ComidaDeMama

April 3rd, 2013 by Elena

Piante aromatiche da balcone: erba di San Pietro (Balsamita major)


Quali erbe aromatiche state coltivando sul vostro davanzale della finestra?
Sto iniziando a mettere in ordine i vasi. Origano e menta hanno tenuto bene e stanno rimettendo le foglie. Il rosmarino resiste stoicamente.
In attesa di piantare timo, salvia e (più in là nel tempo) basilico, ho comperato in Piemonte una piantina di erba di San Pietro.

La usate voi l’erba di San Pietro? Il nome botanico è Balsamita major, conosciuta anche come erba amara, o erba della Bibbia. Se volete approfondire, ecco la sua tavola botanica.
Io, da conterranea di Paolo Conte, con l’erba di San Pietro preparo la frittata.

Ecco la frittata in questione, fotografata sul davanzale della mia cucina di Boston (era il 2008, son passati secoli!).

Frittata di spinaci, menta, Erba di San Pietro e buccia di limone

Tornando all’erba di San Pietro.
Strofinate le sue foglie tra le dita: sanno di chewingum della mia infanzia, più precisamente Brooklyn le gomme del ponte alla menta con la carta verde pallido.
Assaggiata a crudo, l’erba di San Pietro è amarognola, mentre nella frittata dà un’aroma inconfondibille, fresco e molto gustoso. L’importante è usarla con parsimonia.

Nei commenti, Elena scrive notizie molto interessanti, che riporto qui di seguito:
“[...] nel mantovano è un’erba conosciuta che si coltiva negl’orti e si trova nei mercati e nei garden.
A Castelgoffredo in provincia di Mantova c’è una festa del tortello amaro che ha tra gl’ingredienti appunto l’erba amara che altro non è che l’erba di S.Pietro. Digitando “tortello amaro” si può trovare la ricetta e la storia. Pare che le sue foglie fossero anche usate un tempo, come anti tarlo per i libri, mettendone qualche foglia tra le pagine.[...] ”
Erba di San Pietro – Balsamita major Desf.
Famiglia: Asteracee (conosciuta un tempo anche come Compositae),
una vasta famiglia di piante dicotiledoni dell’ordine delle Asterales.
Specie: Balsamita major Desf.
Altri nomi comuni: Erba amara, Erba della Bibbia.
Sinonimo: Chrysanthemum balsamita.

Comments

27 Responses to “Piante aromatiche da balcone: erba di San Pietro (Balsamita major)”
  1. sono sempre ansiosa di leggere i tuoi post, per è una “festa” ogni volta che scrivi ^_^
    non conoscevo questa erbetta, devo chiedere a mio padre (il mio fornitore principale di verdure e aromi) se l’ha mai vista, sono curiosa di provare questa frittata aromatica!

    • Valentie grazie mille! Spero che riesca a trovarla. Adesso vivo in Trentino e non l’ho mai vista qui. Ma sono stata dalla mia famiglia in Piemonte per Pasqua e l’ho trovata in vaso al mercato (e nel giardino sotto casa, ma è ancora piccola).

      Ho letto che stai lavorando per un PhD in fisica, di che cosa ti occupi?

  2. Nella frittata verde ci vuole sì! insieme a ortiche e borragine.
    L’erba ‘d San Pe’ ce l’ho in campagna, nell’angolo delle erbe aromatiche.
    :)

  3. Long time no see! Ho sempre sentito parlare di questa pianta e non l’ho mai assaggiata…
    Il mio balcone e’ assolutamente deserto,stavo proprio pensando di piantare qualcosina.
    E’ un piacere rileggerti.

    • Cara Edith, anche per me è un piacere rileggerti!
      Matteo è molto attivo e quindi ho pochissimo tempo per scrivere e fotografare.

      In questi giorni di sole sto cercando di riassettare le piante del balcone, ma ci vorrà un po’ di tempo. :)

  4. All’appello ho rivisto: salvia, menta e rosmarino.
    Manca invece ancora il basilico, viola e anche verde, che per il momento non se la sente di spuntare dal semenzaio..
    E poi il rabarbaro, sta rifacendo le foglie.. ma questo non vale, eh?

    ps. è grazie alla frittata di Boston che Lenticchia ha scoperto di adorare sopra tutte le frittate, quella agli spinaci!!

    • Gaia, mi sa che per il basilico dovremo aspettare.
      Il rabarbaro, eh, proprio non riesce ad attecchire qui da me.
      Che meraviglia sapere di lenticchia e della frittata di Boston, non posso che esserne super felice.

  5. come!
    quest’erba è diffusa in Piemonte e non ne so niente? Lunedì al mercato guarderò bene tra i banchi delle piantine (devo assolutamente rimediare)

    • Ciao Marina, io sono originaria della provincia di Cuneo e al mio mercato si trova abbastanza facilmente. Mia mamma l’ha piantata in giardino e ora era un po’ piccola per essere travasata. Spero che tu possa trovarla facilmente. A presto!

  6. Carissima Elena,
    con questo tempo e il mio poco tempo il mio balcone è ancora molto sguarnito
    l’erba di S.Pietro proprio non la conosco, però interessantissima la tua frittata
    qui non resta che sperare che il tempo si stabilizzi per poter rallegrare il balcone anche con le erbe aromatiche
    ciao a presto
    un abbraccio Manu

    • Manu, ti ho pensato indaffaratissima per Pasqua. Teniam duro, che tra poco inizierà il bel tempo. Non ho pensato di prendere qualche pianta in più di erba di san pietro da portare agli amici :). Prossimo viaggio in Piemonte rimedio.

  7. daniela says

    Che bello ritrovarti! Non conosco l’erba di S Pietro ma non escludo di poterla trovare in uno dei tanti mercati di questo periodo, ce n’è uno che mi piace molto, si chiama Il Mercato della Terra
    Delle mie aromatiche si è salvato solo il rosmarino e una striminzita erba cipollina, con calma comincerò a sistemare il balcone, certo che i problemi della mia schiena, per la quale suggeriscono niente sforzi, mi limitano parecchio purtroppo
    Ti abbraccio con gioia insieme all’ingrediente segreto (sarà una meraviglia immagino),
    Daniela

    • Bello rileggerti, Daniela. Deve essere un bel mercato, spero tu possa trovare questa erba aromatica.
      Mi spiace tantissimo per la tua schiena, spero tu ti rimetta presto in sesto. E’ difficile stare fermi, immagino.
      Matteo sta bene, cresce e ogni giorno fa progressi. A presto!

  8. Ho visto nel post della frittata che ha dei bellissimi fiori viola o sbaglio? Mi incuriosisce un sacco il sentore di menta, deve essere speciale :-) E poi beata te per lo stoico rosmarino, a me proprio non resiste e sono al terzo quest’anno… pazienza :-) Sarò stoica io a non demordere eheheh Bacioni cara!!

    • Ciao Zonzolando! Sì, i fiori viola erano belli, ma non ricordo il loro nome. Forse li avevamo presi durante una passeggiata, non ricordo.
      Il mio povero rosmarino ha un ramo verde che lascia ben sperare, ma ha sofferto non poco il freddo.
      Spero di rivederti presto e la prossima volta porterò più piante di erba di san pietro dal piemonte, una anche per te :)

  9. anch’io attendo sempre i tuoi post con ansia

    • Grazie mille, mi fa piacere. Vorrei scrivere di più, ma con Matteo il tempo è sempre poco. A presto!

  10. è troppo troppo freddo e umido per qualsiasi piantina. il basilico che mi ha regalato l’amica è già defunto. la menta, il prezzemolo e la salvia han tenuto per tutto l’inverno, il rosmarino è quasi infestante. aspetto timo e maggiorana, il nuovo basilico e la cipollina. le altre erbette le raccolgo nei campi. ndo cojo cojo

    • Mi sembra che le tue erbe abbiano resistito molto meglio delle mie al freddo invernale.
      Il mio rosmarino, stoicissimo, ha tenuto un ramo verde. Non è morto, ma ha fatto parecchia fatica. Spero si riprenda.

  11. Ma che bella quest’erbetta!! Io non l’ho mai assaggiata purtroppo! Mi toccehrà venire a trovarti (ehehe).

    Io ho, nell’ordine, un rosmarino strisciante che ha retto benissimo e adesso è pieno di fiorellini; un timo serpillo che sta rinascendo ma per adesso stenta un pochino poverino; una piantina di acetosa che si sta rimpolpando (ma siccome ogni tanto ne prendo delle foglie per l’insalata ce ne mette a ricrescere!); prezzemolo piccolino, timo normale in ricrescita, menta, salvia, mentuccia, e, appena piantato, un po’ di coriandolo, che mi rende molto felice :-) Ho piantato anche due spicchi di aglio che volevano assolutamente germogliare! L’anno scorso avevo piantato una radice di zenzero e una di rafano ma quest’inverno mi sono sparite. Saranno defunte? Sigh! :’-(

    • Che dire se non m i t i c a ! Hai una tale scelta di erbe aromatiche degna di un orto botanico.
      Abbiamo provato a piantare lo zenzero senza successo, devo riprovarci.
      Vieni a trovarci sul serio, sei la benvenuta, già lo sai.

  12. Dimenticavo la rucola!! Che in questo momento fa di tutto per fiorire! E sto cercando qualche piantina di fragola per la finestra dello studio :-)

  13. Ciao elena…
    L’erba di san pietro e un po’ di erbe dell orto e dei prati…(uvertin.girasoli.boraggine.cuiet.un aglietto. prezzemolo.due patate…)…ecco fatto una bella minestra “d’erbette”(come diciamo noi piemontesi)…e alla fine “maria’”con due tuorli d uovo!!!questa era la ricetta di mia nonna che si tramanda in famiglia…ciaooooo elena

    • Grazie Elena! E il termine ‘mariè’ mi piace tanto, mi ricorda Savigliano. Mia zia faceva il ris marià, con uovo fresco e formaggio.

  14. nel mantovano è un’erba conosciuta che si coltiva negl’orti e si trova nei mercati e nei garden.
    A Castelgoffredo in provincia di Mantova c’è una festa del tortello amaro che ha tra gl’ingredienti appunto l’erba amara che altro non è che l’erba di S.Pietro. Digitando “tortello amaro” si può trovare la ricetta e la storia. Pare che le sue foglie fossero anche usate un tempo, come anti tarlo per i libri, mettendone qualche foglia tra le pagine. Spero di essere stata utile per far scoprire qualche altro uso di quest’erba. E grazie, perchè è sempre un piacere leggerti.
    Ciao Elena

    • Elena, il tuo commento è prezioso. Grazie per aver condiviso queste notizie.

      In più, mi confermi questa usanza di mettere le foglie di Erba di San Pietro tra le pagine dei libri come antitarlo.
      Me ne parlava una ragazza su Friendfeed e non ne era certa al 100%.
      Che dire, grazie 1000 e metterò nel post il tuo commento.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes