ComidaDeMama

February 15th, 2008 by Elena

Comidademama, lo zester Microplane e la signora americana.

IMG_7261

Sempre avere un limone fresco in borsa, da oggi ce l’avrò sempre.
Ieri ero in uno dei miei negozi preferiti, Crate&Barrel , a comperare per l’ennesima volta uno zester della microplane da regalare. Stavo verificando che le lame fossero a posto quando vengo sorpresa alle spalle da una signora americana.
“Conosce questo zester? Io ne ho acquistati tanti ma non mi sono mai trovata bene. E questo non lo conosco. Me lo consiglia?”
Povera lei, non sapeva che sarebbe partita la sigla di quark in sottofondo e che avrei tenuto un mini simposio sulle origini di questa serie di grattugie, nate dall’ingegno di Lorraine Lee che nel 1994, dovendo fare un dolce armeno all’arancia, stanca di dover recuperare a fatica una poltiglia indefinita, prende una raspa da falegname del marito e produce dei lievissimi fiocchi di buccia di arancia, belli separati tra loro. E brevetta l’idea.
“Signora, dipende poi che cosa vuole grattugiare con questo tipo di lama, le sconsiglio anche se qui c’è scritto, di usarlo per il parmigiano, lo rovinerebbe del tutto. Sa cosa le dico? Ho un limone in borsa, adesso le faccio vedere.”
Sotto gli occhi basiti della signora sfodero il mio limone e con uno stile da fare invidia alla migliore televendita americana faccio vedere quanto funziona bene.
Faccio la spesa a piedi e metto sempre le cose più pesanti nel mio zaino, avevo scordato di mettere il limone in dispensa.
La signora si presenta, mi dice che il mio accento italiano è delizioso e mi chiede in italiano di dove sono.
Lei è americana, di origine greca e sa un po’ di italiano, di greco e parla bene spagnolo. Adora l’Italia e la cucina Italiana.
Segue la versione moderna di quello che capitava nel medioevo, quando due cavalieri si trovavano a passare in una strada stretta. Ciascuno elencava i santi, i vescovi, i guerrieri della famiglia e chi ne aveva di più passava sulla destra. Di questi tempi la lista è meno divertente, luoghi, origini, occupazioni, titoli di studio, interessi, chi conosciamo e come e dove, in un linguaggio che tristemente mi ricorda la stupenda poesia di Wislawa Szymborska. Ma non siamo -troppo- animali e questo è il nostro modo per annusarci il sedere, per capire se siamo sicuri o no.
Mentre parliamo penso a come sono conciata oggi. Non vesto elegante e durante l’inverno mi infagotto per non soffrire il freddo. Oggi in particolare non rappresento l’italian style, l’autrice de Le malvestite potrebbe fare un post su di me. Un piumone vecchio di sette anni che mi fa sembrare un piccolino con la giacca del papàchi indovina la poesia?, comperato quando Marta era nella mia pancia da ben otto mesi, i polsi un po’ esausti dall’uso quotidiano. Un anello della zip l’ho sostituito con un fil di ferro proprio oggi. Un cappello calcato sugli occhiali fuori moda e una sciarpona che non tolgo nemmeno in negozio.
Il paio di scarponi da neve modello chediolibenedica mi fa tanto sentire la versione alpina di Diane Keaton, ma la signora americana sembra non farci caso.
Anche la religione di appartenenza è stata scandagliata, il mio cognome in Italia fa solo pensare a un’origine straniera, ma negli USA è collegata immediatamente alla religione ebraica. Prima o poi dovrei scrivere di tutte le avventure legate a questa interpretazione.
Scambio di indirizzi e numeri di telefono, ci piacciamo.
“Chissà come fa bene il sugo bolognese!” Sospira. E, francamente, sospiro anche io.
Le dico che non faccio il sugo bolognese, e le spiego in breve il ragù della mamma di Sasà, che è di Aversa e che lo fa buonissimo. Le propongo una sessione di cucina italiana e lei accetta con piacere ed entusiasmo.
A giorni parte per un viaggio, ritornerà appena in tempo per la visita del mio cugino greco Alexandre e andremo a mangiare souvlaky in una taverna greca che conosce lei: Da lì programmeremo la prima sessione di cucina.

La mia amica ha ricevuto uno zester microplane con qualche pezzetto di limone ancora tra le lame. E una buona storia da raccontare.

Comments

59 Responses to “Comidademama, lo zester Microplane e la signora americana.”
  1. Questi incontri non succedono per caso! Bellissimo racconto e si capisce fin d’ora che ne può nascere una bella amicizia.
    La poesia non mi viene in mente, però il fil di ferro nell’anello del piumone ce l’ho anche io :-)

  2. comidademama says

    vedremo, non mi faccio troppe illusioni. Ma è stato divertente.

  3. non ci posso credere, proprio oggi ho provato ad ordinare un grater/zester della Microplane – il mio attuale oggetto del desiderio – ma Amazon.com dice gentilmente di no :(. Dovr

  4. Anche io ho una Zester-Grater, la uso praticamente per tutto.

  5. comidademama says

    cuocacompulsiva in effetti va benissimo, io ne ho due, una per tagliare il cioccolato e lo zester che in effetti va benissimo.
    angie, mi spiace, ma merita la pena perché è un ottimo strumento di lavoro

  6. anche io sono grande fan Microplane! Di tutte le misure, compresa quella a buchi larghi perfetta per fare i trucioli di parmigiano o di cioccolato.
    le ho regalate a tutte le amiche, sia in carne ed ossa che alle amiche di pentola virtuali, e tutte hanno apprezzato assai assai.
    Adesso che sono appena tornata da Brooklyn ne ho portate a casa un po’, sempre come souvenir per le amiche, ma non ho trovato quelle belle in acciaio, soltanto quelle col manico di plastica nera, più economiche ma meno belle

  7. haha, mi hai fatto proprio ridere con questa storia!

  8. comidademama says

    in Italia si trovano facilmente nei veri negozi di articoli da cucina. A Torino basta andare da de Carlo, ma costano un po’ di più. Con il cambio attuale del dollaro anche quelle belle, special release che trovi da William&Sonoma costano veramente poco.
    amy s

  9. anch’iooooooooooo lo voglio

  10. anch’iooooooooooo lo voglio

  11. avevo intenzione di scriverti un bel ringraziamento su m’illumino di meno e incappo in questo racconto.
    la storia della sigla di quark e te che tiri fuori il limone dallo zaino mi concilierà il sonno e sono sicura farò dei sogni allegri.
    grazie elena, per la bella notte che passerò! e, ovviamente, per m’illumino di meno…

  12. sei pazzesca…su di te si potrebbe fare una saga…altro che star wars!!!! ma fai morire. bacioni tanti e anche di più!

  13. comidademama says

    carmen è un’ottima grattugia, in effetti.
    enza la siglia di quark è un evergreen di famiglia. Quando il my wise parte con una spiegazione complessa io canticchio la sigla di quark e viceversa. Felice di farti riposare meglio, con un sorriso.
    mammina ^_^ ti ricordi quando mi hanno squotatto la casa vicina, ad Amsterdam?

  14. Ciao e complimenti per il tuo blog!!!
    Francesca

  15. Mannaggia agli anelli dei piumoni… io ricorro ai pezzi di spago (che poi però si consumano e li devo periodicamente rinnovare: il fil di ferro mi sembra una soluzione più… definitiva!).

  16. Non sono una fan di Alberoni,ma ricordo di aver letto il suo “L’amicizia” da ragazzina, ed alcune cose che dice sono reali, e le ho toccate con mano tante volte. Come quando dice che l’amicizia nasce con “l’incontro”, che è quell’evento in cui due persone, fino ad allora su binari diversi, si trovano a parlare e scoprono di avere di fronte una persona conosciuta, con la quale si crea un contatto speciale. Io credo che anche se non dovesse nascere quell’amicizia che invece io ti auguro che nasca, questo sarebbe comunque un “incontro”, che in quanto tale, ti ha rea più ricca e contenta di appartenere al genere umano, anche se penso che lo fossi già :))
    E cmq non so come ho fatto a venire negli USA e a non conoscere Crate&barrel!!!

  17. Ogni giorno leggo i vari post di una decina di blog… il tuo per ultimo: sono sempre cos

  18. E’sempre una delizia leggerti.

  19. comidademama says

    francesca grazie!
    elisabetta, s

  20. comidademama says

    Silvia, sei troppo gentile, si vede che hai commentato mentre lo facevo anche io, poi il server di montag si è piantato per un paio di ore.
    Come dico sempre al my wise “Non parlo mai con nessuno” ^_^

  21. Comida, grazie mille, che onore essere presente con 2 ricette!
    Certo, immagino quante esperienze al livello umano ti abbiano portato i tuoi spostamenti, è bello assorbirne un po’ tramite il tuo blog! :))

  22. Comida… la microplane ti dovrebbe dare le provvigioni… :)))) che sagoma che sei!

  23. Sei un mito comida!!
    Il limone nella borsa é stato un vero colpo di genio.. mi sa che la microplane ti coprirà di oggetti,prima o poi.. ;-DDD
    abbracci

  24. comidademama says

    Elvira in effetti ho conosciuto delle bellissime persone, anche sui blog!
    figurati, sono entrambe bellissime!
    Tatiana, ma no la Microplane non ha bisogno di pubblicità, è famosa già di suo
    Sandrina magari! ma non credo che abbia bisogno di pubblicità, è cos

  25. Meraviglioso racconto, mentre leggevo immaginavo la scena, te che tiri fuori il limone da uno zaino è il massimo, sono certa che diventerete grandi amiche non ci si può dimenticare di una persona che in maniera cos

  26. comidademama says

    braccia rubate a Crate&Barrel, mi faccio assumere, che dici? ^_^
    detto questo vedremo un po’ come si evolverà questo incontro

  27. maria grazia says

    cribbio, dopo il tuo post sono stata assalita da un sentimento di impellente necesità di zester microplane: cos

  28. comidademama says

    maria grazia sono contenta! Non so se risparmi o meno in rete, ma da De Carlo in Piazza Carignano (che poi in realtà è Via Cesare battisti, non lontano da Mood, il caffè libreria dalle lampade più belle del mondo) o in via Mazzini. L

  29. buona domenica

  30. Comida ciao ;)
    Per come l’hai sapientemente descritta la scena io potevo essere con voi nel negozio! ;)
    Per i prodotti microplane poi, una sola parola: fantastici, io ne ho svariati e vanno lisci come l’olio! Valgono i soldi che costano.
    Oh-la-la-ih-oh Diane! ;)
    p.s.il negozio era GAMMA ;) Doeiiiii! ^_^

  31. Bella storia e, in fondo, non mi sorprende negli states.
    Mi ricordo dell’ultima volta che sono andato a San Diego e, passeggiando all’interno di un market biologico (upper class, come direbbero immiei amici), ho preso della mozzarella fresca Californiana fatta di italiani sul posto …. ore a chccchierare con tutti i clienti e spiegare e assaggiare! Sono di una curiosita’ a volte (almeno quelli delle due coste …).
    Ciao e buona domenica!

  32. comidademama says

    caravaggio, buona domenica
    fabdo Sono felice che ti sia piaciuto.
    GAMMA, no GKHGKHamma, l’olandese è propedeutico per l’arabo con questi suoni :)
    Non mi hai detto se vivi ad Amsterdam, in ogni caso complimenti per il lavoro che hai fatto nella casa, è un bell’impegno. I miei amici, lui olandese e lei italiana, hanno seguito un corso di idraulico fai da te e si sono costruiti la toilet! Nel giro che mi hanno fatto fare erano particolarmente orgogliosi e ci credo! fare una toilet non è da scherzare.
    francesco, Grazie! meno male che ho avuto un paio di anni di pausa italiana dopo Amsterdam. Cos

  33. Ma è bellissimo questo racconto! Lo sfrutterò ogni volta che i miei amici mi diranno che attacco bottone con tutti e che in due secondi conosco vita morte e miracoli delle persone che ho di fronte :-)))
    Buona domenica,
    Aiuolik

  34. comidademama says

    Aiuolik, :) ottima arma di difesa, vai tranquilla!!!!! Buona domenica anche a te.

  35. So bene che ti eri posta un limite massimo annuale per i meme, ma visto che sei una donna infaticabile, te ne passo lo stesso uno (casomai ti capitasse di annoiarti…)

  36. Ciao e grazie per la visita !! Mi ha fatto ridere questo post, simpaticissimo !!! Ciao Lisa

  37. Brava! Mi hai messo di buonumore in questo pigro luned

  38. Ti ho coinvolta in un meme, se ti va, se ne hai voglia, se hai tempo :-)
    Buona giornata,
    Aiuolik

  39. Che belli questi incontri casuali :-)
    Se lo zester funziona davvero cos

  40. Stupendo racconto! Ma mi ricordo, forse mi sbaglio, che una volta anche a Milano avevi forse accompagnato delle giapponesi incontrate per strada in un negozio di accessori da cucina? Io lo uso tantissimo anche per lo zenzero fresco, quando, raffreddata, mi faccio litri di infuso :)

  41. MarinaB says

    Elena, io ho appena preso la mandolina della Microplane … mai più senza!!!!
    In Italia è appena uscita, ma ti garantisco che mai una mandolina ha funzionato cos

  42. E’ vero, non te l’ho detto :)
    Fino alla fine di marzo (credo), saremo ancora qui a Schiedam (R’dam) e poi emigreremo ad Enkhuizen, una vero gioiellino di paese…
    Non mi parlare della terribile “gggkhkrrkhh@#hrkg”!!!!
    Pensa che io mi chiamo la lingua olandese “bialettese”, proprio per via di quei suoni gutturali. Mi ricorda il suono del caffè appunto, quando esce dalla moca ^_^
    Grazie per i complimenti. Anche noi faremo, compatibilmente al tempo libero, quello che potremo in casa. Io per esempio non vedo l’ora di montare la cucina! ;)
    Buon inizio settimana!

  43. E’ vero, non te l’ho detto :)
    Fino alla fine di marzo (credo), saremo ancora qui a Schiedam (R’dam) e poi emigreremo ad Enkhuizen, una vero gioiellino di paese…
    Non mi parlare della terribile “gggkhkrrkhh@#hrkg”!!!!
    Pensa che io chiamo la lingua olandese “bialettese”, proprio per via di quei suoni gutturali. Mi ricorda il suono del caffè appunto, quando esce dalla nota moca ^_^
    Grazie per i complimenti. Anche noi faremo da noi, compatibilmente con il tempo libero a disposizione, quello che potremo in casa. Io per esempio non vedo l’ora di montare la cucina! ;)
    Buon inizio settimana!

  44. ciao, al posto del fil di ferro una forcina o una grafetta…inutile dire che bramo quell’aggeggio che descrivi….mi hai regalato un sorriso. baci, irma

  45. ahahhh m’hai fatto troppo divertire :-D conoscere gente grazie ad una grattugia è davvero originale! :P

  46. Ma che divertente… sembrava di ascoltare la trama di qualche telefilm americano alla Friends ;)
    sappi poi che andrò alla ricerca anch’io di una grattugina della microplane!
    baci baci

  47. chiara parigi says

    Sei davvero speciale, Comida. Ma non ho capito bene, sei tu che hai un cugino Greco? Io ho un marito greco e…mezza figlia (l’altra mezza è piemontese).
    Sei un appuntamento fisso nei miei pomeriggi d’ufficio…

  48. Elena, sei un mito! Sei il mio mito. mi e’ piaciuto molto il fil di ferro per la zip…mi sa’ che lancerai una moda li’ a Boston! Ma davvero vai provando il microplane con il limone? E nessuno ti dice niente? Qui la microplane me la tirerebbero in testa se faccio una cosa simile! Sempre ho voluto comprarmene una. Tu mi sconsigli una che non sia originale microplane? Deve avere come un trade mark?
    Un Besazo!

  49. certo è!
    metti il buon umore, e la voglia di uscire a comprare quella meravigliosa raspa da scorzadarancia che tanto vorrei, magari incontro una persona speciale come te
    Cla

  50. Mi sembrava di stare al cinema, ho letto e poi…..quasi quasi mi aspettavo di trovare l’episodio seguente.Con te credo che si potrebbe bere il te e passare un bel pomeriggio a chiaccherare, peccato che ci sia
    un pò di distanza.ciao

  51. eh eh eh!! che peccato, invidio la signora!! avrei voluto incontrarti io da crate & barrel quando ci sono stata a Natale (perchè naturalmente ci sono stata!! anzi, mi è piaciuto di più di Williams & Sonoma, ma alla fine ho comprato solo un termometro da forno e dei misuratori per cups e spoons -chenonsopoiachemiservano…). e avrei voluto sapere prima di questa grattugia, io rientro nella categoria di quelli che devono lottare per recuperare a fatica una misera poltiglia.. :-(

  52. Adoro gli incontri come questo!! Delle porte che sia aprono quasi per caso.. senza averle cercate!
    Ah la grattuggia Microplane è stato il mio regalo di s.valentino da parte di ficosecco ;-))
    Grazie per essere passata nel ns blog – ci ha fatto molto piacere!

  53. Ecco. Ora lo so. Esiste. Che San Giuseppe (patrono dei falegnami, suppongo) ti benedica.
    Lo zester, con il suo aspetto autorevole e professionale mi ha illuminato la serata, e aperto nuove prospettive per il futuro, finalmente libera dalla odiata poltiglia.
    Negli anni ’70, a Milano, si andava a scuola con un limone in tasca: serviva per neutralizzare i gas lacrimogeni, nel caso più che probabile di manifestazioni con cariche della polizia.
    Alcuni, invece, magri e grigiastri, avevano un limone in tasca anche dopo il ’77. Ho capito solo molti anni più tardi che serviva a scioglierci dentro l’eroina.
    Ora che ti ho letto, mi sono riconciliata col limone tascabile.

  54. comidademama says

    Fico&Uva grazie a voi per essere passati di qui! che bel regalo hai ricevuto!!!
    moscerino Crate&Barrel è un po’ più informale, in effetti. Secondo me hai fatto degli ottimi acquisti e lo zester della microplane lo trovi facilmente in Italia, dalle tue parti non saprei consigliarti, però, ma se cerchi in un buon negozio di articoli da casa o, ancor meglio, in una coltelleria, ti sapranno dire. Oppure lo comperi on line.
    astrofiammante io ci sono sempre per una tazza di tè o caffè e una buona chiacchierata, e ad agosto tornerò in Italia, se vuoi la prendiamo sul serio.
    claudia, sono felice che ti faccia venire il buonumore
    campodifragole io la stavo comperando quella raspa quindi non mi hanno detto niente, non oserei mai usare una cosa che non compero e la situazione richiedeva proprio l’intervento di un limone.
    Non oso sconsigliarti altre marche simili alla microplane, specialmente perchè non le conosco, ma ti garantisco che Microplane mi ha completamente soddisfatta. E ho anche immolato 4 polpastrelli, sono taglientissime, le lame. (grazie per “sei il mito”^_^)
    chiara parigi piacere di farti sorridere un po’. Io ho un cugino greco, Alexandre, di Atene, vent’anni, simpaticissimo, figlio della zia del my wise. Cucinerò come una matta, è alto 180 cm e sta ancora crescendo!
    franci ma grazie! una volta scrivevo di più di cosa mi capitava, specialmente ad amsterdam. Pensa che una volta mi hanno occupato.squottato una casa accanto e l’ho racocntato e in tempo reale mi sono arrivate addirittura due telefonate per sapere se era tutto ok!
    salsadisapa, è vero, diciamo che mi capita spesso di incontrare persone in circostanze poco usuali, una è diventata mio marito, ad esempio ^_^
    irma spero tu stia bene, conta di avere tra le tue mani presto questa grattugia, se sapevo ne mandavo una via marco che ora è a trento, accidenti. Il fermaglio non ci passa. Fortunatamente la temperatura si è alzata e non credo lo metterò più, il piumone.
    Fabda Enkhuizen”" Echt mooi! Zeker.
    Le persone che mi sentono parlare inglese dicono che il mio accento (accidenti) italiano è mescolato con quello olandese, che robe brutte, che robe brutte! Enkuizen è bellissima, mi manca moltissimo l’Olanda, vivevamo molto bene ad Amsterdam.
    marinaBtu sei sempre sulla cresta dell’onda! Ho sempre diffidato di trovare qualcosa di meglio delle mie due mandoline giapponesi, la Benriner diffusissima in Giappone e quella con la lama di ceramica della Kyocera. Ma se la Microplane ci si mette magari ci riesce pure. Vedrò di trovarla qui, se è arrivata in Italia c’è ovunque. E vuoi mica non trovarla nel world of plenty?
    kja altro incontro curioso, s

  55. Tranquilla, volevo solo mettere alla prova i tuoi sani principi… adesso vado a guardarmi meglio il procedimento della focaccia, ciao

  56. Ad agosto batti un colpo, non si sa mai, che ci si vede davvero….sarebbe beeeeellllllooooo!!!

  57. ciao Elena, ti sto mettendo nei miei link preferiti. cos

  58. Elenita, sei grande. Questo raccontino mi ha fatto sorridere a 32 denti e ti ho “vista” leggendolo. Le Microplane le adoro anch’io, l’ultima volta in America, 2 anni fa, ne ho comprate a bizzeffe (costano la metà che qui) per me, per il kookstudio e da regalare. L’unica nota dolente è che nella lavastoviglie si rovinano tantissimo, a me se ne è addirittura rotta una (il manico) dopo solo 2-3 usi. :( Credo che scriverò una letterina al Signor Microplane per dirglielo. Baci da Amsterdam!!!

  59. Una bellissima storia da raccontare .. e complimenti per come l’hai raccontata.
    Sopratutto … grazie … io non conoscevo questo fantastico zester della microplane, mi sento davvero ignorante!!
    Devo assolutamente averne uno :D
    ciao
    Maè

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes