ComidaDeMama

January 21st, 2009 by Elena

Cook the blog: Uova sode perfette. Mai più grigette o verdoline.

aa_eggs394253633_e5af6772ac.jpg
Clotilde Dusoulier, autrice di Chocolate&Zucchini è stata la prima vera foodblogger che ho seguito quando nel 2003 ho iniziato a scrivere Comidademama.
In questi anni è riuscita a incuriosirmi e appassionarmi, anche questa volta.
Dedica un post al suo libro di cucina preferito nel 2008, A Platter of Figs and Other Recipes di David Tanis , scegliendo tra le pagine la ricetta delle uova sode.
Uova sode perfette. Con ancora il tuorlo giallo vivo, un po’ cremoso.
Non vanno bene per le margherite di stresa, ma per la mia valeriana non posso chiedere di meglio.
Le uova vanno tuffate con cautela in acqua bollente, di qui in poi si conteranno dagli 8 ai 9 minuti dal momento dell’immersione.
Si estrarranno e si raffredderanno in acqua ghiacciata.
Niente più tuorli verdastri e dita scottate.
Uova sode
Ingredienti per 6 uova:
6 uova di ottima qualità a temperatura ambiente o almeno da 30 minuti fuori dal frigorifero
acqua
ghiaccio
attrezzatura:
una pentola di dimensioni medie
un mestolo per immergere/estrarre le uova
una ciotola per l’acqua ghiacciata

Nella pentola portare l’acqua a ebollizione.
Immergere delicatamente le uova ad una ad una, il mestolo può essere di aiuto.
Calcolare 8 minuti dall’immersione o 9 minuti se non si vuole il tuorlo ancora leggermente umido.
In questi pochi minuti preparare la ciotola con acqua e ghiaccio.
Scaduti i minuti di cottura estrarre le uova e immergerle nell’acqua ghiacciata.
Questa operazione fermerà la cottura.
Dopo due minuti le uova sono pronte per essere sgusciate e servite.
Aggiornamento.
Grazie alla segnalazione di Virginia leggo il post di salsadisapa sull ‘uovo sodo stellato di Gualtiero Marchesi.
Su Mangiare è un po’ come viaggiare trovate le indicazioni per leggere il codice impresso su tutte le uova in commercio.

Cook the blog è una citazione scherzosa della rubrica – molto interessante – Cook the Book di Serious Eats

Comments

23 Responses to “Cook the blog: Uova sode perfette. Mai più grigette o verdoline.”
  1. le facevo cos

  2. Ciao e grazie per essere passata da me e per i complimenti ai miei “bambini”.. ti posso confidare che l’amore aumenta in maniera esponenziale negli anni e in questo momento stanno “sbocciando” e anche i problemi (nel limite)che sopraggiungono quotidianamente concorrono ad amarli di piu’. Come dice Michela sono la sfornata migliore che ho fatto,ma non per l’estetica ma per quello che ogni giorno sanno donarmi(problemi compresi). Insomma sono innamorata dei miei figli anche se ogni mattina quando mi alzo all’alba per far cominciare a far girare “la macchina operativa”di casa,mi metto una mano sul cuore e l’elmetto in testa! un bacio all’adorabile Marta e alla sua mamma molto in gamba! una pacca al papa’!
    anna maria

  3. Buongiorno Elena tesoro! ohhh..finalmente qualcuno che mi spiega il segreto delle uova sode..dopo tante ricette in giro molto buone , sognavo qualcuno che mi spiegasse l’arcano mistero di come evitare il grigio..che va tanto di moda..:-D ma non dentro le mie uova!!
    bacione tesoro
    Silvia

  4. Quando abitavo con altre studentesse avevamo un cuociuova elettrico. Le uova venivano perfettissime. Solo che mi rifiuto di tenermi un altro elettrodomestico, inutile poi, diciamocelo. Qui in Germania poi si vendono le uova sode anche dal panettiere – e ormai non più solo nel periodo pasquale. Il grado di cottura è sempre perfetto e a volte le compro.
    Un bacione

  5. alex sono d’accodo sul non cedere all’ennesimo elettrodomestico.Non sapevo vendessero le uova sode in panetteria in De. Marta vivrebbe di uova sode, le prenderebbe per merendina, di certo! In realtà non lo farebbe perchè le loro ricreazioni durano pochissimo.
    silvia io ne ho fatte di tutti i colori, di uova.
    Perchè se le metti a freddo poi magari inizia a fare altro e ti dimentichi di guardare quando ha iniziato a bollire et voilà.
    annamaria i complimenti erano più che meritati, hai tre bei figlioli grandissimi. E’ bello sentire una mamma cos

  6. Quel libro ha una copertina bellissima, sono mesi che lo tengo d’occhio, indecisa se ordinarlo o no…

  7. Quindi… svelato il segreto delle uova sode! In effetti, quando il tuorlo è grigio o verdino, mangiarle non è entusiasmante: me le cuocevano cos

  8. Bè, sembrano mollto più facili delle indicazioni di Marchesi…
    Salsadisapa ce le aveva ricordate qualche temo fa…nulla è scontato.

  9. Ecco, il problema è proprio trovare le uova di ottima qualità.
    Io prendo sempre quelle biologiche, ma hanno sempre dei tuorli cos

  10. Il metodo riportato da Clotilde è quello che applicavo le prime volte che cuocevo le uova. Il problema è che anche con uova a temperatura ambiente il guscio mi si rompeva e tentacoli bianchi spuntavano dal guscio (e non erano uova aliene :o) ).
    Ora faccio quasi come tt: uova in acqua fredda e cottura di 8 minuti a partire dal’ebollizione, ma a fuoco basso. Poi tegamino sotto l’acqua fredda e cambio l’acqua un po’ di volte fino a quando rimane fredda. Tuorlo giallo e bello sodo.
    Però, se non ti offendi :o) farò un mix di suggerimenti, proverò a fare come tt spegnendo il fuoco e ad utilizzare acqua e ghiaccio invece di cambiare più volte l’acqua sprecandola.

  11. staximo, ma figurati se mi offendo! mi sembra bello interpolare con le varie ‘tecniche’. Io comunque rimango alla ricetta di Clotilde perchè il mio problema è che non faccio caso a quando l’acqua inizia a bollire. Non c’è volta che mi dimentichi di guardare. Sono una testa!
    Cariline hai ragione, pensa che io avevo un signore che mi portava quelle delle sue galline, altrochè.
    L’altro giorno ho aperto delle uova con un giallo giallissimo tremendo.
    virginia sai che non avevo visto il post di salsa di sapa? vado a vederlo.
    Onde99 madai! hai vissuto in Tanzania? Racconta!
    elisabetta in effetti l’head chef di chez panisse incuriosce anche me. Poi ora con la sterlina bassa Amazon .co.uk è molto appetibile.

  12. Aspetta, aspetta, che da sola non lo troverai mai!!!
    E’ qui:
    http://qualcosadirosso.blogspot.com/2008/06/qualcosa-di-stellare.html

  13. ciao !! mi piace il tuo blog per i piatti di legno e la luce che illumina i tuoi piatti, e poi ci sono un sacco di proposte stuzzicanti per i bambini, leggi sane !!
    a presto, ti torner

  14. telepatia…abbiamo pensato alle uova….consigli da seguire per togliere ogni grigiore,anche meglio di dash ;-)) copiati e stipati nella cartellina delle dritte da seguire..
    ciaooo!

  15. Sarset e uova sono un’inno alla primavera :-) Mi predispongo, e imparo la cottura per rendere la presentazione perfetta! Baci

  16. eccomi! ciao comida, innanzitutto grazie per la citazione :-) da quando ho scoperto quel metodo per lessare le uova non l’ho più lasciato, sai anche perché? perché si risparmia pure gas eheheh :-D comunque vedo che anche col tuo sistema il tuorlo non diventa verdastro! se decidessi di provare col metodo marchesi fammi sapere: mi interessa la tua opinione!
    brava anche per la puntualizzazione sulla qualità delle uova: codice “0″ assolutamente.
    un abbraccio!
    sara

  17. Non ci credo, mia nonna proprio faceva cos

  18. lydia ma dai!bello vedere che l’head chef di Chez Panisse usa la tecnica di tua nonna!
    salsadisapa citazione meritatissima, mi spiace di non avere visto io il post, ma Virginia è stata cos

  19. Questo post devo farlo vedere al mio Marco!!! Lui litiga sempre per aver l’uovo perfetto!!!!
    Tu sei un mito!!

  20. Io sono letteralmente drogata di uova, soprattutto di uova sode. E stravedo per le uova di quaglia, molto usate negli stufati invernali (oden, ecc.)e nei bento di stagione. ^^
    Con questi segreti di cottura mi hai resa felice!!! :D

  21. kazu anche qui mangiamo parecchie uova e me le dimenticavo sempre, nella conta del tempo. Ora non sbaglio più
    adrenalina ottimo!

  22. Che bello!!
    Di solito il mio metodo conta 7 minuti con uova in acqua fredda, portate a bollore.. E poi subito dopo a raffreddare nell’acqua.. Restano gialle e morbide.
    Mi segno questa tua.. :o)))
    P.s. la cena russa è domani sera..
    Do Svidanija Comida!

  23. E’ come le faccio io! E poi adoro le uova “mujette” :-)*

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes