ComidaDeMama

June 26th, 2008 by Elena

Jordi Savall

jordisaval.jpgUn po’ a malincuore non inserirò più dei video di Youtube perchè rallentano la visualizzazione del blog, che in ogni caso ha necessità di una ristrutturazione vera e non solo cosmetica. Torno però a riscrivere di musica per via di uno scambio di commenti con Mario, che conosce e apprezza Susheela Raman e che suona e canta in un piccolo coro che conta un repertorio piuttosto ampio, dal canto gregoriano alla musica polifonica del Novecento.
E allora mi chiedevo se per caso non fosse anche un estimatore di Jordi Savall.
La prima volta che l’ho sentito suonare dal vivo è stato nel 2002, in occasione del Festival Internazionale della Musica, bellissimo, Settembre Musica |sito della seconda edizione come MI.TO, dopo 29 edizioni torinesi, 1-25 settembre 2008|. Il Festival prevede concerti non solo a Torino e Milano, ma anche in altre sedi.
Cos

Comments

8 Responses to “Jordi Savall”
  1. Oh… lo conosco (cioè l’ho sentito suonare)!
    Mi era piaciuto molto… ero andata a teatro poco convinta, sull’onda dell’entusiasmo di una amica e collega… che poi ho ringraziato
    ;)
    che bello sorprendersi!

  2. Mi trascini in modo incalzante nel mio mondo di suoni. Ho sentito Savall più volte a concerto a Torino, a Milano e a Londra. E’ un, IL, mostro sacro della musica per viola da gamba del repertorio europeo. Oltre a tutta la sua attività di concertista, oltre al Concert des Nations (a parte alcune critiche che io muovo all’uso degli strumenti d’epoca ed al riprodure musica secondo la lezione originale – vedi Ton Koopman, pur bravissimo ma talvolta un po’ pedante), ha curato le musiche di uno dei miei film preferiti “tutte le mattine del mondo” sulle musiche di Saint-Colombe e di Marin Marais: c’è tutto, l

  3. Chouquette says

    Leggo il tuo blog da un po di tempo ma è la prima volta che osò scrivere. Grazie a te ho scoperto parecchi musicisti. Questa volta li conosco già, Jordi Savall per “Tous les Matins du monde”, e Susheela Raman scoperta casualmente per la sua versione di “Trust in me” diffusa alla radio. Le altre canzoni sono stupende, anche se un po’ più “difficili”.
    Merci aussi pour les recettes de cuisine !!!
    Chouquette

  4. mi inchino a tanta cultura…elenita sei magica. bacioni.

  5. mammina ma cosa dici mai, ho solo molta fortuna nell’avere buoni consiglieri .
    Chouquette la prossima vita imparo il francese. Grazie mille, sono felice che ti piaccia Jord

  6. strabilio, trasecolo. Un altro elemento in comune! amo molto anch’io Jordi Savall, che è amatissimo anche dai miei amici Olof e Malin, svedesi e musicisti in un ensemble barocco. ricorderò sempre con grande delizia la serata inaugurale di un settembre musica di qualche anno fa, in cui Savall suonò e Scabin preparò un sublime rinfresco. sembrava di esser stati catapultati in paradiso, letteralmente.

  7. Jordi Savall ha suonato qui a Verona qualche mese fa.
    Lo trovi scritto nel mio libro, di recente pubblicazione, “Le Cose Che Volevo Fare Ma Poi…”.
    Ma anche qui è stato, mi han detto, *magico*.
    E dove c’è magia ti si trova sempre, vero? ^_^

  8. silvio non ti preoccupare jordi savall viene spesso in Italia e tornerà a verona e andremo a vederlo tutti insieme, e sarà bellissimo
    dede Scabin e Savall un repertorio barocco in tutti i sensi, mi sarebbe piaciuto esserci, ma sei stata fortunata. Sei mai stata da Scabin lassù al castello di rivoli? Devo dire che mi incuriosisce molto

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes