ComidaDeMama

May 22nd, 2012 by Elena

Tofu marinato nel miso – Tofumini


Galeotte furono le 100 schiscette vegane di Wonderzdora. Da moltissimi anni seguo i suoi esperimenti e leggo le sue cronache, molto divertenti e istruttive. Purtroppo i suoi vecchi post non sono più in rete.
Dicevo, Wonderzdora sta fotografando i suoi lunchbox, bento, schiscette – chiamatele come volete. La schiscetta n° 14 prevede tofumino della petula da spalmare sullo zwieback multicereale coi semini.
E riscopro così una vecchia ricetta della Cuoca Petulante, in cui il tofu acquista aroma e colore dopo qualche giorno di marinatura nel miso.

Non siete amanti del tofu? Nemmeno io.
Ma amo il miso. Lo uso per marinare carni e pesci, oltre ad amare la classicissima zuppa di miso. Mi piace spalmato sul cetriolo, con un po’ di sesamo, come mi ha insegnato la mia amica giapponese Sumi. O nella zuppa di carote e zenzero.
Insomma, non potevo non provare.

La ricetta è molto semplice. Basta spalmare tutta la superficie di un panetto di tofu con del miso, riporlo in un contenitore a chiusura ermetica e lasciare fermentare in frigorifero per 2 o 3 giorni.
Passato questo tempo basterà togliere il miso usando un coltello e finendo il lavoro con un panno umido. Tagliare a cubetti o a fettine et voilà.

A seconda del miso usato il colore e il sapore cambierà.
Io ho usato un miso molto chiaro e delicato e devo dire che nelle insalate non mi ha convinto molto.
La prossima volta proverò a usare un miso dal sapore più deciso.

Invece nella zuppa di miso questi tofumini hanno fatto faville.

Grazie Wonderzdora e Petula!


Ecco una piccola anteprima delle 100 schiscette vegane di Wonderzdora. Cliccate la fotografia e le vedrete nel pieno della loro beltà.

Comments

11 Responses to “Tofu marinato nel miso – Tofumini”
  1. Io invece il tofu lo adoro (ma ammetto, non quello li in foto, proprio no, solo che non ti scrivo la marca perché non so se ti fa piacere, magari ti invio un mp su fb se interessa) e adoro pure questa ricetta, però è proprio vero che con un miso o l’altro cambia proprio sapore! Per me d’orzo, si si si ^_^

    • Grazie Azabel, molto volentieri!
      Oggi da NaturaSì ho preso un tofu di un’altra marca perché era in offerta. E non ho saputo decidere quale miso comperare. Seguirò il tuo consiglio e prenderò quello all’orzo.

      Devo passare da te e vedere come cucini il tofu, così magari inizierà a piacermi :)

      • a dire la verità il modo in cui lo preferisco è crudo, semplicemente a cubetti in insalata con tanti pomodori, olio buono, sale e origano. Però solo la marca che dico io, gli altri proprio no (oddio, tra quelli che ho provato ovviamente: ad un certo punto mi sono stufata di sperimentare marche nuove e vado sul sicuro). Cotto mi piace molto meno (grigliato o saltato con le verdure mi fa quasi tristezza… non sempre, ma diciamo nove volte su dieci ;) ), meno che non sia in sformati e cose simili.

  2. buono.
    sì, io incoraggio caldamente un tuo secondo tentativo con miso scuro che fa la differenza e, se posso darti un suggerimento, farcisci il panetto anche in uno o due tagli orizzontali (a mò di strati di torta farcita intendo) così la superficie a contatto col miso sarà maggiore.

    • Roberta Tranquilla, ho già preso ben 4 panetti di tofu (erano in offerta e sono in vena di esperimenti)
      Hai ragione, farò dei tagli. Grazie per l’idea!
      Avevo provato a marinare il tofu con zenzero e poi l’avevo grigliato. Devo riprovarci.

  3. daniela says

    Vuoi vedere che ho talmente fiducia in te che mi lancerò in quest’avventura? Per me è un terreno sconosciuto ma dopo un giretto al NaturaSi ti saprò dire,
    un abbraccio, daniela
    (e un bacino all’ingrediente segreto)

    • Cara Daniela,
      io sto per riprovare con un altro tipo di miso. Fammi sapere se ti è piaciuto.

  4. ciao comida,

    i vecchi post sono su un database sql, ma… devo riscrivere da zero il codice per farli riapparire!
    il mio blog era un esercizio di php, e l’anno scorso, in un momentaccio di sconforto, mi sono dimenticata di rinnovare il mio spazio web.
    backup? questo sconosciuto!

    grazie per avermi ricordato che stavo trascurando parte di quello che sono :-)
    cerchero’ di rimettere in piedi almeno il layout del tumblr :-)

    • Wonderzdora ben arrivata! Che peccato non avere più traccia dei tuoi post.
      Il tuo era uno dei primi blog che ho seguito.
      Io ho imparato tantissime cose da te e mi piaceva rileggerli ogni tanto.
      E alcune foto le ho ancora in mente.
      Una in particolare, quella in cui facevi il tofu.
      Mi spiace per il momentaccio, spero che sia passato.

      Intanto io ti seguo su Flickr e, quando sarà a posto anche via Tumblr.
      A presto!

  5. Ciao! Volevo dirti che ho provato a fare il tuo pan brioche senza impasto con, ti confesso, qualche perplessità del tipo “Ma come è possibile?”, e invece è venuto semplicemente spettacolare! Ricetta veramente da incorniciare. Grazie!!! E un saluto dal Belgio (vado spesso in Olanda causa fidanzato olandese, e quando passo da HEMA mi vieni sempre in mente!).

    • Cara Francesca. Prego! Sono felice che il pan brioche senza impasto ti sia piaciuto. E anche noi all’inizio abbiamo avuto qualche perplessità, ma è svanita al primo pan brioche sfornato!

      Ah, HEMA, che nostalgia! Un abbraccio!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes