ComidaDeMama

January 31st, 2008 by Elena

Solar oven, cucinare con la forza del sole.

Nel post di promozione di Mi Illumino di Meno 2008, campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico nata dalla trasmissione di Radio Rai 2 Caterpillar, Aiuolik segnala una tecnologia di cottura molto interessante, che non necessita ne’ di petrolio e tanto meno di energia elettrica, ma solo della luce del sole.
Leggendo un post de lericettediraffaellaeangela aiuolik propone una selezione di immagini e di link utili a capire di cosa si stia parlando.
Qualche tempo fa un interessante articolo scritto da Harold McCee nella rubrica CURIOUS COOK del New York Times metteva in luce le inefficienze delle nostre postazioni di cucina e proponeva l’uso di piccoli e fattibili accorgimenti per come ovviare allo sperpero energetico. Secondo USA Energy Department le nostre padelle usano solo il 35-40% dell’energia che la nostra stufa economica rilascia. L’articolo prosegue lasciando qualche piccolo suggerimento pratico per evitare la dispersione aumentando l’efficienza della padella, in questo senso la pentola a pressione è una soluzione eccellente.
Ma il solar oven usa il 100% di energia del sole.
Qui a casa montag ci siamo subito tutti appassionati. Nonostante domenica stesse nevicando cercavo di convincere il my wise di costruire con me e Marta subito un solar oven per vederne il funzionamento.
Come funziona, in breve?
Questa tecnologia sfrutta l’energia solare per cuocere in pentola gli alimenti. Una serie di pannelli riflettenti convogliano la luce verso la pentola avvolta in un sacchetto di plastica. La luce viene assorbita dal colore nero della pentola e lentamente la temperatura inizia ad alzarsi. Il vapore nel sacchetto di plastica gioca il suo ruolo nella cottura, ma ci sono diversi modelli di solar oven e non tutti hanno bisogno di questo sacchetto.
Scrivo immediatamente a Vera di Brik&Brok. Vera vive in Burkina Faso e molto gentilmente condivide quello che sa sull’argomento.
E’ interessante sentire l’intervista fatta a. Gabriele Simbriger-Williams , tornata da un campo profughi del Chad, vicino al Darfur. Non solo come dice Vera la raccolta della legna da ardere è nociva per l’ambiente, ma costituisce un pericolo reale per l’incolumità delle donne mandate alla raccolta.
In questo campo profughi le donne costruisco i loro solar oven con cartone, colla e fogli di alluminio. hanno una maschera che segna i punti in cui tagliare e in cui fare le piegature.
Come detto ci sono modelli più o meno complessi, più o meno sostenibili. Questo certamente è facilmente riproducibile ed economico. video
Vorrei tanto cucinare la mia ricetta a lume di candela con il solar oven fatto da me in casa. Ho già tutto: il cartone, un po’ di fogli di alluminio che ho usato più di una volta. La colla la ruberò dal kit creativo di Marta.
Mi manca il sole, però,
Grazie Aiuolik!
Aggiornamenti.
Grazie ad Antonella che mi scrive segnalando il cooKit, ricco di istruzioni dettagliate sul forno solare.
Grazie a Simona che mi ha scritto poco fa segnalandomi il weblog di semplicemente, Vera che dal 2006 scrive e promuove la cucina solare.

Comments

4 Responses to “Solar oven, cucinare con la forza del sole.”
  1. Comida, grazie a te! Faccio il tifo per la tua produzione di solar oven. Che dire, speriamo sia veramente il futuro!!!
    Ciao Aiuolik

  2. comidademama says

    non sono sicura che sarà l’immediato futuro e quando avremo bisogno di questo credo avremo problemi maggiori, ma non vorrei fare l’apocalittica ^_^

  3. il marito mi aveva portato, nel lontano 2005, alla conoscenza della cucina solare, e mi era sembrata una cosa … non saprei come dire, forse piena di fascino. usare il sole, amico sole, anche per questo, e’ quasi magico!
    noi, per ora, ci limitiamo a far seccare albicocche, mele e pomodori al sole, d’estate. e questa e’ una vecchia tradizione della mia famiglia che ha sempre abitato in campagna, ed io ho foto di carretti e tavole pieni di frutta da seccare al sole, che andavano da casa nostra a casa dei vicini!
    che fame mi hai fatto venire con il pane cunzato…lo provero’ :-)
    sara

  4. comidademama says

    sara ma sai che se in trentino avessi il sole farei essiccare anche io le cose, ma mi manca il vero sole!!!! in Piemonte, dove sono nata e cresciuta, seccavano i fagioli.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes