ComidaDeMama

January 25th, 2008 by Elena

Ajwain

Ajwain

L’ajwain è una spezia dal profumo pungente che ricorda il timo e l’origano. Il gusto è astringente e piccante, leggermente amarognolo.
E’ il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Apiaceae, la stessa del cumino, dell’anice, del coriandolo, del finocchio e di molte altre piante aromatiche.
Non è preziosa e importante come il cardamomo o la cannella, ma è più diffusa di quanto uno non pensi.
E’ una delle spezie del berberè, ad esempio.
E’ riconoscibile nel Bombay Mix, piccante gustoso snack indiano a base di dals e farina di ceci, e le sue infinite varianti, in qualche pane indiano come il roti e paratha. Molte pietanze indiane beneficiano di questa spezia che fa anche parte della miscela di semi tostati o saltati in olio bollente, usati come condimento finale.
L’aroma che rimane in bocca è molto più mediterraneo che orientale, probabilmente una delle cose che rimane più impressa al primo assaggio.
Temo di ripetermi, molto spesso mi capita di dare questo riferimento a chi è interessato alle spezie.
Spezie in rete = Gernot Katzer dell’Università di Graz.
Durante uno dei miei lavori legati alla cucina etnica avevo bisogno di tradurre i nomi di piante aromatiche e spezie in tante lingue. Mi capitava di lavorare e cucinare con persone asiatiche con cui facevo fatica ad interpretare -e procurare- alcuni ingredienti.
In quell’occasione ho trovato le Spice Pages di Gernot Katzer, botanico dell’università di Graz che definisce il suo gran lavoro una raccolta di solide informazioni su 117 piante aromatiche, con descrizione del loro uso in cucina, profilo storico, composizione chimica, etimologia del nome e preziose tabelle in cui ogni spezia viene tradotta in almeno una quarantina di lingue differenti.
Questo vademecum sulla rete, sommato a un bel volume di libri sulle spezie, mi ha consentito sia in Olanda che in Italia e anche qui negli USA di capire ed essere capita.
Anche se una volta per ordinare un limone istrice e le sue foglie ho dovuto disegnare entrambi sul quaderno delle prenotazioni di un negozio pakistano.
Questo metodo nel mio caso ha funzionato e in genere potrebbe funzionare, ma presuppone un ottimo e disponibile negoziante.
La pagina sull’ajwain si apre con il lungo elenco di sinonimi di questa pianta, dall’amarico al bengali, dal cinese al farsi e cos

Comments

14 Responses to “Ajwain”
  1. Ti ringrazio davvero diavermi fatto scoprire questa spezia nonché l’eccezionale sito di Gernot Katzer (poi ti spiegherò perchè). Quando ho visto l’ajwan nel mio negozietto pakistano ho subito approfittato.

  2. Il sito sulle piante aromatiche in rete è quello che mi avevi passato tempo fa, quando tu cercavi materiale analogo sulle zucche, giusto?
    Questa spezia proprio non la conosco, magari in giro c’è ma se non sai cosa cercare… mi darò da fare. E’ già la seconda volta che te ne sento parlare e sono molto incuriosita.

  3. Ancora 1 voce da aggiungere alla lista delle cose da comprare, peccato che dal pc non possa sentirne il profumo. Anch’io vorrei aromatizzarci il sale!!!
    Grazie Elena.
    h.

  4. Bellissima foto e interessanti nozioni!!! :)
    Sei sempre fonte di ispirazione un libro aperto dove trovare tanti consigli!
    P.s. guarda che quando torni dobbiamo andare dove tu sai, neh!
    baci

  5. vivo in spagna e sono molto curiosa.
    perché hai scelto “comida de mama”???
    complimenti per il blog!

  6. vivo in spagna e sono molto curiosa…perché hai scelto “comida de mama”?
    e comunque complimenti per il blog!

  7. mmmh, bona
    e pure bella.
    grazie per la lezione, mi piacerebbe sedermi li accanto a prendere appunti :*
    tanti bacetti
    Cla

  8. adoro i tuoi post di cucina orientale! me li sono letta tutti :-)
    io che oltre al riso alla cantonese e al cous cous(pero’ di quello ne faccio davvero tanto) e al pollo al curry non vado, rimango con gli occhioni spalancati a leggere tutto d’un fiato.
    dici che puoi farmi un corso di cucina orientale in video-conferenza?
    sara

  9. Elena, come si fa a speziare il sale?
    aggiungo a caso o c’è un tecnica un po’ più scientifica?
    Baci a Marta

  10. Cristina says

    elena, come si fa a speziare il sale? Mischio a caso o c’è una tecnica un po’ più scientifica?

  11. comidademama says

    alex adesso so perché e ne sono felicissima ^_^ non vedo l’ora di vedere cosa inventerai. Prego, è stato un piacere scriverlo per te :O)
    elisabetta s

  12. Ho trovato una ricetta che voglio assolutamente provare! Appena ho un attimo di tempo la faccio :-))

  13. sembra buonissimo, e il no knead bread e’ il mio preferito!!

  14. EVVIVAAAAAAAAAAAAA sono più di 15 anni che cerco di capire cosa fossero quei deliziosi semini che in egitto trovavo sul pane che divoravo ogni mattina. Credo proprio siano questi! Ora aspetto di assaggiarli, li ho già comprati online…
    GRAZIE!!!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes