ComidaDeMama

October 11th, 2007 by Elena

Comidademama and The Spotted Apron

“NOW HIRING”
Quando si cerca personale in un locale compare un cartello più o meno discreto sulla porta di entrata.
Da un po’ di tempo passo davanti a The Spotted Apron e spero che ne compaia uno. E ieri si è materializzato, non grande, non chiassoso, scritto con bel garbo.
The Spotted Apron è un caffè con laboratorio pasticceria a vista, stupendo e pulito. Dico pulito perchè mediamente i locali a Boston che ho visto, sono abbastanza trascurati, anche quelli recensiti. E’ anche vero che con l’inflazione di recensioni di ristoranti e caffetterie della serie “Bravo Elio, bravi tutti” non si capisce sul serio chi valga sul serio o chi no, fino a quando non si prova di persona.
Tornando al The Spotted Apron è un locale molto elegante, se vogliamo anche un po’ caro rispetto alla media, ma ha un’accuratezza che io apprezzo molto e che purtroppo non traspare dal sito.
Accanto alla cassa un banco affollato di alzatine di ogni tipo piene di muffins, sticky buns, biscottini, brioches, empanadas, quiches e altre leccornie, tutte con una proporzione umana e non strabordante, come capita mediamente ovunque da queste parti, porzioni oltraggiosamente grandi che a me tolgono ogni piacere ed appetito.
Per dire, in questo locale concepiscono l’idea che una persona possa mangiare un solo biscottino, di due cm di diametro. Costa 45 cents, ma è fatto bene, è bello e a volte basta e avanza.
Un piccolo banco frigo mette in fila specialità con le creme, alcune hanno la glassa bianca a pois in tinta pastello, come la grafica del locale. Sulle pareti delle fotografie bellissime dei loro prodotti con pesanti cornici nere, ma la cosa più interessante è vedere le persone, non più di tre o quattro, che lavorano alle creme ed ai forni nelle retrovie.
Come fare a non cedere alla tentazione di presentarsi e dire che o qui o da nessuna altra parte comidademama vorrebbe lavorare?
Purtroppo non cercavano persone per il laboratorio di pasticceria e io ho quello volevo fare. Ma non escludono che in un prossimo futuro si riapra una posizione, specialmente per i turni di notte.
“Bene! cos

Comments

15 Responses to “Comidademama and The Spotted Apron”
  1. Non sanno che si perdono a perderti!
    (“Bravo Elio, Bravi tutti” LOL!)

  2. Ma no, ma no, sono sicura che avranno un buon turnover, prima o poi ci lavorerò, my wise e marta permettendo

  3. Peccato, già ti ci vedevo! Ma un anno è ancora lungo e noi non vediamo l’ora di ammirare le foto dei pasticcini “made in Comida”. ^_^

  4. lo so, anche io vorrei, ma speriamo che in futuro possa esserci spazio anche per me

  5. un pensierino buono per te e uno cattivo per qulli che lavorano in laboratorio adesso al tuo posto :)
    non vedo l’ora di vedere le tue foto

  6. ma no vally, che lavorano bene e hanno tutto pulito, vedessi negli altri posti! poco vicino c’è una panetteria con una promessa di espresso in un edificio in mattoni elegante e quasi antico, per quel che si può in USA. Sono entrata e ho girato immediatamente i tacchi, un odoraccio tipo “Cielo, ho dimenticato un cammello in putrefazione sotto il divano”

  7. ciglio inarcato del tipo : ” si niente problemi a sistemare MArta, ma poi io quando ti vedo? ” :)

  8. pm10 non esattamente, piuttosto “Quando stacchi il turno come fai a tornare a casa incolume? In metro? Se c’è già? E poi come stai durante il giorno?”
    Le risposte me le tengo per quando avrò mai questo lavoro, magari mai, magari un altro. Chi lo sa?

  9. Valentina says

    …ho già l’acquolina in bocca…soprattutto ad immaginare te che impasti e informi.
    Incrociamo le dita! :-)

  10. Grazie Valentina, speriamo, ma chissà se e quando capiterà

  11. noi te lo auguriamo con tutti i nostri cuori. Ti pensiamo bene. bacioni a te, alla biondina e al wise dl ciglio inarcato.

  12. maria grazia says

    come non tifare per te attendendo con pazienza il giorno in cui comunicherai di “andare a fare la notte”?
    cia’!

  13. Devo dire che con quel nome il locale mi sembra già simpatico. Vedrai che prima o poi qualche cosa si sblocca.E poi forse non devi andare li perchè c’è qualche cos’altro che aspetta te.
    Baci attendo le foto con i dolcetti a pallini

  14. mammina, grazie!
    maria grazia, grazie per il tifo, e poi per loro il turno di notte non è come quello dei panettieri.
    Ho lavorato per anni in cucina fino alle due-tre del mattino e a volte oltre, sia per lezioni di cucina che per catering, in pasticceria non si hanno i padelloni giganti da pulire come quelli che avevamo noi, devo dire che pur essendo un lavoro molto pesante mi manca molto e mi mancano le persone con cui lavoravo, Gigi e Simona. Eravamo un trio veramente affiatato. Peccato che loro continuino a vivere ad Amsterdam.
    Marinella, promesso che appena la mia macchina foto ritornerà attiva farò le foto e magari lascio l

  15. ciao elena..non potevo non commentare questo tuo post!
    Sono a Boston da un mesetto e abito vicino al The Spotted Apron, come posso dire..lo adoro! E’ la mia seconda casa. Tra un piccolo dolcetto, una tazza di caffe’, e’ davvero speciale. Anche l’atmosfera, poi rimanere ore a leggere o al pc in totale serenita’. Prima o poi comprero’ le tazze o le tovagliette, ma sono davvero carissime. Complimenti per il blog, e in bocca al lupo per un futuro lavoro allo spotted apron! Un tocco di creativita’ italiana, lo valorizzerebbe ancora di piu’. alla prossima! Sofia

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes