16.11.04

Da Gigi, Convivio d'autunno dell'Accademia Italiana della Cucina

"Da dove arriva questa tua passione per la cucina?" mi chiede Alberto durante un lungo e piacevole pomeriggio di preparazione del Convivio d'autunno per la delegazione Amsterdam-Leiden dell'Accademia Italiana della Cucina che lui rappresenta in qualità di Delegato.

Pomeriggio di lavoro e di scambio di preziose informazioni legate agli ingredienti e alle preparazioni, un'occasione per me molto formativa.
Alberto è piemontese, siamo conterranei anche se io sono della provincia di Cuneo e lui di Biella. Mi ritrovo a mescolare la bagna cauda usando termini in dialetto che credevo di avere dimenticati, ricordando ricette di famiglia e quant'altro. In cambio ricevo da Gigi e da Alberto altrettante memorie e la fatica del cucinare non si sente più.

Scopro, grazie ad Alberto, che l'Accademia Italiana della Cucina è stata fondata nel 1953 ed e' stata inserita tra le Istituzioni Culturali della Repubblica Italiana dal Presidente Ciampi nell' Agosto 2003.

Tema della serata: i formaggi italiani. Menu d'impronta piemontese con qualche accento occitano e valtellinese.
Sciatt, valtellinesi, con un calice di Franciacorta brut
Tomini freschi di Chiaverano in bagna cauda
Insalata di carne cruda con Bagoss
Ravioles al Castelmagno
Crema di zucca
Polenta moja

Tagliere di formaggi:
Toma magra delle valli biellesi
Maccagno di latte crudo della Valle di Mosso
Salva
Testun
Puzzone di Moena
Castelmagno
accompagnati da composta di zucca, marmellata di peperoncino e marmellata di pomodori verdi, uva, fichi freschi, melograno e datteri.

Vini:
Franciacorta brut, Barbera del Monferrato Scrimaglio 2002
Amsterdam, 30 ottobre 2004

I formaggi sono stati portati direttamente dall'Italia e ogni piatto è stato accompagnato dalla descrizione del formaggio utilizzato nella preparazione.

Posted by ElenaC at 16.11.04 09:41