ComidaDeMama

October 11th, 2007 by Elena

Melting pot

“Oggi abbiamo parlato delle nostre scuole.”
“?”
“Ishaak ha detto che qui a Cambridge gli piace di più perchè da lui le maestre hanno un bastone e se non stai bravo te lo danno in testa e un bimbo è anche diventato cieco.”
“Ma, Marta, forse ha esagerato. Figurati se in Etiopia fanno diventare ciechi i bimbi a forza di bastonate.”
“No, lui sa bene cosa dice. Signa invece dice che in Norwey tutti i bambini prima di entrare in classe si tolgono le scarpe!”
“Non avevo nessun dubbio.”
“E Yao Yao dice che nella sua classe erano in quarantaquattro, mica in quindici come siamo noi!”
“Eh, è che in Cina sono in tanti e poi lei viveva a Pechino!”
“Maximilian non ha detto niente della sua classe di Austria, io ho solo detto che da noi non usavamo il computer, volevo dire di più ma dovevamo fare una frase sola e precisa.”
Peccato non pubblicare la foto della classe, sono bellissimi tutti insieme.

Comments

11 Responses to “Melting pot”
  1. Ah che invidia!
    Però anche la mia classe alle elementari Nicolodi di Trento nel lontanto 1988, per i tempi che erano si difendeva bene: un’olandese, un mezzo greco e me, una mezza palestinese. Per un po’ avevamo avuto con noi anche un ragazzo americano! Bei ricordi!
    Brava Marta che ha già capito come è bello ascoltare tutti gli altri!
    sonia

  2. Hai ragione, mia cara!
    Marta non vede l’ora di tornare alle Nicolodi sai? le mancano i suoi compagni.

  3. Valentina says

    direi proprio un bel mix multiculturale … della serie “cresciamo in un mondo senza confini”!Esperienza fantastica che avrei voluto tanto fare anch’io da piccola (cos

  4. Valentina hai ragione anche io avrei voluto farla, ma non a sei anni, a venti.

  5. E’ un atlante quella scuola! :-)

  6. quando mio figlio aveva sei o sette anni, il tassista che ci accompagnava all’aeroporto gli disse: ti rendi conto che fortuna che hai a parlare inglese? Puoi parlare con tutto il mondo! E lui gli rispose: che m’importa di parlare con il mondo, io parlo solo con i miei amici.
    Cos

  7. bellissima marta!!!!mi sarebbe tanto piaciuto farla conoscere alla Belva. chissà! (p.s. aspetto la ricetta per le merende fatte con gli stampi di silicone…) bacioni a voi.

  8. Miti hai ragione!
    MA ciao Alessandra, che piacere sentirti dalle terre piovose di Olanda. Fortunatamente Marta riesce a socializzare molto in fretta, ma da qui ad avere un amico in effetti ce ne vuole. Te lo saprò dire tra un po’ di tempo. Ma a Marta manca mia mamma principalmente ed un posto fisso che possa chiamare casa. O meglio lei ne ha eletta una ed è la città in cui sono nata e in cui vive mia mamma con mio papà.
    mammina, ma guarda che torniamo il prossimo anno ci vedremo di sicuro. Sul serio, non ce l’abbiamo fatta prima lo facciamo dopo.

  9. Un abbraccio a tutti e tre.

  10. é una esperienza bellissima per i bambini, sopratutto nel mondo di oggi ! in piu se Marta é curiosa ne approfittera di sicuro

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes