ComidaDeMama

May 8th, 2013 by Elena

Cucinare con le spezie. Piccolo glossario.


Il mercoledì cucino con G., 16 anni, ragazza molto in gamba che vuole imparare a usare le spezie.
Chiamarlo corso non si può. Semplicemente, ci troviamo e lavoriamo insieme.

G. sa cucinare, si muove con sicurezza, è veloce e precisa. Dalla dispensa usiamo vasetti di spezie e ingredienti che arrivano da tutto il mondo. Dal Pimenton de la Vera all’ajowan. Dal limone istrice al coriandolo in foglia. Miso di tutti colori, dashi, umeboshi e così via. (Pensate di non trovare queste cose nella vostra città? Forse l’articolo di Maite sugli ingredienti etnici vi potrà essere di aiuto.)

Assaggiamo e annusiamo. Annusiamo e cuciniamo. E per la proprietà transitiva, assaggiamo e cuciniamo.
Il repertorio è molto vario e attinge da cucine diverse: indiana, thai, cinese, giapponese, mediorientale, magrebina, scandinava. Alcune ricette arrivano dalle mie insegnanti: Priya (India), Uma (Tailandia), Sumi (Giappone).

Si mangia molto tardi, sempre. Ma che soddisfazione!
Oggi ripeteremo il curry di gamberi al cocco. Cucineremo meno cose e rivedremo passo a passo come si preparano. Fondamentale, la base aromatica che mi ha insegnato la mia amica indiana Priya. Intanto stiamo preparando gli appunti, che forse si tramuteranno in post.

Scappo a preparare gli ingredienti.
Cucineremo:

  • Pulao di cipollotti e anacardi (la ricetta risale al lontano 2003! una delle più vecchie del blog)
  • Zuppa speziata di carote Pakora
  • Curry di gamberi al cocco
  • Salmone speziato alla griglia
  • Raita di mango
  • aggiornamento post serata: aggiungiamo:

  • come si taglia un mango (se volete provare, può esservi utile il video How to Cut a Mango)
  • come si apre una noce di cocco
  • come si intreccia un’angelica verticale alla cannella
  • Vorrei rifare i samosas, ma già così avremo molta carne al fuoco.
    Ma G., come vi dicevo, è molto in gamba.

    E (come ti avevo promesso, cara G.) ecco un mini promemoria delle spezie che useremo oggi. Nella fotografia mancano i curries e l’assafetida.
    Da consultare, ecco IL glossario di spezie di Gernot Katzer, uno strumento prezioso che da anni mi aiuta nei miei lavori.

    Comments

    10 Responses to “Cucinare con le spezie. Piccolo glossario.”
    1. Che bello cucinare insieme!
      Mi piacerebbe molto imparare la ricetta dei gamberi al curry…magari mi piacerebbe di più se me la insegnassi tu ;)
      Buon divertimento!!

      • Sì, è bello, hai ragione. E’ stato un buon pomeriggio.
        In attesa di cucinare insieme, appena posso posto la ricetta del curry di gamberi. Adesso vedo se ne è rimasto un po’.

    2. daniela says

      Certo che cucinare con te deve essere “una festa”, già le tue parole e le tue foto sono un dono prezioso, grazie,
      Daniela

    3. Uhm… ne ho da imparare ancora. Metà delle spezie e dei nomi strani di cui parli non li conosco! Mi sa che devo venire (o invitarti) per un corso di aggiornamento eheheh Che ne dici? :-)

      • Cara Elena, felicissima di ospitarti una di queste settimane. Matteo è cambiato molto, è molto più attivo, giustamente.
        Quindi se Marco non c’è avremo meno tempo per concentrarci. Dai che ci sentiamo e ci mettiamo d’accordo.

    4. Fortunata G.!!!! :o)

    5. Ma che simpatica G. Ha 16 anni e già ha trovato la sua mentor, devo dire che ha scelto giusto ;)
      Mi mangio le mani quando leggo di tutti gli incontri, iniziative, corsi delle amiche blogger italiane….purtroppo sono completamente tagliata fuori da qualsiasi possibilità di aggregarmi.
      Ho impiegato vari manghi….. prima di riuscire a capire il verso giusto…. Vado a vedere il video, può darsi che scopro un metodo migliore ;)
      Besitos Elena!
      Dani

      • Cara Daniela, tra poco sarai in ottima compagnia, credimi! E non ti sentirai più sola.

        Sui manghi di prova, che dirti, è un piacere dover mangiare tutte le prove non riuscite.
        Io uso un buon coltello tagliente e devo stare attenta a non incidere troppo. Tengo il mango con il lato lungo perpendicolare a me e taglio quasi a 45°.
        Cerco di fare tagli dispari, in modo che la diagonale centrale ospiti una fila intera di cubetti di mango, ma questa è mia deformazione professionale :)

    Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes