ComidaDeMama

May 20th, 2009 by Elena

Tiny Kitchen. Cucinare [per il NYTimes] in 1 metro quadrato.

Jill Santopietro, chef e recipe tester per The New York Times, prepara un’insalata e mele verdi al Roquefort e noci caramellate nella sua cucina piccolissima (tiny, appunto), poco più di un metro quadrato.
Immaginatevi un appartamento a Manhattan e già sentite la musica jazz di sottofondo, come nei film di Woody Allen.
I taxi gialli, i watertanks, Le pain quotidien per fare colazione, la metropolitana, il Flatiron, la casa del no-knead-bread, le signore eleganti che vanno in giro in sneakers. I fiori all’ultimo piano del negozio accanto a Tiffany e cos

Comments

17 Responses to “Tiny Kitchen. Cucinare [per il NYTimes] in 1 metro quadrato.”
  1. Chef’s knife – check
    paring knife – check
    large skillet – check
    mixing bowls – check
    wooden spoon – check
    whisk – check
    swiss peeler – check
    microplane – check
    tongs – check
    meat thermometer – check
    stock pot – check
    scale – check
    Io uso molto la spatola di silicone, la trovo molto comoda per mescolare di tutto, e poi per svuotare ciotole e padelle. E se le cose elettriche rientrano in questa lista, direi pure una frusta elettrica (idealmente un robot con planetaria.
    L’idea di condire la ciotola mi pare geniale, e mi chiedo: e se si condisse la ciotola prima di mettere l’insalata? Un po’ come in quelle ricette dove ti dicono di passare uno spicchio d’aglio sulle pareti della ciotola, cos

  2. allora questo video è geniale nella mia prima mattina perchè:
    1. ho capito il suo inglese, più o meno… diciamo l’essenziale…
    2. mi ricorda la mia cucinetta parigina, solo che l

  3. Ciao ho guardato il video di soppiatto in ufficio ma senza volume..;-(( è stato comunque molto divertente…. lei smanetta tantissimo…
    ps sto pianificando la mia nuova cucina… e mi lamento dello spazio… è proprio vero che non si è mai contenti!!! Grazie per la segnalazione ! A presto V

  4. valentina in bocca al lupo per la nuova cucina e guarda il video con l’audio questa sera, è divertente.
    anna e maite
    siamo d’accordo che quella di condire le pareti dell’insalata è l’epifania di questa mattina. Non ci avevo mai pensato, quando ho visto tempo fa il video ho detto:”Ci scrivo un post”.
    Maite è vero, ha un inglese molto aperto e comprensibile e immagino che la tua casa parigina sia stata come quella dell’Angelo a Venezia. E lei è veramente simpatica.
    Anna (fai come i giornalisti americani e scrivi il cognome, mi fai venire nostalgia del NYTimes davanti a un ettolitro di caffè bollente) Io uso spatole di silicone e spatola classica per impasti e pentole e ciotole.
    Manca nella lista un paio di forbici. E poi, ma in effetti non è essenziale, una buona mandolina e un mortaio

  5. uno degli aspetti che preferisco dei tuoi post è che sono come le scatole cinesi o le matrioske. puntuali e precisi, con link e riferimenti e rimandi. ci passo almeno un’ora ogni volta, rimbalzando di sito in sito. oppure torno più volte, per rivedermi qualcosa che mi aveva incuriosito.
    ovviamente, ricette a parte, che mi piacciono sempre un sacco.
    :)

  6. Lei è davvero molto simpatica :D
    comunque, sarà perché stamattina c’è una bella brezza limpida e marina, sarà che io sono bollita e ho bisogno di ferie… ma questo tuo post mi ha soprattutto fatto venire (per associazione di pensieri e sensazioni) una gran voglia di vacanze sulla east coast!

  7. Oxiditazion?… Oxidation?… Ahah, è adorabile!
    E il trucco della vinagrette sulle pareti dell’insalatiera? Geniale.
    Grazie Comida!
    m.

  8. AHAHHA io non vi rivelerò mai e poi mai come faccio a condire le mie terrine giganti di insalata… mi vergogno!
    Questa donzella non può che farmi simpatia… la mia cucina è un filino + grande della sua (però c’è pure l’unico tavolo di casa che serve per mangiare, cucire, disegnare, scribacchiare…) ma peggio organizzata. Devo prendere lezione.
    In quanto allo zester ti confesso che (grazie al tuo vecchio post che hai linkato) sono sempre stata tentatissima di investire in un microplane, poi mi sono casualmente imbattuta in un “tarocco” a 5 euro, e in poco meno di un anno non mi ha mai delusa… scorza di limone e cioccolata comprese!

  9. Allora chiedo anch’io un trucco a questo nobile consesso: Ma i miei resti di parmigiano come li grattugio?
    A mano sono pigra e non ho più di una banalissima grattugia di metallo standard. Il robot, la funzione grattugia l’ho già scassata (e ricomprata) due volte con le carote, al parmigiano manco ci penso.
    Qualcuno ha idee geniali senza rischiare la lussazione del polso?

  10. Mi piace molto questa caratteristica “divulgativa” del tuo blog: utensili, siti, posti… Mi ci perdo con la fantasia. Tiny kitchen è bellissimo, un ode alla buona cucina in una metropoli frenetica. Me li sto guardando uno dopo l’altro e me li metto fra i preferiti. Un bacio Elena

  11. arrivo volando di corsa corsa e pertanto ho soltanto potuto leggere cosa hai scritto tu e non vedere il video ma quella cucina mi ricorda qualcosa… :) http://iodagrande.blogspot.com/2007/12/aggiornamento-real-time-quando-il-gatto.html

  12. aiuto!! lei è davvero carinissima, ma io impazzirei con una cucina cos

  13. Disordinata come sono non credo che potrei mai cucinare in un cucinino cos

  14. mi piace la jill!
    dai Top 12 Tools io tolgo il termometro e aggiungo il minipimer, tolgo il whisk e metto mortaio e pestello (anzi, la versione mozambicana di mortaio e pestello, il pilao pequeno…)
    ciao!

  15. Alex, i taglieri è vero – io li ho sul piano di lavoro sempre pronti. La (il?) minipimer lo usiamo molto (se non l’hanno inventato gli spagnoli, sicuramente lo usando moltissimo), ma non per i dolci, che è quel che faccio di più ultimamente, per cui non l’ho messo tra i miei must. Poi però aggiungerei il macinacaffè per macinare le spezie sul momento. Il microonde per sciogliere cioccolato e burro, e scaldare le uova per montarle. ma andiamo già sugli elettrodomestici pesanti!

  16. La mia cucina parigina è due metri quadrati, ci vuole fantasia per compensare lo spazio. Ho parecchi di quei utensili, in particolare la microplane ed è fantastica. Ecco, il trucco dell’insalata mi mancava proprio! Grazie mille per questo video!! A presto.

  17. Ciao! Ho scoperto il tuo blog mentre cercavo suggerimenti sulla Food Photography.
    Adoro l’America e il tuo post mi ha ricordato tante cose: Manhattan, Whole Foods, il mio supermarket preferito etc. Complimenti per i tuoi posts, sempre pieni di notizie interessanti. Ti ho lasciato il link al mio blog, se hai tempo mi piacerebbe sapere cosa ne pensi:)) Sabrina

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes