ComidaDeMama

April 3rd, 2008 by Elena

Lowel EGO Lights. Come una luce cambia una fotografia.

Mai come ora nei weblog di cucina, italiani e non, ho visto tante fotografie belle, bellissime.
Alcune sono fatte con macchine professionali molto costose, altre addirittura fatte usando un telefonino.
La luce naturale è sicuramente un’ottima risorsa anche se a volte deve essere filtrata o direzionata con qualche foglio di cartoncino bianco o pannello argentato. Chi se lo può permettere o per mestiere fotografa usa dei pannelli appositi, ma sulla rete imperversa meno male il DIY (Do It Yourself).
Un sito che frequento e da cui ho costruito il mio primo light box, dopo avere visto quello di Aki Kamozawa & H. Alexander Talbot di Ideas in Food, e da cui ho capito come costruire il mio $10 Macro Photo Studio è strobist.
Alla fine mi ritrovo ad usare il mio lavandino di acciaio molto profondo, posizionato tra due finestre a 90

Comments

15 Responses to “Lowel EGO Lights. Come una luce cambia una fotografia.”
  1. Eh eh ne parli con una che fa certe foto..schifo schifo e mi vergogno anche perchè per il lavoro che faccio almeno un po’ dovrei sforzarmi..ma nisba..il nulla dell’inettitudine.
    complimentoni a Marta per il suo autografo meritatissimo direi per tutta la autonomia con cui ha scelto il libro. Excellent indeed!
    Silvia

  2. Ma sono geniali queste tecniche, mi e’ piaciuta molto quella della scatola, credo che provero’ a farla, io personalmento ho una piccola Canon Powershot a430, e riesco gia’ con quella a ottenere dei buoni risultati!! Ciao Lisa

  3. grazie Elena sai che questi suggerimenti per me sono oro….bacioni

  4. Un po’ alla volta sto imparando a conoscere le potenzialità luminose di ogni angolo della mia cucina nei vari momenti della giornata, ma quando si accendono le luci… meglio lasciar perdere.
    Grazie a questo post ho finalmente capito come funziona un light box, hai visto mai…

  5. Siti che spieghino come salvare l’incolumità dei soggetti da manine golose che ne vorrebbero assaggiare “solo un’altro poi smetto” non ce ne sono vero? :-)
    Domani con più lucidità leggo bene, intravedo però un possibile utilizzo di uno dei tanti cartoni del trasloco che ancora girano per casa/cantina/box… :-P

  6. ma sai che con questo articolo sulla luce mi hai ricordato quello tuo olandese sulla doutch light? (l’ho scritto giusto?) so che non c’entra ma chissà perchè a me hai ricordato quell’articolo l

  7. comidademama says

    mammina Ducht Light si chiamava, che bel documentario! C’è una blogger italiana che si chiama Anna che ha nelle sue fotografie la luce olandese.
    CV tieni le scatole che ci facciamo il solar oven!
    belli i grissini!
    elisabetta il lightbox è come il tubino e filo di perle, meglio averlo just in case :)
    anna ecco seri tu l’anna dalla luce olandese, fai delle fotografie bellissime, quelle del peanutbutter e anche quelle del pane mi piacciono molto
    lisa hai ragione sono ottimi, sei bravissima, fotografare e mettere sul blog è fonte di grande soddisfazione sia per te che per chi vede il lavoro fatto, vero?
    silvia ma non dire cos

  8. Mi sono innamorata di queste luci! Per fortuna ora le giornate si sono allungate e ho un po’ risolto il problema delle foto serali. Ma per il prossimo inverno voglio attrezzarmi. Un bacione e buon WE

  9. uhm… interessante argomento: sono sempre troppo pigra per approfondire questi temi, e poi me la prendo con me stessa quando le foto non mi soddisfano! vado a guardare i tuoi link… grazie!

  10. Belle quelle luci.
    Avevo già letti l’articolo di Jaden e sono morta di invidia: qua penso che non si trovino e le luci da studio sono rivolte ai professionisti e quindi i costi sono folli per un fotografo improvvisato come me :o(

  11. Cara Elena, grazie per questo suggerimento, ci sono proprio tante cose che non so al riguardo e ne farò tesoro! io faccio parte come ben sai della schiera di DIY armata di una digitale bellina ma nemmeno lontanamente professionale e tanta fortunosa luce della finestra, che poi per essere un cucinino al piano terra….sono proprio fortunella !! :-)

  12. Io non sono proprio capace :( e si vede!

  13. grazie mille dell’articolo!! io sto cercando di approfondire nell’argomento e lo trovo a volte veramente difficile (uffa!) lo studierò con molta attenzione :)

  14. ero convinta di aver già postato un messaggio ma sarò un po’ intontita dall’ora legale e me lo sarò sognata, cos

  15. Grazie mille Elena! Corro a documentarmi sulle fonti che indichi :D

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes