ComidaDeMama

March 20th, 2009 by Elena

iCi piace un succo! Sarde a beccafico.

Sarde a beccafico


L’ occasione della raccolta-concorso Ci piace un succo! mi fa rispolverare questa ricetta che non cucino da troppo tempo.
Il tema, com’è intuibile, è: ricette con gli agrumi.
Grazie agli host del concorso, k, Tzatziki a colazione e senza panna che hanno promesso di raccogliere tutto in un agile PDF e di omaggiare il vincitore di una serie di vini d
Nella mia variante le arance servono sia come condimento sia come guarnizione.
conlogo_ridotto.jpg

Sarde a beccafico

Ingredienti
800 gr sarde
6 filetti di acciuga sotto olio
150 gr pane pesto
50 gr pinoli
50 gr uvetta
un ciuffo di prezzemolo
foglie di alloro
il succo di un’arancia, filtrato
1 bicchiere scarso di vino bianco
sale e pepe
per guarnire:
stecchini lunghi immersi precedentemente in acqua
una grande arancia
foglie di alloro fresche
Tagliare la testa alle sarde. Togliere le eventuali squame presenti sul dorso. Aprire le sarde a libro, infilando il dito all’interno della pancia e percorrendone la lunghezza fino ad arrivare alla coda senza però rimuovere le pinne finali, che daranno l’idea del “beccafico”. Estrarre in questa operazione le viscere e la lisca. Sciacquare sotto l’acqua e tamponare leggermente con carta assorbente.
Lasciare l’uvetta in immersione in acqua tiepida per 30 minuti e poi scolare l’acqua.
A parte preparare un trito aromatico a base di foglioline di prezzemolo, aglio e acciughe tritati finissimi. Mescolare con il pane pesto, l’uvetta e i pinoli .
Lasciare in ammollo in acqua degli stecchini di bambu per un’ora in maniera che non si carbonizzino durante la cottura in forno.
Tagliare delle fette di arancia spesse due cm e dividerle in quarti, mondare un ramoscello di alloro separandone le foglie.
Stendere su un tagliere le sarde con la parte eviscerata rivolta verso l’alto, impanare con il composto aromatico e arrotolare le sarde con le due pinnette rivolte verso l’alto.
A seconda delle dimensioni delle sarde sarà più facile arrotolare. Nel mio caso le sarde non erano grandissime e quindi le ho solamente piegate in due.
Alternare sullo spiedo foglioline di alloro spicchi di arancia e sarde. Volendo si può evitare di fissare le sarde con uno spiedo accostandole strettamente le une contro le altre, contenute in una pirofila oliata, sempre con una guarnizione di foglie di alloro e spicchi di arancia. Disporre gli spiedi in una teglia leggermente oliata.
Versare il succo di arancia sulle sarde. Cospargere sopra il pan pesto aromatico rimasto, aggiungere sale e pepe.
Infornare per 15 minuti a 180

Comments

10 Responses to “iCi piace un succo! Sarde a beccafico.”
  1. questa ricetta mi piace molto soprattuto la presentazione a spiedino!
    Un bacio e buon fine settimana
    fra

  2. Elena, non puoi pubblicare queste foto a quest’ora!!!
    Io ho fame….
    Complimenti, proprio bella la ricetta, bella la presentazione e bella la foto.
    Grazie e in bocca al lupo.
    Posso solo chiederti una cosa?
    Potresti pubblicare il logo del concorso sul post?
    Un abbraccio

  3. bella!!!!
    sono sempre a caccia di ricette con il pesce azzurro e questa cade giusto a fagiolo.
    ben fatto, vediamo cosa riesce a me.
    elena

  4. Bellissima ricetta: le sarde valorizzate da questo spettacolare, insolito, delicato accostamento….
    Complomets

  5. bellissima questa declinazione delle sarde a beccafico!
    decisamente da provare per confrontarle con la classica ricetta che mi accompagna fin dall’infanzia!

  6. che aspetto invitante che hanno, bravissima GNAMM!

  7. Amo le sarde in tutte le salse (e non) ah ah!
    Mi permetto di prendere nota di questa fantastica ricetta! :-P

  8. Bella ricetta, non cucino il pesce ma ho sempre qualcosa da imparare

  9. Grazie.
    Un abbraccio

  10. Le sarde qu

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes