediate vicinanze o da luoghi di origine (del marito in questo caso), ma senza uscire dalla regione, ecco (e quindi non ci sono prodotti dei MIEI luoghi di origine :))!

Lenny di una finestra di fronte
Cioccolato fantasia e Praline di frutta secca al cioccololato
Dar forma alle idee
Quel che a primo acchito, potrebbe sembrare un anacronismo (dettato dalle mie ultime vicissitudini), è in realtà un esempio di come la fantasia possa vestirsi delle forme più svariate per seguire il tema del momento (dando la forma di cuori per S. Valentino) o semplicemente per dare forma ad un'ispirazione evanescente.

Sì, ma i piatti poi chi li lava?
ABBIAMO ANCHE LA RICETTA PER IL DETERGENTE PER LAVATRICI
Non ci facciamo mancare niente!

La gatteria propone

Detersivo per lavastoviglie

La ricettina non è mia (magari fossi così geniale) ma suggerita da sbardy in un suo post dal portale di cooker.net, a sua volta arrivata alle micia-orecchiette suggerita dall'amica Pupina.

Eccoci qui, grazie di nuovo.
Se qualcuno manca non si offenda, lo segnali qui sotto e correggerò immediatamente. E nel fine settimana il pdf prenderà forma.

Posted by ElenaC at 14.02.08 02:44