ComidaDeMama

September 22nd, 2009 by Elena

ZenZero. Bottega equo solidale e bio catering.

zenzerocoop500px.jpg

Un biglietto da visita condensa in poche righe il lavoro di un gruppo di ragazzi in gamba che ha trasformato una lavanderia di tappeti orientali in un laboratorio di cucina, gestendo contemporaneamente un negozio di commercio equo e solidale, creando un ambiente di lavoro sereno, di quelli che ti fan alzare la mattina di buon umore.
Firenze mi ha riservato un’altra bella sorpresa, incollata su una delle pagine del libro delle scoperte lasciatomi da Pietro, Elena e la piccola Matilde durante il nostro soggiorno fiorentino.
“Il 30 Aprile il programma GeoeGeo, su Rai3, ha mandato in onda un servizio interamente dedicato a ZenZero e al suo catering.
Dieci minuti sapientemente assemblati dalla regista Francesca Catarci che per due giorni ci ha seguito nelle nostre varie sedi e attività: le visite ai fornitori biologici, la bottega di commercio equo, la cucina, l’allestimento di un catering.”

Un gruppo di amici ben coeso, tutti attivi nel campo del commercio equo e del consumo critico, appena laureati e nessuna intenzione di fare i precari a vita.
“Partendo da un prestito ottenuto con MAG6 Mutuo Auto Gestione, una cooperativa finanziaria etica, ristrutturano e attrezzano i locali per aprire la cucina.
Dal maggio del 2008 ZENZERO dispone di una propria cucina che permette di portare avanti con continuità l’attività di catering. La cucina è stata attrezzata grazie al prestito accordato a ZENZERO dalla cooperativa MAG6 (Reggio Emilia) e anche grazie al contributo delle molte persone che in quell’occasione sono diventate socie di ZENZERO aderendo alla campagna “Adotta un cuoco”. “

Quando si ha da gestire una bottega di commercio equo e un servizio di catering i lavori sono molti e non tutti sono cos

Comments

27 Responses to “ZenZero. Bottega equo solidale e bio catering.”
  1. Davvero una bella iniziativa, ed un indirizzo in più da segnare per una prossima vacanza a Firenze.

  2. noi abbiamo partecipato ad un matrimonio dove il catering era tutto bio-equo-solidale ed i piatti e le posate pure (in mater b)stupendo!!ma per comperare bioequosolidale bisogna avere parecchi parecchi euro. E’ cosa da ricconi, attualmente. ciao. baci.

  3. E’ bello ogni tanto sapere che le buone idee nascono e crescono, che la creatività ancora serve a qualcosa.

  4. bello bello veramente…. e poi il rumore della crosta al taglio del coltello uno spettacolo… bravi bravi bravi!

  5. wow! che bella dritta! non mi lascerò perdere l’occasione di passarci non appena sono in zona!
    grazie Comida e
    complimenti ai ragazzi di ZenZero
    (ho già sottoscritto la newsletter, segnalano un eventi dei quali non avevo notizia!)

  6. Molto interessante.
    Grazie per la dritta. La prossima volta che capito in centro, vado a farci una capatina!
    ;-)

  7. Ooops, la pasticciera è una mia omonima!:o)
    Bellissima iniziativa! Davvero bravissimi e coraggiosi! Capisco come si sente a essere precari…., li invidio tantissimo! ;o)

  8. Che spirito di iniziativa, questi ragazzi hanno tutta la mia ammirazione (anche perche’ il lavoro di catering e ccina come hai specificato tu speso non e’ poetico e per certi aspetti non sempre gratificante. Il video devo ricordarmi di vederlo stasera a casa. Un abbraccio!

  9. chapeau!
    Auguri di cuore a queste bravissime (e di questi tempi pure coraggiose) persone!
    E grazie a Comida per le sempre interessantissime segnalazioni.

  10. bello, bello, bello! e brava, brava, brava tu che peschi sempre queste cose geniali

  11. Un’iniziativa coraggiosa e assolutamente lodevole! Questi ragazzi sono la speranza del nostro paese e mi danno la forza di credere ancora nei miei sogni
    Grazie
    fra

  12. perfetta come chiusura del bellissimo libro che ho appena finito di leggere e che si chiama la fortuna non esiste.
    sul bio e giù di l

  13. segnalazione molto interessante: pensa che qui a Paicenza la bottega equosolidale vorrebbe proprio buttarsi sul catering perchè hanno molte richieste che però riescono a soddisfare solo in minima parte. tra 10 giorni farò infatti la cuoca volontaria per un mini buffet!

  14. enza posso capire le tue perplessità a riguardo dei supermercati bio oppure quei servizi bio ceste che ti mandano i prodotti molto bio e poco sostenibili che arrivano dall’altro capo del mondo.
    Essere certificati o appartenere a certi circuiti è molto costoso e alcune realtà non ce la fanno a ottenere queste cose pur essendo eccellenti. Siamo d’accordo nell’andare oltre ai vari bollini blu. Credo nel passaparola, quello gratuito e non quello da marchetta commerciale, ma so che in questo senso siamo molto in sintonia.
    Trovo che questi ragazzi abbiano messo insieme molte delle loro convinzioni e dei loro orientamenti, del loro gusto personale e ne abbiano fatto uscire un lavoro egregio. E non è poco di questi tempi.
    Sul prezzo dei catering da matrimonio, nello specifico, spero di poter sfatare il mito del ‘costoso perchè bio/equo solidale/politicamente corretto/ da ricchi con dei dati alla mano.
    Il matrimonio in particolare è una di quelle parole che fa lievitare i prezzi non poco e non c’è servizio di catering che costi poco.
    La materia prima per cucinare non fa lievitare i prezzi, lo fanno i ricarichi sulle bevande, sugli allestimenti e il costo del lavoro. Chi usa un catering come Zenzero, credo, condivide anche un’idea di sobrietà, di stile di vita che, occhio, non vuol dire trascuratezza o impoverimento dell’offerta e questo certamente deve pesare sul bilancio finale.
    Ma queste sono parole al vento, care enza e mammina, almeno finchè non facciamo il conto della serva e confrontiamo.

  15. Questa testimonianza arriva giusto in un mio momento i emditazione.I sogni coi sacrifici possono portare a cose grandi!
    Bacione

  16. ciao elena, ebbene hai conosciuto anche gli amici di zenzero!!! due di loro fanno parte del mio gruppo d’acquisto che però non è di firenze ma di pelago, il piccolo paese dove abito… insomma orami di firenze hai visto le cose più significative….se però resti ancora qualche giorno venerd

  17. Paola grazie per la tua email che mi hai immediatamente inviato con il programma del convegno. Non sono più a Firenze e se potrò venire te lo faccio sapere. Grazie infinite, mi ha fatto molto piacere.
    saretta verissimo e ti auguro ogni bene per i tuoi progetti
    Giò, che bello sarebbe una rete nazionale di catering di questo tipo.
    fra hai ragione!
    maite grazie, grazie, grazie! c’è anche un altro catering di cui vorrei parlare, ma secondo me tu lo conosci. Che decorano micro cucchiai di pappa al pomodoro con letteralmente una lacrima di olio.
    cricri mi unisco al tuo chapeau!
    Elvira verissimo, una ha in mente il tavolo bello, i fiori, il vassoio, ma non lo smaltimento dei rifiuti e le posate sporche e il mal di schiena a fine sera quando monti i tavoli, i forni, le affettatrici sul camion.

  18. Tutte te le trovi. Bellissima iniziativa che ha un senso anche nel tempo.

  19. Bella la tua risposta e in sintonia con quel che sento.
    il produttore di formaggi di capra ne è un esempio e anche il menu mi è sembrato particolarmente ricco specie se si tratta di vegetali e legumi, non credi?
    e poi questi ragazzi dimostrano che la fortuna non esiste appunto, esiste l’impegno.
    detto questo mi riimmergo nei mille problemi che ho oggi, grazie sei stata una boccata di ossigeno nel mio mare di guai

  20. ciao mia cara, long time no see. che bella figlia che hai!!
    dove ti ubiqui adesso?
    un abbraccio

  21. silvana! rattle rattle, Ecco a voi Silvana Rigobon, l’affascinante Massaia di Avesa. Che piacere vederti da queste parti!
    Sono a 90 Km a nord dalla tua testa. Ieri ero in conferenza stampa per la giornata nazionale del libro e pensavo a te. Doveva venire Dario Voltolini domani invece viene Luca Rastello e la persona che organizza questo incontro lavora con Giulio Mozzi a un progetto interessante. E’ da quando è venuto ad Amsterdam, il tempo un caffè nell’orangerie dell’Hortus dopo la presentazione del libro alla Bonardi, che non ci vediamo.
    Vediamoci prima o poi, dai.
    enza perchè viviamo cos

  22. Una bella iniziativa imprenditoriale. E culturale, se mi si consente l’estensione del concetto di cultura alla consapevolezza con la quale viviamo in questo mondo. Dunque grazie per questa segnalazione, che non mancherò di valorizzare facendola girare tra amici e conoscenti. Ragazzi con questo spirito vanno sostenuti, altro che, e la creatività si può trasformare anche in lavoro: ci pare una lezione da niente?
    Grazie anche a te, per questo spazio di terapeutica bellezza, nel quale sto sempre tanto bene. A presto
    Sabrine

  23. guarda se devo scoprire un’iniziativa cos

  24. Ciao, ho ricevuto oggi la tua visita e ci tengo a dirti, anche qui, che per me è stato un grandissimo piacere. Con l’occasione ho anche aggiornato il mio blogroll per includere il link a questo tuo blog: non voglio rischiare di perderti di vista!
    Grazie ancora, a presto
    Sabrine

  25. una splendida iniziativa che dà speranza in questo momento cos

  26. Il mio mezzo sangue salentino non può che apprezzare queste tue parole e immagini. ho un regalo per te se vieni a trovarmi. Ma noi non dovevamo incontrarci? :)
    ciao e a presto – manu

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes