ComidaDeMama

November 8th, 2007 by Elena

Origami cooking I – I contenitori

Origami cooking

Qui a Boston la mia attrezzatura da cucina è -a dire poco- limitata e ho deciso di acquistare solo attrezzi e cose che non ho in Italia, anche perchè in cinque anni di Olanda ho prodotto una serie non indifferente di doppioni.
S

Comments

24 Responses to “Origami cooking I – I contenitori”
  1. Manco a dirlo, non mi sarebbe mai venuta in mente una soluzione simile.

  2. monzia, nemmeno a me sarebbe venuta se non avessi avuto ospiti a cena e se non avessi avuto voglia di fare qualche cosa di nuovo con le poche cose che ho in casa, ti assicuro che fa un bell’effetto, prova!

  3. fantastico! non ci avevo mai pensato. e dire che da piccola ero appassionatissima di origami. credo che tirerò fuori i miei vecchi libri.

  4. bellissima idea, ma sei la solita pazzerella! per fortuna! un abbraccio.

  5. Hai sempre delle idee nuove ed interessanti, sei un esempio creativo da imitare. Saluti h.

  6. un’idea stupenda !

  7. Che bella idea elena!!!! Sarebbe l’ideale, come dici tu, per i biscottini natalizi che mi ha insegnato la mamma.
    Mi vien già mal di schiena a pensare alle domeniche passate col mattarello, pennelli e formine varie in mano. Peccato che quest’anno, lavorando da Carrera, passerò le domeniche di dicembre in negozio. Come farò?
    Un abbraccio stretto stretto alla musa d’oltreoceano. e alla piccolina pure…e ovviamente anche a marco.

  8. io sono megaimbranata con gli origami. papino invece è bravissimissimo.
    farò fare a lui…per quanto riguarda l’ultima domanda: sarai l’allieva che supererà la maestra. senza ombra di dubbio. sei un mito. bacioni, bacioni, bacioni.

  9. comidademama says

    nicole, i tuoi biscotti di Natale meriterebbero dieci post, sono ottimi e so quanto lavoro ti danno.
    Ma mi ricordo che mi hai confezionato una busta lo scorso anno stupenda, devo averla nel box delle spezie in Italia. Lavori da Carrera? il tuo negozio preferito perchè hanno ancora qualche cosa in 100% lana, vero? Spero che tu riesca a sopravvivere allo sfrenato shopping natalizio. Ti abbraccio e spedisco i baci alla mia biondina, che sta facendo i compiti con la sua compagna norvegese.
    vera, grazie mille!
    Heidi, sei troppo gentile, grazie! Ma sai ch enon riesco a commentare nel tuo blog? Mi dice che è stata limitata la possibilità di commentare. Hai avuto del grande spam?
    isa, ebbene s

  10. comidademama says

    mammina, mentre scrivevo devi avere commentato, il mio filtro anti junk non funziona bene e mette tutti come junk e io vi devo “liberare”, pensa che mette anche ME nel junk.
    Anche io non sono un fulmine con l’origami, sono imprecisa, ma le scatole sono semplicissime da fare.
    Basta avere il pezzo di carta tagliato giusto.

  11. ma e’ una cosa troppo geniale!!
    sei architetto vero?? se si…un po’ si vede :-)
    volevo ringraziarti per aver segnalato nel tuo blog il world bread day… l’ho trovata una iniziativa molto bella e mi e’ piaciuto partecipare.
    uh grazie anche per la ricetta della focaccia di patate: l’adoro!
    notte
    sara fiordiviola

  12. maraisa says

    spettacolare!

  13. E vabbé che necessità aguzza l’ingegno, però bisogna avere anche manine d’oro e una tonnellata di creatività fantasiosa: brava! ;-**

  14. comidademama says

    sara, ebbene s

  15. cara Comida,
    davvero interessante la riprova che la necessita aguzza l’ingegno; e poi si tocca con mano quanto quelli che appaiono impicci siano utili nella costruzione dei progetti..da una scatola fino a…
    io, come te, ho questa vita nomade che tra l’altro mi ha insegnato che cio che riteniamo indispensabile, in realta’, non lo e’ affatto e di conseguenza sane riflessioni sulla ricchezza dell’esistenza con relativo benefico rilassamento..
    booom!!
    danke! nishanga

  16. Ma tu sei un genio!

  17. Complimenti per il post e per il Blog. ci sono capitata ora per puro caso… bellissimo… l’ho messo fra i miei preferiti!

  18. Bellissimo! Un po’ di tempo fa avevo avuto un’ intuizione simile, abbinare cibo e origami, avevo fatto una scatola per fare un pesce in papillote, non fotografata, e poi prima una barchetta
    per decorare e un kit per servire in cui pero` non avevo cotto il dolce, cosa che la prossima volta faro` implementando la tua idea, quindi grazie!
    Un bacio.
    Kja

  19. comidademama says

    kja che bello, non vedo l’ora di vedere le tue implementazioni! ti ho appena dedicato un post, hai mai parlato del sale kosher? è il mio prossimo post
    nishanga, bitte! girovagare ha degli ottimi pro, hai ragione
    meva, valà ^_^ hai visto il sito di HEMA in questo periodo? è da ribaltarsi in due!
    cuocacompulsiva benvenuta in comidademama e grazie per avermi linkato!!!! ti vengo a trovare

  20. Che bella idea!! Mi piace il riuscire a inventarsi cose per la riuscita di un piatto, questo dimostra che si può con pazienza e passione, far tutto anche con meno attrezzi! Altra cosa positiva.. non hai da lavar stoviglie ;):)

  21. comidademama says

    Grazie per i complimenti! In effetti s

  22. la trovo un’idea geniale …. per ora l’accantono da qualche parte nella testa ma credo he vi tornero’ ….

  23. che idea originale! Te la copierò… Io avevo già in mente un origami con la carta da forno, ma per fare un bicchiere portatile… e avevo anche tentato di fare un origami di sfoglia, con pessimi risultati… (>_<)
    Questo è sicuramente meglio…

  24. Deliziosa idea! Mi risolve un aperitivo che faccio tra dieci giorni e per il quale mi stavo giusto scervellando per non spendere un patrimonio in bicchierini e cocottine. Ho appena fatto la scatolina quadrata e ci ho messo un minuto. Ora mi scateno!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes