ComidaDeMama

March 8th, 2008 by Elena

Comidademama torna a New York, con il cugino greco!


NYC seconda visita. Watertank

Vorrei brevettare mio cugino greco Alexandros come antidepressivo naturale.
Da quando è arrivato, pochi giorni fa, la casa sembra più colorata.
Diciannove anni di entusiasmo puro, un bel sorriso, sempre uno scherzo per Marta, che si diverte come una matta.
Ho scoperto dove si trovano lo stadio dei Boston Celtics e la casa di Paul Revere. Ora ho un’idea di come sia la musica pop greca e di come è messo il Panathinaikos.
Ieri sera abbiamo fatto un po’ di festa con lei e relativi wise. Ilaria ci ha portato i sa coccoi prena, delle deliziose tortine fatte a mano, ripiene di patate, formaggio e menta, ottime, accompagnate da un Cannonau Riserva veramente buono. Volevo fotografarne qualcuna il giorno dopo, ma non ne è rimasta nemmeno una briciola. Abbiamo condiviso con loro le olive kalamata, i paté di olive greche, i croccanti al sesamo e halvas di mandorle, portate da Alex e molto gradite.
Dopo una consultazione in diretta da Atene abbiamo cucinato la melinzanosalata, versione rossa e versione bianca, di cui seguiranno le ricette.

Luned

Comments

17 Responses to “Comidademama torna a New York, con il cugino greco!”
  1. che bello elena. dev’essere un bel tipino, mezzo piemontese e mezzo greco!
    divertitevi nella grande mela.
    un abbraccio…provo a chiamarti più tardi.
    bacio a martatita

  2. ciao, Panathinaikos e’ il nome del club!
    saluti
    fjo

  3. salutami e godidi n,y per me buon viaggio

  4. Allora buon viaggio e buon divertimento a New York!!
    Tornerò a leggere i tuoi racconti, imparo semre qualcosa di nuovo ogni volta che vengo qui :))
    Spero ci sia tanto sole, e sicuramente buon umore!!!!

  5. comidademama says

    elvira il sole c’è ma fa freddo!!!!!!! grazie per NYC sarà una toccata e fuga, ma spero di fare delle belle fotografie
    caravaggio buon week end e certo farò un pensiero a tutti voi, andrò almeno ancora tre volte a NYC sempre a portare a spasso carissimi parenti e amici, ormai ho capito come spostarmi di posto in posto efficientemente per vedere tutte le cose turistiche e grazie ai consigli di chi ha vissuto a NYC o di blogger (e non blogger) che la frequentano o l’hanno frequentata salta sempre fuori qualche curiosità in più.
    fjo, ho corretto, scusa l’imprecisione, grazie mille!!!
    nicole è simpaticissimo!
    io sono sveglia, sono nel basement a lavare i panni e in cucina per cucinare un po’

  6. Ciao Elena, pensa che quest’estate pensavamo proprio alla Grecia come meta da raggiungere con il camper e a bordo i nostri tre piccoli, per viverla il più naturalmente e “selvaggiamente” possibile con soste sulla spiaggia in riva al mare..e per assaporare anche tutte le delizie di cui hai parlato!! Elga

  7. beh – se hai bisogno di idea di dove andare fammi sapere! spero che la mia citta’ ti dia un bel benvenuto. anche io adore le watertowers! ho migliaia di photo…

  8. comidademama says

    amy ma che bello vivere a NYC, noi di Boston siamo un po’ di provincia a confronto ^_^ grazie per il generoso invito, per questa visita sono organizzatissima perchè è quella istituzionale, a tempo ridotto, meno male che il sistema dei trasporti è stupidproof e ci si muove perfettamente.
    Ma tornerò a molto breve, fine mese, con una persona che ha viaggiato parecchie volte a NYC e quindi ti chiederò lumi per qualche cosa che non sia il solito percorso, se avrai tempo e voglia. Grazie!
    mamma3 e sono ancora di più, le delizie! Che bello, che sogno la Grecia di estate!

  9. Wow, torni a NY!!! Che bello, divertitevi un sacco! Ti lascio un paio di tea place molto diversi l’uno dall’altro e molto carini.
    Tavalon tea bar
    22 east 14 th street
    Per il matcha latte e un sacco di te` freddi e caldi mescolati con succhi di frutta e aromi vari, ottimi!
    Alice

  10. La melinzanosalata l’ho sempre fatta solo bianca, non conoscevo la versione rossa, attendo la tua ricetta (mia sorella in questo senso non è molto d’aiuto… la cucina non tra le sue priorità).

  11. Condivido la tua ammirazione per i water tanks: in effetti sono nell’iconografia più classica degli States e nella storia dell’arte figurativa americana. La loro attrattiva è tutto sommato misteriosa, visto che oggetti analoghi dalle nostre parti sembrerebbero sconci paesistici ( nessuno si sognerebbe di dipingere, che so, pale eoliche, pur dall’estetica molto meno meno spigolosa). Sino a che andrò matto per Richard Diebenkorn avrò un debole per i tanks ed i loro tralicci ( non evocano vagamente un suo Ocean Park? )

  12. E brava! NYC di nuovo!
    Divertitevi!

  13. Elena buon divertimento…. aspetto impaziente la ricetta dell’insalata di melanzane. Adoro la Grecia e la sua cucina!

  14. come mi piace leggere i tuoi post… sai, quel feeling con chi scrive, che la lettura ti appartiene e ti acchiappa senza tante moine. Buon ritorno a NY!!

  15. chiara parigi says

    Ciao Elena,
    mi sembra sempre strano scrivere ad una persona che conosco solo virtualmente, ma le nostre similitudini familiari (sono piemontese, vivo a Parigi e lavoro per un gruppo Greco, sono sposata con un greco, ho una figlia mezza piemontese e mezza ateniese)… ma quando leggo le tue cronache una katharà deftera, mentre mangio il halvà… mi dico che prima o poi ci incontreremo di sicuro!
    Chiara da Parigi

  16. Aspetto news da New York. Che bella insalata di culture in casa tua….
    ecco perche’ la tua cucina e’ cosi’ creativa.
    bacini

  17. Aspetto news da New York. Che bella insalata di culture in casa tua….
    ecco perche’ la tua cucina e’ cosi’ creativa.
    bacini

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes