ComidaDeMama

September 20th, 2007 by Elena

“Non sapevo che i maghi delle bolle potessero essere mamme di figlie”

“Scusa puoi ripetere?”
HO DETTO: Non sapevo che i maghi delle bolle potessero essere mamme. Mamme di figlie. Di bambine!”
Un soldino di cacio con la maglietta a righe e una manciata di lentiggini sul naso mi sta guardando dal basso verso l’alto, piuttosto ammirato.
Oggi clima ideale per fare le bolle di sapone. Caldo, senza vento, leggermente umido, sarebbe stato meglio un po’ di più, ma chi sta poi in piedi?
Da qualche giorno sto facendo decantare la mia miscela super di sapone e glicerina per fare le bolle di sapone più grandi del mondo.
Insomma, nemmeno dovessi fare un’escursione in Patagonia, per fare bolle di sapone da campione il clima deve essere in condizione. Altrimenti si fa prima a spendere un dollaro nei drugstores e prendere un tubetto qualsiasi.
L’anno scorso Marta ha partecipato ad un bel laboratorio sulle bolle di sapone organizzato dal Museo Tridentino di Scienze Naturali e ha riacceso in me un’antica passione.
Le prime prove sul marciapiede davanti a casa e si sono rivelate un bel modo per chiacchierare con i vicini, che hanno trovato la cosa “assolutamente divertente”. Ma al parco ho assistito a delle vere e proprie standing ovations e qualche zuffa tra bimbi per scoppiare le bolle.
E’ che odio andare al parco giochi. Non posso leggere perchè quando leggo veramente non c’è nulla al mondo che mi possa distogliere, nemmeno la mia ansia materna. Non sferruzzo o faccio uncinetto come mia zia Caterina quando mi portava al parco giochi di Vernante*. Due chiacchiere con qualche mamma? Forse, perchè no. Ma vuoi mettere fare le bolle?
Nessun attrezzo particolare, solo una bottiglia di plastica piena della mia super miscela, un ex barattolo di yogurt come contenitore. Marta va a giocare allo scivolo e io inizio ad esercitarmi usando solo le dita delle mani in forma di ugello. Fare bolle piccole non è un problema, ma produrre delle grandi bolle che galleggino pingui e pigre nell’aria, eh, quella è un’arte.
I vicini di casa con creature un paio di giorni fa sono entrati immediatamente in casa tornando con due mega sparabolle di sapone e sono rimasti secchi a vedermi usare le mani. Alla fine hanno optato per le mani e Marta si è divertita con gli oggetti “produci, consuma e crepa”. No comment.
Al parco c’erano pochi bambini, piuttosto piccoli. Una mamma ha iniziato a parlare con me e io ho detto una cosa che non credevo avrei mai detto in vita mia.
“Le spiace se faccio le bolle mentre parliamo?”
La versione alla comidademama del classico
“Le spiace se fumo?”
Entrambe abbiamo realizzato l’analogia, ci siamo fatte una bella risata e la signora in questione ha voluto provare anche lei.
Dopo un po’ il parco si è popolato di ragazzini in età da day care .
E io giù a provare e soffiare. In tre secondi era tutto uno scoppiar di bolle.
Nessuno ha osato chiedermi di provare a farle fino a che Marta non è arrivata chiedendomi con fare professionale:
“Mamma, posso?”
Da l

Comments

16 Responses to ““Non sapevo che i maghi delle bolle potessero essere mamme di figlie””
  1. Splendide!
    L’altro giorno ho visto vendere delle macchinette spara-bolle e ho pensato “Ma non si soffia nemmeno più?!?” Ed ecco Elena che bolleggia al di là dello stagno. Suggerisci e Marta che i poteri delle maghe delle bolle sono ereditari ;) !
    sonia

  2. Questo post sembra la sceneggiatura di un cortometraggio ^_^

  3. ciao belle fanciulle!
    leggo che ormai una nuova carriera si apre all’orizzonte …
    e son felice assai
    ma
    ci spifferi il segreto della pozione per fare le bolle
    faresti felice le streghe d’oltreoceano che bazzicano da queste parti
    aspettiamo fiduciose
    baci a tutti

  4. Bello fare le bolle di sapone, anch’io ogni tanto ho un trip da bolle, e dire che ormai ho superato l’età da un po’, ma quando si rimane giovani nel cuore!!! A proposito, ho anch’io la ricetta delle bolle con la glicerina ma non ho mai usato le mani, ci proverò prossimamente. Baci

  5. Che meraviglia…
    Ma si può avere la ricetta di questa miscela segreta? (tra maghe ci si intende….) :-)

  6. Emanuel says

    A questo punto urge la ricetta ;)

  7. fai le bolle di sapone a casa? E come si fanno?! Comida superstar al parco giochi :-D
    Un bacione e buon finesettimana.

  8. chiara: farò soldi a palate come imprenditrice di bolle di sapone, mi vedo già, credo avrò bisogno di un agente.
    A presto la ricetta
    meva tra streghe ci si intende si, ieri c’era una famiglia di olandesi, ho sfoggiato il mio nederlands e loro mi hanno detto che vengono spesso in vacanza al laco di caldonazzo (10 Km da Trento) Kleine wereld!
    Emanuel a presto la ricetta, promesso.
    Francesca buon fine settimana ate! Oggi è arrivato il my wise dopo una buona decina di giorni oltreoceano, sarà un ottimo week end!

  9. l’INP è andata al laboratorio delle bolle del Museo della Scienza e Tecnica di Milano ma non ha portato a casa ricette…
    Anzi, come suo solito non ha raccontato niente di niente… :-(
    (forse è colpa mia, forse non l’ascolto abbastanza, forse non si sente ascoltata, forse forse forse…)
    Io ho provato dei mix trovati in rete ma poi secondo te ho la pazienza di lasciar riposare ecc ecc? No, qui siamo della generazione “tutto e subito” kekkavolo ;-D
    Sono felice che mi trascini i consumisti ammerigani sulla via dell’autarchia ;-D
    Bacio
    cv

  10. Hey! ne è passato di tempo dalla mia ultima visita qui e vedo che pure tu hai sconvolto la tua vita!
    ora che ho il mio pargoletto di due anni posso apprezzare maggiormente questi piccoli scorci di vita familiare che invidio un po’.. purtroppo la mia è una famiglia anomala.. ma è bello vedere che la felicità c’è ed è possibile!
    un bacio cara e a presto!
    Naima aka Toilet

  11. Insieme alla ricetta pubblichi anche la foto “delle dita delle mani a forma di ugello”?
    Ma quante ne sai!?!

  12. alcuni commenti sono riemersi dal buco nero dello spam, mi scuso per gli inconvenienti
    a breve il my wise installa MT4 e speriamo vada meglio di questo
    TOILET! piacere di risentirti, accidenti hai una creatura di due anni?
    Congratulazioni e una marea di auguri per tutto
    Sonia, in effetti molti giochi possono essere fatti senza dover necessariamente passare dal negozio di giocattoli, qui poi è l’apoteosi del “hai sicuramente bisogno di qualche cosa”, speriamo che prenda un po’ di più dalla saggezza del papà, le mie bolle rimarranno spero un bel ricordo di questa avventura
    marinella, guarda, una bella soddisfazione. Tu che sapone usi?
    silvia Ottima idea!!! Ma devo chiedere alla mia fotografa ufficiale -Marta- se ha voglia di fotografare le mie mani, altrimenti facciamo viceversa

  13. Sarebbe stato da filmare tutto! ;-)
    (I nostri ricordi bambini sono giganti; mai provato a tornare nella tua scuola elementare?)

  14. le bolle sono il calmante della peperina, pensa te! quando leggevo il tuo post ricordavo il film disney di cenerentola e il pezzo in cui lei, lavando il pavimento, crea tantissime bolle. Ma quelle create da te sono certamente più belle. bacioni.

  15. sei anche una “MAGA CON LE PAROLE” :)
    le bolle con le mani, dio che trip, fai un corso estivo? io sono gia preiscritta :)

  16. bello, bello, come sempre ogni cosa che racconti, però ora io vorrei proprio conoscere la ricetta per le tue bolle giganti e come farle con le mani:
    perfavoreperfavoreperfavoreperfavore
    graziegraziegraziegraziegraziegraziegrazie
    sara.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes