ComidaDeMama

July 30th, 2012 by Elena

Dolce fondente cioccolato e lamponi di Pierre Hermé (più o meno)



Ecco un valido motivo per accendere il forno in piena estate, quando i lamponi sono nel loro momento d’oro. Vi basterà mezz’ora, non di più.
La ricetta è di una semplicità disarmante, opera di Pierre Hermè.
Oggi approfitto del sonno del mio ingrediente segreto per leggere un buon libro affondando il cucchiaino nel cuore morbido dell’ultima fetta rimasta.

Il celebre dolce di Pierre Hermé al cioccolato e lamponi è un classico, cucinato, fotografato e interpretato negli anni da moltissimi foodblogger.
L’ho assaggiato, nella sua versione originale, preparato da Maite de la Cucina di Calycanthus (che nel suo blog propone una variante autunnale alle noci con delle varianti interessanti). Mi è piaciuto così tanto che ho acquistato una forma per dolci da 20 cm a bordo alto per farla come la sua.

Ecco la ricetta, scritta seguendo i consigli de La cucina di Calycanthus e di Kja del Pranzo di Babette.

Dolce fondente cioccolato e lamponi

Ingredienti:
250 g di cioccolato extrafondente
250 g di burro
180 g di zucchero
35 g di farina + 35 g di fecola di patate
4 uova
120 g di lamponi freschi

occorre: una tortiera a cerniera diametro 20 cm (la ricetta originale richiede diametro 22 cm)

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Spegnere la fiamma, aggiungere il burro tagliato a pezzi e lasciare sciogliere.
In una ciotola capiente montare le uova e lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e gonfio.
Setacciare farina e fecola e unire alle uova un cucchiaio alla volta. Unire il cioccolato e amalgamare con cura.

Imburrare e infarinare la tortiera, versare metà dell’impasto, disporre i lamponi e coprire con il rimanente impasto.

Per un cuore morbidissimo, cuocere in forno già caldo per 30 minuti a 180°C.
Aumentare di 5-10 minuti la cottura per avere una consistenza interna più solida.

Comments

27 Responses to “Dolce fondente cioccolato e lamponi di Pierre Hermé (più o meno)”
  1. Con lo sfondo di questa goduriosissima torta fondente, mi presento.
    Ti seguo da molto, ben prima che anche io aprissi un blogghino.
    Finalmente ho avuto il piacere di provare la brioche senza impasto, tanto buona da concorrere a un contest.

    Ti lascio il link, così per curiosità…

    http://blog.cuocapasticcina.net/2012/07/brioche-senza-impasto-ma-con-una-lunga-storia/

    Grazie, a presto!

    • Grazie Cuocapasticcina,
      ho visto il tuo blog (e commentato il post della tua brioche senza impasto). Complimenti!

  2. daniela says

    Ricetta strepitosa Un bacino all’ingrediente segreto Chi non vorrebbe un ingrediente così!
    Un abbraccio,
    Daniela

    • Daniela, sei sempre molto gentile, grazie!
      L’ingrediente segreto è un must, hai ragione.
      A presto!
      Elena

  3. gnam gnam….mi lecco già i baffi all’idea che stasera busserai alla mia porta con questa meraviglia in mano (e anche con altre due meraviglie in carne e ossa!!! anzi tre dai, anche bigM!)…son troppo fortunata!!!!!!!!!!!

    • Cara Federica,
      la torta fondente al cioccolato e lamponi sta raffreddando di là in cucina.

      A questa sera e grazie per l’invito a cena!

      (il bigM, geniale!)

  4. Non passavo di qui da un bel po’, ma non ho mai smesso di pensarvi.
    Ora passo e ti trovo sempre più brava, professional… e chissà che grande Marta!
    E finalmente ho visto Matteo Lo Splendore.
    La bimba con la tazza di latte resta il nostro primo amore!
    Baci a pioggia e saluti al wise.

    • Cara Silvia,
      sono contenta che tu sia passata di qui. Pensa che Matteo domani compie 9 mesi!
      Marta è sempre più grande e sta benone.

      A presto e abbracci a tutta la tua famiglia!

  5. devo provarla appena rientro dalle vacanze. Qui in montagna ho trovato parecchi cespugli di lamponi ma non erano granchè.
    Leonardo la adorerà.

    • In campagna dai miei genitori (prov CN) abbiamo avuto un momento d’oro per i lamponi. E noi eravamo lì, pronti a raccoglierli.
      Mio papà lo scorso anno ha sistemato le piante di lampone nell’orto, perché sono infestanti e inarrestabili.
      Qui a Trento sulle bancarelle se ne trovano ancora di ottimi.

      Spero proprio che questo dolce piaccia a Leonardo e a tutti voi.
      Buona vacanza!

  6. Ciao Elena, questo dolce mi ispira un sacco! Ovviamente è finito immediatamente fra le ricette da provare assolutamente. L’unica nota negativa è che quest’anno di lamponi se ne son visti davvero pochi dalle mie parti. Spero in un miracolo tardivo della natura :-) Un bacione! P.S. Il tuo ingrediente segreto è sempre più strepitoso :-)

    • Mia cara, bentornata in Italia!
      Spero tu riesca a provarlo, eventualmente con qualche alternativa ai lamponi (mi spiace che questa stagione sia stata magra, dai miei genitori in Piemonte abbiamo avuto un buon raccolto).
      Ma devo dirti che l’abbinamento cioccolato fondente-lampone è molto soddisfacente.

      Un abbraccio e spero tu possa venire a trovarci e vedere dal vivo il nostro ingrediente segreto!

  7. Ciao ti seguo da tanto e mi sembra di aver capito pure che abitiamo vicine.
    (adesso che sono ad Edinburgh ovviamente no, ma torno presto)
    Qui i lamponi sono ME-RA-VI-GLIO-SI, ma sai una cosa? Faccio fatica a trovare una cioccolata che sia degna di questo nome! Curioso no?
    E poi ho un forno a gas…come la mettiamo con la cottura?
    Ciao e complimenti
    Scake

    • Scake ciao! Io vivo a Trento in questo momento, e tu?
      Quali sono i tuoi parametri per giudicare una buona cioccolata?
      Anche io nella mia casa piemontese ho un forno a gas, ma non l’ho usato per cuocere questa torta quindi mi è difficile aiutarti.
      In ogni caso il mio aveva il fuoco di sotto, senza indicazioni di °C (a Boston avevo invece il fuoco di sopra, fortissimo, prima di regolarmi ho bruciacchiato un bel po’ di cose) e alzavo le pietanze verso l’alto e più o meno azzeccavo le temperature.
      Tutto questo ambaradan per dire che fossi in te mi riferirei al modo in cui cuocio le mie torte.
      Grazie per i complimenti e a prestissimo!

      • Non deve lasciarmi la patina sul palato o avere un retrogusto acido o peggio rancido.
        La cioccolata buona c’e’ solo nelle cioccolaterie lussuose o al farmer market la mattina del sabato, ma e’ cosi’ buona che va a finire direttamente in bocca!
        Anche io vivo li’ da quelle parti…MA SONO IN INCOGNITO!!!! Comunque se vai sul mio blog “unannoacasa.blogpot.it” lo capisci dove abito, si vede il castello…
        Magari quando torno ci incontriamo al mercato del sabato mattina davanti alla stazione e andiamo a farci un caffe’?
        Ciao ciao
        Scake

  8. @Scake quando torni da Edimburgo?
    Quando ero bambina sono stata in Scozia e davanti a un cielo plumbeo con nuvole bianche e un prato verdissimo sopra a Edimburgo mi sono ripromessa di vivere nel nord europa.
    Dopo una ventina di anni ci sono riuscita :)

    Ho visto il tuo blog, ma non ho fatto caso al castello. Non sono trentina di origine, ma credo riuscirò a capire.
    Scrivimi quando sei dalle nostre parti e ben volentieri prendiamo un caffè insieme.

    • Sono molto contenta di tornare, ma sai che e’ un po’ un combattimento?
      Tutto sommato stare nel nord dell’Europa e’ sempre stato il mio sogno…Svezia, Scozia, Danimarca…
      Pero’ mi mancano tanto i pomodori del mio ortoooooo!
      Il 28 agosto siamo in Italia e poi mi farai conoscere un caffe’ che ti piace perche’ io bene o male o vado al Papiro per via dei libri o alla casa del caffe’ per via di tutte quelle cose buone!
      ciao buona e fine estate!
      Scake

      • Noi, dopo quattro anni e mezzo di vita in Olanda, avevamo nostalgia del sole e delle ore di luce.
        Per il resto, la ricchissima proposta culturale, la varietà di persone che abbiamo incontrato (etc.) mi mancano tutt’ora.
        I miei due caffè preferiti a Trento sono la casa del caffè e la casa del cioccolato.

  9. Ciao, ho copiato, fatta e rifatta la tua brioche senza impasto.(citandoti naturalmente) Un successone. Grazie

    • Sono molto contenta July!
      La brioche senza impasto, sin dalla prima infornata, è entrata nel ricettario di famiglia Comida come ricetta “minimo sforzo, massimo risultato”, per semplicità e riuscita perfetta!

  10. splendida creazione, complimenti! Mi sto perdendo nel tuo sito… arrivata qui alla ricerca di un tuo post del 2009, segnalato da un altro blog, su dei biscottini tedeschi a forma di cuore che potrebbero darmi lo spunto giusto per una ricetta con composta di mele e caramello, non credo uscirò molto in fretta…

    • Monica, benvenuta su ComidaDeMama! Spero i biscotti tedeschi ti piacciano, sono il risultato di un pomeriggio passato a cucinare con la mia amica tedesca Nicole e la sua mamma. Preparano tonnellata di biscotti tipici tedeschi ogni anno.

  11. ciao, inizio subito col farti i miei più sinceri complimenti per questo meraviglioso blog…per non parlare di questo dolce che ha già l’aria di essere fantastico…passa a trovarmi e, se vorrai, potremo scambiarci ricette e consigli, ti aspetto. Spero a presto!

  12. ps.ho vissuto a trento per 10 anni fino ad aprile, ora abito in una città vicina…magari una volta se hai voglia ci si vede, che dici????

    • Grazie Ale! E, molto volentieri, se passi da Trento mandami un messaggio via ComidaDeMama e prendiamo un caffè insieme.

  13. A passare da te non ci si rimette mai…. ci si rifanno sempre gli occhi!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes