21.07.04

Is My Blog Burning#IT 1, le ricette

imbbIT_05.jpg
Eccoci alla prima edizione dell'Is My Blog Burning.IT, versione italiana della interessante iniziativa che alberto, autore del weblog il forno ha lanciato nella blogosfera.

Riassumendo, per chi leggesse per la prima volta tutto l'ambaradan.
Una decina di giorni fa ho lanciato un tema, Salse&Intingoli, invitando amici blogger e non blogger, amanti dellla cucina e buone forchette, a postare o mandare via posta elettronica una ricetta.

Le risposte sono state copiose e ringrazio di cuore tutti quelli che hanno partecipato con le loro gustose proposte.

Il pesto secco di Placida Signora è la prima ricetta che arriva da ComidaDeMama, un metodo antico di fare il pesto, che si usava nella stagione piena del basilico in anni in cui freezer e frigoriferi latitavano.

Iaia parte in quarta con il bagnetto verde , speciale ricetta di sua mamma e prosegue con una salsa cotta di prezzemolo e una salsa verde con acciughe, morti e in paradiso.

Cospargendomi completamente da capo a piedi di cenere segnalo un Cassetto Variabile ricolmo di mousse di tonno (sorry... sapevo che avrei fatto qualche casino, sono una casinista)

Delio scrive nei commenti:anche per me la crema al tonno, che credo sia l'unica cosa che mi sia piaciuta durante *tutte* le fasi della mia evoluzione, dai 2 ai 25 anni.
mescolare il contenuto di una scatoletta da 80g di tonno all'olio d'oliva (seee, come no; e comunque l'olio va scolato prima) con tre cucchiai abbondanti di mayonese *senza* renderlo una mousse (i filamenti del tonno si devono ancora percepire), una dozzina di capperi sotto sale (i migliori sono quelli immensi che si trovano in questo periodo in italia meridionale) opportunamente sciacquati, e mezzo pomodoro s. marzano tagliato a cubettini. spalmarlo su ampie fette di pane di altamura leggermente tostato e agliato. un corvo bianco ci sta benissimo.

Vesnuccia offre generosamente un gemellaggio volpianese/balcani: il balcanico Ajvar a base di melanzana e peperoni "babura"(donna vecchia e grassa- nonnaccia sarebbe una traduzione letterale) piccoli e carnosi, e la volpianese Aja', una crema a base di tomini, aglio e latte.

Il Bagnet Roos, o Bagnet Rus viene presentato da Numb e da RtR . Guai chi dice che questo è un doppione, ché gli intingoli e le salse sono come i curries indiani: non ce n'è uno uguale all'altro, ci sono delle sfumature che, purtroppo potremmo solo cogliere assaggiando i due bagnetti. Io mi sacrificherei volentieri.

Dal piemonte saltiamo alla Sicilia, Mauro mi fa venire voglia di prendere il bus di Eurolines per andare a Trapani a gustare il Pesto trapanese e di vedere il gineceo che ha messo in agitazione per la sua realizzazione. Che bellissimo nome, Agata. E solidarizzo con l'uso moderato del mortaio.


MMMMM i genitori di Dada(umpa) sono in Cina. Nell'introduzione ala sua ricetta scopriamo che quando i genitori non ci sono lui e suo fratello si danno alla nobile arte del pocciare e propone La ricetta ecuadoriana della morosa di un mio amico che detesta Padova, salsa mitica in cui intingerei pure il dito per finire tutto quello che resta nella ciotolina.

Corrado potrebbe fare una fortuna proponendo il suo pesto ai pistacchi come valida e sana alternativa alle droghe leggere. Appena passo dal mio negozio di noci e frutta secca proverò a farlo, delizioso!

Salsa di peperoni al peperone di LaLaura particolarmente indicata per:
- Sfamarsi quando si contano le calorie, dato che la salsa praticamente non contribuisce al bilancio totale.
- Dare un senso originale alle tagliatelle, che sono flaccide e disordinate e raramente rendono giustizia ai sughi coi pezzetti.
- Dare speranza per il futuro a chi non sa sbucciare i peperoni.
Non dico altro.

Fioccano ancora ricette!
Dani scrive di ricette nel suo blog e dice di questa crema alle melanzane Eccezionale perché la puoi preparare prima di partire, fantastica perché la puoi gustare sul pane abbrustolito davanti al tramonto, accompagnata sia da un rosso corposo che da una cerveza leggera… non ti tradisce.

Come Felipe, amico di Mafalda, si trasforma nell'Eroe mascherato Mucho maas si trasforma in Mucho Gusto per proporre un patè di fegatini e duroni di pollo che sua mamma prepara a natale.

Capsicum, il mio nickname preferito, posta una profumatissima e colorata LA ZUCCA GIALLA AL FORNO CON CIPOLLE DI TROPEA IN AGRODOLCE AL MIELE DI CASTAGNO ED ACETO BALSAMICO. Scendo dal pullman per Trapani e mi fermo a Tropea per fare rifornimento di cipolle.

Tris di creme proposta da SpIn, una a base di prosciutto, una a base di fegatelli di pollo e una molto fresca a base di pomodori e aglio, stupenda.

stellefilanti light sperimenta una versatile crema fredda di verdure e ha l'approvazione della famiglia. Immagino il colore e già mi mette allegria.

Reina e io abbiamo in comune il fatto che non misuriamo nulla in cucina. Ahimè io ogni tanto misuro, ma per le salse vado a occhio di sicuro.

Pensieri Oziosi ci prepara un Guacamole eclettico da accompagnare con delle tortilla chips guardando un paio di DVD, non chiederei di meglio per questa sera, ho anche in casa lo speciale ingrediente asiatico che rende questo guacamole eclettico.

Valentina propone una fresca mousse di melanzane che ha servito in un suo aperitivo lungo in terrazza. Nel post consigli sul vino e sulla musica migliore per gustare il tutto.

Peperoni verdi azzisi. Madre Natura fa scendere un po' la temperatura nelle zone in cui Milton vive e il miglio side effect che possiamo godere è questa ricetta succulenta e profumata, corredata da una bellissima foto e una scelta di vini bianchi e rosati da abbinare.

Mammina stupisce con effetti speciali e ci delizia con due salse: SALSA SATAY che non ho mai ardito fare e quindi ora la farò di certo e la freschissima SALSA ALLA MENTA che sembra un po'una delle raita che Priya fa ogni tanto, oggi mammina è molto ispirata verso oriente!

Ospito volentieri la ricetta di Silvio della Pearà. Splinder non rende facile la pubblicazione di troppe immagni o non amerà il midollo?

Per ultima arriva Simona, la mia amica padovana che vive ad Amsterdam, silenziosa lettrice di questo blog e di quello del my wise. Anche lei, curiosamente, ha una versione della Pearà, chiaramente padovana, anzi, credo di Montagnana. La salsa verde produma di dragoncello, erba che conosco fresca solo da quado vivo qui in terre di Olanda. Buonissima!

Passo il testimone a Iaia che ospiterà al prossima edizione dell'imbb.IT scegliendo un nuovo tema, inventando un nuovo logo e spero che ci sia anche una terza edizione e una quarta e una quinta, me lo auguro veramente. Ho già pronto il prossimo tema.
Grazie infinite e buon appetito.

Posted by ElenaC at 21.07.04 00:10