ComidaDeMama

January 15th, 2008 by Elena

Comidademama e il macinapepe americano.

Periodo un po’ complicato, date le tempeste di neve.
Ho ricevuto per Natale un macinapepe americano. A pile.
Quando schiaccio il pulsante che attiva il mulino la parte di cibo che sto speziando viene illuminata.
Tra pochi minuti lo userò, ma non per cucinare.
In cantina, dove si trova la lavatrice, l’interruttore della luce è molto lontano e io ho paura del buio.
E non ho una torcia. O, meglio, ce l’ho ma non funziona.
Dopo avere usato la penna magica di Marta -basta batterla sul palmo della mano e s’illumina- oggi scendo giù in cantina facendomi luce con il mio macinapepe americano.
Wish me luck.

Comments

22 Responses to “Comidademama e il macinapepe americano.”
  1. Ciao e Buon Anno, non potevi trovare uso migliore della distorsione di un oggetto già semplicemente perfetto…
    Ciao
    Roby

  2. Ha funzionato? :o)
    Buon anno Comida!
    Simona

  3. un modo davvero originale! buona giornata

  4. Ahhhh anche io ho paura del buio!!
    good luck!!

  5. sempre della serie “M’illumino di meno”, I suppose… :-)

  6. praticamente una forma di “mi illumino di meno”!
    bello però, no foto dell’ammericanata?
    eh eh eh

  7. hihihi, già ti vedo.
    Anche a me fa sempre impressione entrare in stanze buie. Spengo il cervello, faccio un enorme sforzo di razionalizzazione e mi incanto sulla frase “cerca la luce” finché non la trovo. Se non c’è non ci entro, punto e basta.
    Un bacione e good luck.

  8. Beh, sarebbe anche un’idea per la cena dell’iniziativa di Caterpillar: una cena a lume di macinapepe. Di sicuro sarebbe una ricettina bella pepata :-) Mi raccomando alle tempeste, un abbraccio

  9. Mammina sei un mito!!!!
    :o)
    bacioni

  10. :-D quindi per sapere dove sei basta seguire la scia di pepe! :-D

  11. Roby buon anno anche a te! In effetti non potevo essere più fortunata ieri, non trovavo la penna magica di Marta!
    Staximo non fa una luce potente, ma ne buio pesto anche un led va bene, buon anno, Simona!
    caravaggio, prima o poi mi compererò una torcia nuova, forse. Buona giornata anche a te!
    Tulip e poi se associo cantina e buio, sono veramente paurosa pure di giorno, quando la luce è poca
    milton le pile del macinapepe non sono ricaricabili, confesso :( vedrò di migliorare ^_^
    enza in effetti potrebbe essere un’idea, cambio solo pile. devo provare a fotografarlo, hai ragione
    nicole, non funzione, non funziona con me! ^_^
    alex ma dove sono finita? nell’occhio del ciclone nevoso! hai ragione una ricetta pepata al lume di macinapepe
    sandra sapessi, sandra, sapessi!
    cookie sono andata giù a colpi di sternuto! LOL

  12. stefania says

    adesso capisco l’utilità di una cosa simile….non era per la carbonara,che vedesse il sottomacinino nudo :o)
    un bacio a Marta
    stefania

  13. ciao stefania, ti bacio la marta ^_^

  14. Elena ciao! Insomma sei nella neve! Ma il tuo peparino (classico parente del salarino) è fantastico! L’ho raccontato al lavoro e anche una mia collega mi ha detto di averlo. Ha detto che il marito quando hanno ospiti fa la scena di quello che spegne la luce e poi si mette il pepe nel piatto e dice “Scusate ma sennò non me lo godo!”!!! Prova a farlo anche tu!
    Un abbraccio
    sonia

  15. LOL sonia, mi sto rotolando dalle risate, mi sa che lo farò domani sera con il nostro padrone di casa, che viene a cena. ^_^

  16. figooooo!!!!!un macinapepesalvabuio!!! santo cielo, elenita, quante americanate!!! mi fate ridere voi. bacioni.

  17. Un nuovo gioco per Elena, Marta cosa ne dice?
    h.

  18. Francesco says

    Ciao Elena, anche Claudia in Svizzera aveva quel tipo di macinapepe. In giro per internet poi, ho avuto l’occasione di leggerne le specifiche e ho capito che è stato concepito per essere utilizzato durante le cene a lume di candela oppure è raccomandato nei posti dove fa buio presto ecc…; insomma hai un macinapepe per quando vuoi “essere romantica” ovviamente non devi starnutire se no addio pathos.

  19. mammina puoi dirlo forte, che americanate!
    ma sai che nemmeno la pompa per gonfiare il materassino gonfiabile non è a mano ma a pile?
    heidi marta per ora non lo calcola di striscio, non escludo però di trovarlo tra qualche tempo sotto il letto^_^
    francesco ma dimmi tu che siamo come gli svizzeri! mi farebbe tanto piacere se veniste a trovarci, ce la fate? Arriva Alexandre ad inizio marzo

  20. Mi sembra un utilizzo molto proficuo :-)
    Se ti può consolare oggi mia suocera ha protato ai bambini dei Chupa Chups che si illuminano, gulp…
    Anch’io devo fare il bucato in un bagno poc luminoso, purtroppo.
    Do sempre la colpa alla scarsa luce quando non mi vengono ben via le macchie di unto…
    Un bacione

  21. comidademama says

    queste nonne che danno i vizi! ma sono chupa chups al plutonio? in ogni caso ottima idea per dare la colpa al buio per gli esiti negativi dei lavaggi, io non lavo nulla a mano e quindi incolpo la lavatrice ^_^

  22. bello il post, ma non capisco perche’ dire che Julia Child fosse una donna dall’accento sgradevole: il suo e’ un accento Bostoniano doc, anzi autentico “Proper Bostonian”, e tutto e’ fuorche’ sgradevole…

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes