15.02.07

Libum con il farro e due ricotte



Libum


La fonte scritta di questa ricetta risale al "De Agricoltura" di Marco Porcio Catone (234-149 a.C.).
Antichissima focaccia romana, si offriva agli dei nei sacrifici, il libum farrem (da libare, sacrificare) era anche l’offerta che i due sposi dedicavano a Giove nella forma più antica e rituale di matrimonio, la conferratio. Si chiamava anche adoreum libum (da ador, varietà di farro) il formaggio ha potere lievitante se unito, in impasto, a farina ed acqua. La tradizione tipica romana richiedeva che il formaggio fosse più abbondante della farina.
*

Ingredienti per 8 persone:
400 gr farina di farro
300 gr ricotta di pecora
200 gr ricotta affumicata
2 uova intere
foglie di alloro
sale

Frullare tutti gli ingredienti utilizzando il mixer, in modo da ottenere un impasto omogeneo.
Lasciare riposare 10 minuti. Formare delle focaccine appiattite. Scaldare il forno a 200°C.
Disporre le focaccine su una teglia coperta di carta da forno e cosparsa di foglie d'alloro unte d'olio. Infornare per 10-15 minuti e servire bollenti.

Altre versioni del libum in rete
Taccuini Storici
Donna Patrizia
* courtesy of pani antichi

Posted by ElenaC at 15.02.07 23:33