ComidaDeMama

December 18th, 2007 by Elena

Origami cooking IV- Melanzane alla parmigiana light, versione leggera

Origami cooking - melanzane alla parmigiana light

Per anni la parmigiana di melanzane è stata bandita dal menu da famiglia, troppo pesante ed esageratamente laboriosa. Fino a che la mamma del mio amico-capo-chef Gigi non mi ha mostrato la sua versione, che richiede meno tempo ed è più digeribile. Credo che non si possa chiamare più parmigiana, ma per comodità rimane così nel mio ricettario.
Mi piace cuocerla dentro dei box fatti con l’origami e servirla individualmente.
Per i pomodori usati non so bene come spiegare. Nei supermercati qui a Boston non ho visto pomodori pelati, tanto meno passatine liquidine di pomodoro. In the world of plenty è tutto un rifiorire di ricche passate di pomodoro a pezzettoni aromatizzate ai pomodori secchi, peperoni arrosto, aglio e chi più ne ha più ne metta.
Perfino Paul Newman, il mio Paul che mi rubò il cuore a dodici anni quando vidi per la prima volta “La stangata”, si è messo a produrre una linea di passate ricche di pomodoro di alta qualità.
E’ stata la prima passata che io ed il my wise abbiamo comperato arrivati a Boston. La prima pasta fatta l’abbiamo chiamata “Pasta alla Paul Newman”.
Ho usato quindi una di queste passate, sempre troppo cariche di gusti da poter pensare di aggiungere qualche cosa d’altro. Questo passa questo -ricco- convento.

Dunque, qui a Boston sono le 23.13. Più sei ore vuole dire che in Italia sono le 5.13 della mattina. Mia mamma e mio papà sono sicuramente in viaggio con mio zio Gian in quel bicchiere di acqua e anice eh già. Tra poco s’imbarcheranno a Malpensa. Mentre io dormo loro attraverseranno l’Atlantico, mentre faremo colazione saranno quasi arrivati. All’ora di pranzo ci abbracceremo e se avranno un po’ di fame troveranno un pacchettino a testa pieno di melanzane alla parmigiana. Alla loro ora di colazione. Con un bricco id caffè americano, per tenrsi su. Non è un pranzo molto ortodosso, ma in pochi giorni prenderanno questo fuso orario.

Ingredienti per 4 persone (due di queste in pieno jet lag)
3 melanzane
pomodori pelati o 20 cucchiai di passata di pomodoro a pezzettoni
uno spicchio di aglio
due uova
100 gr pecorino romano grattugiato
erbe aromatiche, fresche o secche , timo e origano

Mondare le melanzane, eliminare con uno sbuccia patate la pelle. Tagliare a rondelle di pochi mm di spessore. Disporre su un piatto le melanzane,salare leggermente e lasciare riposare
per 30 minuti. Eliminare l’acqua amara che risulterà, trasferire su una placca da forno ricoperta di carta da forno. Spennellare le fette di melanzana con olio ed infornare a 200°C per qualche, fino ad ottenere delle fette dorate su entrambi i lati.
In una ciotola sgusciare le uova e sbatterle leggermente con una forchetta, senza montarle.
In un piatto grattugiare il pecorino.
Tritare l’aglio finemente. In un tegame rosolare leggermente l’aglio in un cucchiaio di olio di oliva caldo. Aggiungere la passata di pomodoro a pezzettoni. Insaporire per qualche minuto a fuoco lento, mescolando.
Regolare di sale ed eventualmente di pepe e versare la salsa in una seconda ciotola.
Riversare la salsa in una seconda ciotola.

Preparare le scatoline con uno schema di origami che produca delle scatole dai bordi alti, usando carta da forno. Io sono partita da un A4 (21×29,7 cm).

Prendere la prima fetta di melanzana ed intingerla nell’uovo e poi passarla nel pecorino grattugiato e disporla nella prima scatolina aggiungere un po’ di erbe aromatiche e mezzo cucchiaio di passata. ripetere l’operazione fino a raggiungimento della cima della scatola. Per ogni mia scatola metto dieci melanzane,
Ripetere l’operazione fino ad esaurire anche le scatoline.
prima di mettere l’ultima fetta versare in ogni scatola l’uovo eventualmente avanzato, mescolato ad una cucchiaiata di passata. Finire con l’ultima fetta leggermente cosparsa di passata edi erbe aromatiche ed eventualmente anche di pecorino. Cuocere in forno già caldo per venti minuti a 180°C.

Il diagramma di questo origami non l’ho ancora trovato in rete. Appena posso faccio una serie step by step su come si fa. Nel frattempo si possono usare altri diagrammi.

Comments

34 Responses to “Origami cooking IV- Melanzane alla parmigiana light, versione leggera”
  1. Bellino … non sono sicuro come si mangi, se nella carta o no, ma bellino.
    Lo stesso era per me in Inghilterra e Olanda. Solo da una paio di anni (ciaoe’ da quando sono in Belgio) che riesco a trovare la passata o il pomodoroa pezzettoni senza niente di aggiunto dentro. Senzo il solito origano o aglio o cipolla o basilico. Finalmente!!!

  2. Mia nonna riusciva a fare una parmigiana leggera, pur friggendo le melanzane, come sono mai riuscita poi a fare io! Posso dire che la parmigiana è il mio piatto preferito, anche perchè ricco di ricordi. In versione origami è deliziosa! Elena, ti auguro di passare uno splendido periodo natalizio con i tuoi cari. Sono in partenza anche io. Ci rileggiamo a gennaio, con tanti racconti, con qualche chiletto in più! Felice di averti conosciuta, davvero.
    Un abbraccio, Alex

  3. Anche mia zia Mauccia fa la parmigiana con l’uovo sbattuto!! Buonissima! L’origami di carta è una genialata. Ciao!!

  4. neppure io faccio mai le melanzane alla parmigiana vere, faccio degli involtini con la ricotta dentro e il pomodoro sopra che lontanamente somigliano, più leggeri… le scatoline sono proprio un’ideona, e sta diventando il tormentone di questo natale tra i foodblogger :-) buona giornata

  5. Ciao Elena qui è ora di colazione ma questa comida-parmigiana mi fa venire l’acquolina in bocca.
    Bellissime scatoline anche queste…mi attrae sempre di più l’origami declinato alla cucina.
    Buon viaggio ai tuoi, felici vacanze e Buonissimo Natale per tutto voi.
    ciao
    Roby

  6. Ciao, questa parmigiana è proprio da fare. Tra l’altro io cuocio cos

  7. Stavo giusto cercando delle idee carie per presentare in modo alternativo :) aspetto lo schemino! complimenti per il blog :)

  8. Che meraviglia!!
    Anche la mia mamma ha una versione light della parmigiana (melanzane cotte alla piastra, pomodoro, tanto basilico, poco origano e mozzarella al posto dell’uovo) ed è talmente buona che non fa rimpiangere il di più di grassi e condimenti della versione originale! Questa nelle scatoline origami oltre ad essere buona e leggera, è bellissima!!!
    PS: ma lo sai che anche io sono stata folgorata da Paul Newmann proprio vedendo la Stangata? Inoltre è il primo film che ho visto al cinema con mio papà! Un ricordo tenerissimo che mi hai riacceso nella memoria..grazie!! :)

  9. Ma che meraviglia!!! Oltre ad essere sicuramente ottime hanno un aspetto ultra invitante!!
    Complimenti!

  10. cristina says

    paul newman produce passate di pomodoro?
    adoro quelle scatoline.
    i post e le foto sono talmente invitanti… appena avrò un pò di tempo, a breve spero, proverò anche il pane senza impasto.

  11. comidademama says

    Francesco, ho vissuto per quasi cinque anni ad Amsterdam e ricordo le prime incursioni all’Albert heijn, c1000 (che prima di capire che fosse sedausend che ne ho messo!) e Dirk Van Der Broek, per capire come fare la spesa. In quel momento ero più preoccupata per le pappe di Marta che allora aveva pochi mesi. Però la passata senza sapori aggiunti faceva ridere non trovarla. Io poi ero abitiata alla conserva che mia zia, mio zio e mia mamma facevano in cortile ogni estate, figurati.
    Francesco ancora. Purtroppo volevo fotografarla nella fase di assaggio. prima di prendere la forchetta in mano, il pacchetto si apre facilmente tirando verso l’esterno le due pareti. La parmigiana rimane in piedi ed è bellissima.
    Devo mettere i diagramma quindi cercherò di postare tutto insieme, fotografia di come di apre inclusa.

  12. Buona questa parmigiana! decisamente + digeribile e meno peccaminosa della versione con la melanzana fritta! :D I tuoi origami sono uno spettacolo!! :D

  13. In Sicilia sulle melanzane, come formaggio, mettiamo la ricotta salata grattuggiata. La hai mai assaggiata?

  14. Sempre bellissimo questo origami cooking in cui si ti sei lanciata !
    e buone vacanze di Natale con ituoi !
    sei stata al Pain quotidien di NY ? anche loro usano molto le formine di carta

  15. Pure io la faccio leggerissima la parmigiana; praticamente come la mamma della Grazia.
    Che bello sapere che passerete le feste tutti insieme! :-)*

  16. R:ob Grassilli says

    nella tradizione degli OT che tu graziosamente mi concedi, ti informo che i Teritals stanno lavorando a una canzone nuova. Notizie qui: http://www.linoeimistoterital.com/

  17. La parmigiana e’ uno dei miei piatti preferiti (nella versione con le melanzane grigliate e non fritte). Non l’ho mai cucinato in giappone, perche’ le melanzane a Tokyo erano costosissime e insipide, magari ci riprovo in NZ con la tua versione.
    Anche qua e’ difficile trovare la passata o i pelati senza sapori aggiunti ma alla fine ci sono riuscita e ho trovato un paio di supermercati dove vendono i pelati con solo pomodoro ^-^;
    Benarrivati ai tuoi e vi auguro di passare dei bellissimi giorni insieme
    zazie

  18. comidademama says

    Alex Grazie per gli auguri che ricambio, spero che la tua permanenza a Roma con la tua famiglia sia bella quanto quella della mia a Boston. Riposati bene, ricarica le pile. Le nonne fanno sempre cibi speciali, sono sempre buoni perchè fatti per noi nipoti. Vedo Marta come adora la cucina di mia mamma. Buon viaggio allora! Mia sorella è a Roma e mi mancherà molto.
    Cookie sono felice che l’origami cooking ti piaccia, devo mettere tutta la serie cos

  19. Anche io adoro la parmigiana però con le melanzane grigliate e non fritte.
    Proverò la tua ricetta, ma senza aglio perchè a casa non lo digeriamo :)
    Un abbraccio e buone feste

  20. i tuoi origami da cucina impazzano, perchè son semplici e geniali, pratici e chic. Questa parmigiana ha un procedimento destrutturato, visto l’uovo che viene messo a crudo. Dev’essere molto buona. Non me ne volgia la mamma del tuo amico ma dire che questa sia assolutamente la parmigiana alla Paul Newman :-))

  21. Tantissimi auguri Elena, spero di cuore che il tuo Natale sia meraviglioso come si preannuncia il mio… finalmente accanto alla mia famiglia al completoooo!!! un bacione grande grande!

  22. Anch’io la faccio in versione leggera griglio le melanzane e poi via tutto il resto, nell’altro modo benchè gustose non riuscivo proprio a digerirle… dovrei provare a rifare light con la fettona di mortadella dentro, una volta mia mamma le faceva cos

  23. Morrigan says

    Grazie per lo spunto. La parmigiana mi piace molto ma fatta cos

  24. Ciao Elena, nella mia settimana di malattia, ispirata da te, non ho fatto altro che origami. Scatoline, stelline, babbi natale…un po’ di tutto.
    Grazie per le belle idee…buone feste e baci

  25. Da quando mia sorella sta in Grecia ho cominciato, quasi senza rendermene conto, a sostituire la parmigiana con la moussakà… però sempre in versione light! Che vuoi, ci vediamo cos

  26. Voglio dire questo e` un capolavoro di food design!! Stupenda la parmigiana in versione origami, ti copiero` di sicuro sia la ricetta che la presentazione. Io adoro anche il moussaka comunque, che buono. Buone feste Comida!
    Un bacio.
    Kja

  27. comidademama says

    roby sono felice che ti piaccia! appena posso, ora ho i miei genitori a casa e quindi sono indaffarata, vorrei postare i pacchettini con il pesce spada e el verdure, anche a me questo origami piace e ho contagiato mia mamma.
    K ciascuno ha le sue idiosincrasie. Io ce l’ho per aprire la buca delle lettere e tu ce l’hai con l’origami. Io odio ad esempio fare collage. Devo provare a fare le fette come fai tu, alla fine le faccio sempre troppo sottili.
    tuki, ho fatto lo schemino ma non sono certa che si capisca, ne stavo cercando uno in rete, ma non ce l’ho ancora fatta.

  28. comidademama says

    grazia, che bello deve essere stato al cinema La Stangata! Il mio primo film visto con mio papà è stato Bagdad cafè di Percy Adlon. Il film è bello, ma mi piaceva di essere solo io e lui a vedere un film non da ragazzini.
    Felice d averti contagiata!
    sere sei troppo gentile!
    cristina, ma s

  29. comidademama says

    viviana, grazie! se hai degli schemi da suggerire dimmi pure!
    pat che voglia, la ricotta da grattugiare! s

  30. comidademama says

    mit

  31. comidademama says

    gorgoglio ciao cara! seguo le tue prodezze al punto e croce, avrai gli occhi stanchissimi! buon natale!
    francesca in effetti ho detto che forse non si può più chiamare parmigiana, ma per comodità la chiamo cos

  32. comidademama says

    tatiana, certo che la versione light più mortadella sembra una ottima combinazione, spessa quanto, la fetta? abbracci
    morrigan grazie! provala, è ottima!
    daniela abbracci ricambiati, sono felice che tu abbia visto un po’ di tracce contiane ^_^

  33. comidademama says

    anna prego! un abbraccio
    elisabetta ma sai che anche io ho la zia greca? da una ventina d’anni dal piemonte si è trasferita ad Atene, sposa di un signore greco e quando arriva in Italia per le vacanze fa sempre delle cose ottime, moussaka inclusa. Lei mi ha messo in pace con i cetrioli a forza di Tzatziki nella sua casa all’Isola di Syros
    Kja che esagarasiun! grazie comunque!!!! appena posso posto i pacchetti di pesce spada e verdure, chiusi con il tappo, fatto sempre con origami
    stay tuned
    i tuoi ultimo post sono stre-pi-to-si!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes