01.03.07

Ricetta polacca, arrosto di maiale ripieno di prugne in salsa di mele



Pork, dried plums and apple sauce, recipe from Poland

Il guaio di cucinare di sera Ŕ che al mattino, quando la luce Ŕ quella giusta per le fotografie, non ho molta materia prima su cui lavorare. Per caritÓ, questo vuole dire che l'indice di gradimento Ŕ alto, ma vuol dire anche che oggi posso offrire una sola fetta di questo esperimento. Felice esperimento.
La signora Bosena Ŕ una signora della Polonia e vive a Trento da molti anni. Mi sta aiutando con un altro signore, Franscesco, molto simpatico, ad organizzare il corso di cucina dell'Est Europa in vista della manifestazione di ,maggio QuestAltroMondo. L'anno scorso era a ritmo di bangrha e a colpi di cricket, la mia povera Punto ha trasportato per la cittÓ monaci tibetani in visita, olii dalla Palestina, samosas pakistani e tanto altro. Quest'anno l'evento Ŕ dedicato all'Est Europa e sto quindi proseguendo nell'organizzazione di tutta la parte organizzativa legata al cibo.
Il giorno prima di incontrare il signor Yamamoto ero seduta qui a questo tavolo in cui sto scrivendo proprio con la signora Bosena e il signor Franscesco, discutendo il menu della serata dedicata al loro Paese. Paese che ho avuto modo di conoscere andando a visitare un amico di famiglia che si erra trasferito per lavoro.

Tra le tante possibilitÓ di piatti tipici una mi aveva colpito, anche se in quella sede la ricetta era stata ventilata, ma non precisata.
Arrosto di maiale farcito di prugne secche (o albicocche secche, come puntualizzava Francesco) e mele.
Non Ŕ il bigos, stufato di carne e cavoli, che vede essere molto buono, tra l'altro. Non so ancora il nome, ma lo scoprir˛ e ieri ho tentato la ricetta basandomi sulle parole sentite.
Sono andata nella macelleria davanti allo studio della mia amica Marina, dove le persone si attardano a parlare con il macellaio chiedendo consigli, un vero corso di cucina di carni, stare in coda per venti minuti.
E non mi ha deluso, ho spiegato cosa avevo intenzione di fare, chiedendo il pezzo pi¨ piccolo possibile della categoria "arrosti" e sono stata servita con un bel pezzo di pernice di maiale. Ho accettato l'offerta di avere giÓ due fenditure all'interno della carne per poter infilare meglio le prugne. "Come minimo un'ora e mezza di cottura, signora". Va bene, lo far˛.

500 gr di arrosto di maiale
una decina di prugne secche denocciolate
una foglia di alloro
una grossa cipolla
un bicchiere di vino bianco
sale
pepe
due mele golden

Fendere la carne in una o due parti a seconda della forma dell'arrosto. Inserire con il dito le prugne in modo che penetrino bene nelle fenditure.
Tagliare a pezzi abbastanza grandi la cipolla.
In una casseruola pesante, tipo Creusette, fare dorare la cipolla, mettere l'alloro e far rosolare l'arrosto da tutte le parti. Salare e pepare e sfumare con il vino bianco. Coprire a cuocere a fiamma bassissima per un'ora e mezza. Dopo mezz'ora togliere l'alloro.
Mondare le mele e tagliarle a cubettini, aggiungerle 20 minuti prima della fine della cottura.
Far raffreddare l'arrosto per poterlo tagliare meglio a fette. Raccogliere il fondo di cottura in un mixer e frullarlo fino a renderlo omogeneo. Regolare di sale ed eventualmente aggiungere una noce di burro per legare la salsa.
Riscaldare l' arrosto in questa salsa prima di servire o, se volete avere la carne scoperta, mettere in caldo l'arrosto e servire con salsa calda a parte.

Posted by ElenaC at 01.03.07 09:26