ComidaDeMama

November 30th, 2007 by Elena

Origami cooking I – piccola purea di patate ed erba cipollina


Come promesso qualche tempo fa ecco un esempio di origami cooking.
Non avendo in casa tutti gli ingredienti del gattò di patate ho semplicemente preparato una purea di patate, colorata e insaporita da qualche filo di erba cipollina. Non avendo necessità di gratinare ho usato un minuto di microonde per riscaldare questa scatolina, che è piccola solo in apparenza e che tiene la purea ricavata da una patata.

Ingredienti per una scatolina
un sac à poche e bocchetta in acciaio (o in plastica) a forma di stella piuttosto ampia
foglio di carta da forno bianca quadrato. Lato lungo 16 cm
modello da seguire passo a passo
2 patate medio piccole o 1 patata grande.
un paio di cucchiai di latte
erba cipollina fresca
sale

Bollire le patate, pelarle e schiacciarle con uno schiacciapatate. Aggiungere qualche cucchiaio di latte caldo e regolare di sale, mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciare intiepidire la purea.
Preparare la scatolina seguendo il modello passo a passo.
Riempire con la purea il sac à poche dotato di bocchettone a stella . Posizionare l’apertura del bocchettone nel centro della scatolina, a pochi millimetri dal fondo. Premere e far fuoriuscire una parte della purea senza mai cambiare la posizione dell’apertura del bocchettone e senza alzarlo dalla base. Si formerà in pochi secondi una sorta di stella, o di fiore. Interrompere la spinta della purea e staccare il bocchettone dal cordone di impasto facendo una breve rotazione. Spargere sulla superficie qualche filo di erba cipollina tagliato finemente. Fino ad ora è stato usato un po’ meno della metà della purea. Riprendere il sac à poche in mano e ripetere l’operazione fino ad esaurimento della purea. Scaldare un minuto nel microonde, rimuovere delicatamente e d eventualmente ricomponendo un po’ la scatola che si deformerà leggermente per via dell’umidità. Attenzione perchè ila scatola sarà calda. Guarnire con dell’erba cipollina ed eventualmente con una lacrima di crème fraîche .

Nota: per le prime volte è meglio avere un po’ più di purea di patate a disposizione.
Per chi ama l’origami e vuole provare uno schema più elaborato ecco un esempio.

Comments

21 Responses to “Origami cooking I – piccola purea di patate ed erba cipollina”
  1. Ma è fantastico!!!! Ci provo ci provo ci provo!!!

  2. comidademama says

    grazie! in realtà la ricetta è semplice, è solo il modo in cui la si presenta che fa la difefrenza. Se fai i micro gattò puoi alternare i “fiori” di purea con formaggio e fette di salame e butto, ma finisci sempre con un ultimo fiore e poi metti in forno per gratinare o va bene anche il microoonde solo per fare tutto caldo e per sciogliere il fornaggio
    oggi niente supermercato e quindi niente ingredienti, peccato!

  3. Sarà anche semplice ma è geniale!
    Stai superando te stessa il chè è tutto dire…
    Ciao
    Roby

  4. Prendi pure la foto del pane per me è un onore :)

  5. ribadisco: io e gli origami non andiamo d’accordo. fortuna che non sono giapponese altrimenti mi sentirei “out of society”. bacioni.

  6. comidademama says

    Roby, grazie, in realtà non sto superando me stessa, mi sto solo impegnando un po’ di più, prima non avevo mai tempo, poi ho passato tre mesi a disperarmi perchè avevo troppo tempo. Ora uso il tempo, non solo a fotografare, eh!!
    adrenalina, ci metterò un po’ credo di farlo nel week end, abbracci
    mammina, come vedrai anche io non sono un fulmine con l’origami, la scatola prima non era perfetta e l’ho rifatta, solo per amor di inquadratura! come dice sempre di me la mia amica, Simona Allasia “Si vede che proprio non hai un cavolo da fare, TU.”
    Sempre stata schietta, non per niente è una mia amica :)

  7. L’origami mi ha sempre affascinata e in combinazione con la cucina non può che entusiasmarmi! Brava come sempre. Per la foto del pane prendi quella che vuoi (anche su flickr) Ottima idea quella del riassunto. Io ieri nel mio ultimo impasto ho messo un cucchiaio d’olio. Buonissimo! Un abbraccio

  8. Nicoletta -Tipetta says

    Anche se non mi sono più fatta viva da un po’, pur continuando a seguirti fedelmente, non potevo non scriverti: l’origami cooking è geniale e il tuo blog sempre più bello!
    Oggi voglio provare a fare un’altra tua ricetta, il yaki-gyoza. Ti farò sapere se riesco a produrre qualcosa di commestibile. Ciao!

  9. Con l’origami sono proprio scarsa, però quest’idea è stupenda e di sicuro successo in una cena in compagnia!
    Ciao,
    Aiuolik
    PS Ti ho risposto nel mio blog, non ci sono problemi ;-)

  10. Si può fareeeee!!! frase di un celebre film comico, nel mio caso vera, verissima!!! Sono riuscita a care la scatolina origami seguendo le istruzioni passo passo del tuo link… verso di te enorme riconoscenza per aver sbloccato la mia sindrome delle mani a paletta.

  11. Elena che splendido modo di servire il purè bravissima e grazie per il passo passo da sfruttare come idea per altre occasioni

  12. comidademama says

    Tatiana, prego, è un piacere! l’origami è versatile, mi piace quello che produce cose utili, come i contenitori o le cornici o altro.
    cuoca compulsiva ahahaha la sindrome delle mani a paletta! Questa è buona! Sono felice che ti sia lanciata con l’origami, vedrai cosa ti combino con il chirigami, stay tuned!
    grazie aiuolik della risposta, l’ho letta sul tuo blog ieri notte, ma ero un po’ addormentata e non ho riposto o non ho salvato il commento, sono una schiappa come insonne
    tipetta, che bello sentirti! felicissima di saperti in forma, fammi sapere dei Yaki Gyoza!!!!!!

  13. che idea bellissima!
    anche quella qui sotto, il post sugli addobbi di natale…caspita, sei una vera fonte di idee curiose!
    io per il momento ho il pino in soggiorno, forse oggi riuscirò a mettere le lucine, domani qualche addobbo…spero per la prossima domenica di firnirlo..sai sono un po’ slow :-)

  14. Ciao, ho girato l’indirizzo del tuo blog a mia mamma, vuole imparare a fare i kanelbullar. Con la ricetta che aveva sono diventati troppo duri, tipo biscotti.
    Ne approfitto per dirti che sto avvisando tutte le persone il cui blog è linkato nel mio: spero di farti piacere nel comunicartelo!^^
    Magari non commenterò sempre, ma ti leggo ogni giorno.
    Grazie per quello che scrivi.

  15. Un’idea davvero originale e molto chic! mi piace moltissimo! spero di non impazzire nell’accartocciare la carta forno…non ho le manine molto ferme in questo periodo causa stressss prenatalizio da lavoro! ;-)
    ciao
    Grazia

  16. comidademama says

    grazie. la carta da forno scivola molto, quindi fai delle prove prima con della carta normale. per ottenere quello che vuoi passa bene il dito sulle piegature. Io non ho pazienza, sono astigmatica e centro per caso gli incroci di linee, se ci riesco io ci riesce il mondo intero. Mi spiace per lo stress prenatalizio, speriamo che finisca preso.
    Argentea, che bello fare erasmus in svezia! sono felice che tua mamma voglia fare i kanelbullar, la ricetta funziona, sono venuta a trovarti sul blog, ma non so perchè le righe sono tutte sovrapposte e non riesco a leggere nulla se non che ti mancano 14 giorni alla fine dell’erasmus
    isabilla, sei troppo gentile! c’è tempo, è appena la prima domenica di avvento, con calma arriverà Natale.

  17. Che salama che sono!!!
    Avevo visto la foto su Flickr,mi è piaciuta assai e non mi sono accorta del post!
    devo cimentarmi anche io nell’origami, di sicuro farò un bel pasticcio e mi si legheranno le mani!!
    baci cara

  18. Davvero interessante, in rete non sono riuscita a trovare quasi niente sull’origami cooking, avresti qualche dritta da darmi? Grazie infinite.

  19. Ho appena finito la mia prima scatolina!!! Per me, quella con gli origami è una partita persa in partenza, non sono mai andata oltre la classica barchetta … ora sono gasatissima! Più che altro ho trovato un modo artigianale per confezionare i biscotti dentro i cestini di Natale, un modo diverso dal classico sacchetto di carta scura.
    Grazie mille, soprattutto per il messaggio!
    Marika

  20. Riesci sempre a fare queste cose con quel che in più..brava!!

  21. comidademama says

    ma no sandra, vedrai che non è cos

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes