ComidaDeMama

November 17th, 2008 by Elena

Sapindus Mukorossi, noci detergenti ricche di saponina, per un bucato senza saponi nocivi!

sapindus2.jpg
“Comida, Comida NON SI MANGIANO, per niente. Non fare esperimenti, eh? Però se vuoi aprire uno dei sacchetti di tela e vedere come sono fatte fai pure.”
I sacchetti che porto a casa dalla bottega di commercio equo e solidale Mandacarù sono tre.
Per fare il bucato in lavatrice buttando nel cestello, di fatto, un pugno di noci.
O, meglio, un pugno di gusci di noci raccolte in un sacchetto di tela, commercializzati da altromercato in confezioni da 500 gr per 7.7 euro, garantendo 30/35 lavaggi circa.
Come non resistere a tagliare la cucitura e vedere come sono fatti, questi gusci?
Noci dal nome esotico, Sapindus Mukorossi (noce del sapone) è, come riporta la scheda tecnica del prodotto,

un albero tipico dell

Comments

17 Responses to “Sapindus Mukorossi, noci detergenti ricche di saponina, per un bucato senza saponi nocivi!”
  1. Liana (trentina) says

    Io li ho provati. Per pulire, puliscono bene; il problema è che se non aggiungi un poco di ammorbidente il bucato esce dalla lavatrice con tutti i suoi begli odori di quando ci è entrato.

  2. Grande Comida! :)
    era da un pò di tempo che le guardavo in un negozietto di articoli equosolidali in via Saluzzo, a Torino.
    Un motivo in più per acquistarle! Grazie!

  3. ottima nuova da conoscere!

  4. esatto! io ho rinunciato. ero entusiasta, li ho comprati e usati. gli odori, restano i cattivi odori allora mi chiedo… è questione di lavaggio o con i detergenti nocivi si coprono con profumi aggiunti?
    un capo lavato non dovrebbe non avere odori?
    io ho smesso di usarli, tutto troppo opaco, pur mettendo percarbonato, ossigeno ecc… tutto maleodorante.
    :-(

  5. Buongiorno Elena! Che belli questi sacchetti e poi oltre che essere ecologici, sono anche economici :-D mi sembra un binomio perfetto!
    Bravissima è sempre un piacere leggerti!
    Buona giornata e bacio a Marta
    Silvia

  6. Insomma, un detersivo che non lava.

  7. alessandra says

    Ciao,
    pare che sia un po’ una bufala: io stessa le ho usate per un po’ e mettevo gli olii essenziali (lavanda) per far “profumare” i panni senza usare l’ammorbidente che inquina molto, ma hanno fatto dei test e il solo effetto lavante e’ dovuto all’acqua calda e lo strofinamento dei panni:
    http://forum.promiseland.it/viewtopic.php?t=1571&postdays=0&postorder=asc&start=0
    Cosi’ ora sono passata ai detersivi eco alla spina e ne metto meno della dose consigliata.
    Prova anche ad andare su:
    http://biodetersivi.altervista.org/
    alessandra

  8. Anch’io le usate per un periodo, acquistate direttamente dall’importatore tedesco, poi però ho rinunciato per tutti i problemi qui delineati da altre persone. Tra l’altro, le ultime che ho acquistato mi hanno sporcato il bucato bianco di marrone, nonostante il sacchetto di tela grossa che le racchiude in lavatrice.
    Invece funzionano bene se fatte bollire, utilizzando poi l’acqua saponata che ne viene fuori (per lavare a mano, o per i piatti). Ottima, tra l’altro, come antiparassitario per le piante.

  9. Ciao, le sto provando anch’io e mi trovo bene. A volte se il bucato è particolarmente sporco aggiungo anche un po’ di NR (lavatutto della Just), l’unico difetto che trovo nei detersivi ecologici è che non contenendo sbiancanti ottici, i capi bianchi nel tempo diventano un po’ grigetti, ma per i neri sono ottimi perchè i colori si conservano benissimo. Per quanto riguarda gli odori, io da quando la mia prima figlia ha sviluppato (appena nata) la dermatite atopica, ho eliminato completamente l’ammorbidente, al suo posto uso l’Essenza Timo (Just) che è un ottimo antibatterico, funghicida, aiuta le fibre a rimanere morbide e lascia un buon profumo sui capi; inoltre è un’essenza da bagno perciò acquasolubile e la usiamo anche per fare il bagno, viste le proprietà disinfettanti delle vie respiratorie, ed è un’ottima prevenzione (sui capelli) per la pediculosi. Spero di non essere stata invadente e di essere stata, invece, d’aiuto. Complimenti per i tuoi bellissimi post. Ciao, Beta.

  10. cabiria says

    Attenzione perchè per raccogliere queste noci c’è un emergenza ecologica dato che viene fatto in modo indiscriminato.
    Ne esistono però in commercio certificate raccolte dalla guardia forestale indiana (mi pare cito a memoria) verificarne la provenienza!!!
    Che bello poter di nuovo commentare qui date!
    un bacio

  11. Ho letto il post e qualche commento…e mi e’ venuto in mente che anche il metodo della cenere usato dalle nistre bis o trisnonne non doveva dare bucati profumati….sara’ per questo (altre la scomodita’ di usare la cenere ed il fatto che sono scomparsi i camini) che l’industria chimica si e’ parecchio cimentata nel settore “pulizie domestiche”….
    Comida, hai dimenticato di ricordare di quando hai parlato di smaltimento delll’olio usato per cucinare! (ancora tasto dolente per me :( )
    Ciao!

  12. Ignoravo l’esistenza di queste “noci”… tu Elena ne sai sempre una più del diavolo! ;o)
    Nei commenti leggo che viene usato il sapone ecologico abbinato all’ammorbidente: ne sconsiglio vivamente l’uso. Non tanto per motivi ecologici, ma perché può provocare allergie e irritazioni della pelle.

  13. Quando ho visto la foto su flickr ho pensato prima ai datteri. Certo che questa mi è completamente nuova. Dopo i commenti sono curiosa di leggere come ti sei trovata tu.
    Un abbraccio
    Alex

  14. grazie delle dritte buona giornata

  15. Anche io ho provato con le noci saponine e non ho avuto problemi nè di odori nè di opacità, forse perchè ho messo nella vaschetta della lavatrice qualche goccia di Tea Tree Oil, che disinfetta e dà un pò di profumo.Circa l’efficacia reale mi è venuto qualche dubbio leggendo un accurato e bel libretto che consiglio “Guida ai detersivi bioallegri” dove si spiega che sono come l’acqua calda. Come ammorbidente naturale si può usare l’aceto bianco (100 ml).Tuttavia esistono in commercio nelle botteghe del mondo alcuni detergenti (piatti, lavatrice,lavastoviglie, multiuso) che sono efficaci, hanno una ottima biodegradabilità e ingredienti del commercio equo (segnalo la linea Lympha:http://www.lympha.eu). L’importante comunque dice il libretto è imparare a “selezionare i capi, lavando a freddo e con detersivi liquidi il bucato che va lavato a freddo, delicato o poco sporco ea caldo, con detersivi in polvere, il bucato resistente e più sporco. Ecologico è anche lasciare il bucato in ammollo per qualche tempo -quando i colori lo permettono- per effettuare lavaggi più corti e altrettanto efficaci”. (Guida ai detersivi bioallegri- MAria Teresa de Nardis- Emi).

  16. Laura Pegoraro says

    Non so se voi ne sapete qualcosa, io ho appena ordinato una pallina che funziona grazie all’ossigeno attivo sprigionato dalle sfere in essa contenute. Mi hanno detto che Beppe Grillo ne fa la dimostrazione durante i suoi spettacoli.Se volete saperne di più questo è il sito:wwwbiowashball.com. Quando l’avrò usata vi dirò qualcosa. Grazie per lo spazio! Peggy da Cuneo

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes